TORNA LA FOSSA DEI LEONI

Al via il restyling
dello stadio Appiani

09/02/2015 16:07

La fossa dei leoni è pronta a tornare a ruggire. Non certo come quando ospitava le partite ufficiali del Padova e la domenica si trasformava in un catino bollente ed esplosivo, pieno di gente in ogni ordine di posto e forse anche più, ma intanto, come inizio, può benissimo bastare. Il via alla prima trance dei lavori di restyling dello stadio Appiani è stato dato stamattina, grazie alla sponsorizzazione di Birra Antoniana, nelle persone di Sandro e Michele Vecchiato, che due anni e mezzo fa presero i contatti con l'allora consigliere comunale Michele Toniato per mettere a disposizione 150 mila euro. C'è voluto un po' di tempo per sbloccare la situazione, per via della sovrintendenza ai beni culturali, e ora finalmente l'ok è arrivato. Il cantiere è stato aperto nella tribuna ovest e, in base al progetto elaborato dall'architetto Carlin e dall'ingegnere Biasin, il risultato finale sarà una gradinata nuova di zecca, con oltre 900 posti a sedere, in cui le seggiole saranno colorate di bianco e di rosso riproducendo il classico scudo crociato biancoscudato. Nella parte alta saranno sistemate delle gigantografie che proporranno, accanto al marchio della Birra Antoniana, anche foto della gloriosa storia del Padova, da Nereo Rocco alla riconquista della serie A avvenuta a metà degli anni Novanta.

Il comune, ha annunciato oggi il sindaco Massimo Bitonci, ha già stanziato 650 mila euro per un secondo stralcio di lavori che riguarderanno, oltre agli spogliatoi e i bagni, anche la tribuna opposta a quella in cui è stato aperto il cantiere oggi. Con ogni probabilità sarà abbattuta per fare spazio ad una struttura prefabbricata in acciaio che risponda alle attuali più rigide normative sulla sicurezza. Obiettivo: fare in modo che possa ospitare in pianta stabile gli allenamenti della prima squadra e le gare delle giovanili.


 
Nessun commento per questo articolo.