DERBY VICENZA-PADOVA

Scontri polizia-ultras,
perquisizioni Digos

06/03/2018 07:41

Bandiera con svastica, mazza da baseball, coltello da combattimento stile “Rambo”, noccoliera tirapugni, manganello, tanto di biografia di Erich Priebke criminale di guerra tedesco, agente della Gestapo e capitano delle SS. Questo il frutto delle perquisizioni avviate all’alba di oggi nelle abitazioni di 16 ultras padovani, uno residente nel trevigiano, nell’ambito delle indagini coordinate dalla procura vicentina e portate avanti anche dalla Digos padovana che ha avviato nei loro confronti il procedimento di Daspo.

Essendo ben 12 di loro recidivi, rischiano ora fino a 8 anni di allontanamento forzato da stadi e manifestazioni sportive.

Nel mirino gli scontri fuori dal Menti, in occasione del derby Vicenza-Padova dello scorso 27 gennaio, in cui rimasero feriti anche appartenenti alle Forze dell’Ordine.

In particolare: 20 giorni di prognosi per un dirigente della questura colpito con un violento calcio alla schiena che gli ha incrinato le costole.

Un agente della squadra cinofila ferito a una mano da una bomba carta.

Diversi poliziotti percossi con le aste delle bandiere con prognosi dai 10 ai 15 giorni.

Agli indagati contestati i reati di travisamento in occasione di manifestazione sportiva, possesso di oggetti atti ad offendere, lancio di materiale pericoloso, violenza/resistenza a pubblico ufficiale aggravata, lesioni personali aggravate

e manifestazioni esteriori del disciolto partito fascista per uno striscione esposto a fine partita dal chiaro contenuto antisemita, reso ancor più offensivo in quella data, il 27 gennaio, data in cui ricorreva la “Giornata della Memoria”.

Il titolo del libro di Primo Levi e sotto il disegno di un uomo, con la maglia del Vicenza, che si mangia un gattino, a sfottò dei vicentini magnagatti. Una coda giudiziaria pesante, a seguito del derby veneto.



 
Nessun commento per questo articolo.
INFORMAZIONE SULL'UTILIZZO DEI COOKIE PER QUESTO SITO. L'utilizzo dei cookies è finalizzato a rendere migliore l'esperienza di navigazione sul nostro sito. Se continui senza cambiare le tue impostazioni, accetterai di ricevere i cookies dal sito che stai visitando. In ogni momento potrai cambiare le tue impostazioni relative ai cookies: in caso le impostazioni venissero modificate, non garantiamo il corretto funzionamento del nostro sito. Alcune funzioni del sito potrebbero essere perse, non riuscendo più a visitare alcuni siti web. Per saperne di più, leggi l'informativa completa qui
ACCETTA