POST BRESCIA-PADOVA

E Corini gongola:
"Rimonta eccezionale"

07/10/2018 17:59

"Il riscaldamento è finito". Ecco cosa ha detto Eugenio Corini tra un tempo e l'altro, ai suoi, sotto di una rete. Insoddisfatto della prima frazione del suo Brescia, il tecnico ha strigliato una squadra che aveva visto "lenta, impacciata, incapace di creare pericoli seri". Ha inserito Tremolada "avevo bisogno di più qualità sulla trequarti", spiega, e tolto Gastaldello "due minuti prima dell'intervallo perché temevo di prendere il secondo gol". Il Brescia così è rinato. "Sì, è così - continua Corini intervistato nella mixed zone - Abbiamo subito un tempo il Padova, che è una squadra che dalla mentalità forte, ereditata dal campionato scorso vinto. Una squadra che ti concede poco, difende bene e che è pericolasa per le ripartenze. Il nostro primo tempo è stato brutto, il loro molto buono. Tra l'altro, il gol preso nasce da una punizione che non c'era, ma importa poco, perchè in area siamo rimasti a guardare". Ecco poi un altro Brescia nel secondo tempo. "Abbiamo accumulato tante occasioni, siamo stati arrembanti: possiamo dire che c'era solo una squadra in campo". Il Brescia per la prima volta ha recuperato da uno svantaggio. "Anche questo è un dato importante - chiude Corini - Ci sono sempre prove da superare e quindi bene averlo fatto oggi. E poi segnare quattro gol non è mai facile. Sono proprio contento".


 
Nessun commento per questo articolo.