PREMIO SPORTIVO

Premio Geremia: decisa
la rosa dei finalisti

09/10/2018 14:15

E’ stata decisa dopo mesi di letture e valutazioni da parte dei membri della giuria la rosa dei semifinalisti che si contenderanno la finale della quinta edizione del Premio letterario sportivo Città di Padova "Memo Geremia", che avverrà nella serata di gala prevista per il 15 novembre a partire dalle 20.45 nell’Aula Magna dell’Università di Padova. Alla riunione, presieduta dal professor Dino Ponchio, presidente della Giuria, ha portato anche il suo saluto il vicepresidente vicario di Confcommercio Lino Stoppani, accolto dal presidente Ascom Patrizio Bertin, dal vicepresidente dell’Ascom e della Camera Franco Pasqualetti e dal gruppo dei giurati presenti alla riunione.

Dei 60 titoli arrivati quest’anno entrano quindi in semifinale (citati in rigoroso ordine alfabetico):

"Il giro del mondo in una coppa" di Stefano Bizzotto (Il Saggiatore)

"Igor Cassina. Il ginnasta venuto dallo spazio" di Ilaria Leccardi (Bradipolibri)

"Vinca il peggiore" di Enrico Franceschini (66than2nd)

"Jesse e Joe" di Francesco Gallo (Ultra Sport)

"Eravamo immortali" di Manolo (Fabbri)

"Arpad Eisz e il littoriale" di Matteo Matteucci (Minerva)

"Fair Plat" di Claudio Pallottini (Marsilio)

"Crazy for football" di Francesco Trento con Volfango De Biasi (Longanesi)

Il Premio letterario è ideato da Confcommercio Ascom Padova con la collaborazione di ALI Librai Ascom Padova, il contributo del Comune di Padova e di Padova Promex e il patrocinio del Consiglio Regionale del Veneto, della Provincia di Padova, del Coni Regionale, della Camera di Commercio di Padova, e Unioncamere Nazionale, assieme alla società sportiva Petrarca Rugby, con la Banca Patavina di Sant’Elena e Piove di Sacco come main sponsor.

Il premio è nato con lo scopo di diffondere i valori ideali e culturali legati allo sport, promuovere la lettura ed i principi di passione e sportività da sempre richiamati dalla figura di Memo Geremia, indimenticato esponente del mondo dello sport padovano, grazie alla gentile concessione della famiglia.

Il Premio è dedicato ad una delle figure più carismatiche dello sport padovano del ‘900, e vede una giuria composta da operatori del settore, istituzioni, giornalisti e olimpionici padovani. Ha finora avuto come vincitori Lisi Bovolenta, Bebe Vio, Marco Tardelli e Alex Zanardi, mentre quest’anno vede in lizza 60 titoli a dimostrazione del grande interesse che suscita.


 
Nessun commento per questo articolo.