NUOVO MISTER

Foscarini: "Padova
piazza intrigante"

06/11/2018 13:33
"Rivedo facce che ho già visto quando ero a Cittadella e mi fa piacere. La chiamata è stata inaspettata, ma ho accettato con entusiasmo e sono qui per raggiungere l'obiettivo prefissato a inizio stagione". Sono queste le prime parole pronunciate da Claudio Foscarini, subentrato stamattina alla guida tecnica del Padova all'esonerato Pierpaolo Bisoli. "Ho visto la squadra dal vivo a Brescia e comunque l'ho seguita. Mi sembra che ci siano dei valori aldilà di qualche carenza che ci può essere. Lasciatemi il tempo di conoscere la rosa". Proprio sulla sfida persa malamente a Brescia Foscarini ha aggiunto: "Mi son detto: se una squadra gioca bene nel primo tempo credo possa esprimersi su quei livelli anche in altri contesti. Bisogna lavorare su questo". Foscarini ha firmato un contratto fino a fine campionato. Lo raggiungerà il vice Alessandro Turone e preparatore dei portieri rimarrà Adriano Zancopè. Chiodi che è stato con Foscarini un anno a Rimini potrebbe restare come preparatore atletico.
L'attenzione è ovviamente stata puntata sulla situazione che la squadra sta vivendo in spogliatoio: uno spogliatoio più che mai spaccato in questo momento. "31 giocatori sono tantissimi bisogna gestirli bene. Qualcuno rema contro? Non ho avuto questa impressione quando ho visto le ultime due gare. Non mi è sembrato che abbiano giocato contro l'allenatore", ha detto Foscarini. Da parte sua Bonetto ha aggiunto: "Sarà l'allenatore a confrontarsi con lo spogliatoio e a cercare di voltare pagina velocemente per scrivere un libro diverso da quello scritto fino ad adesso. Dobbiamo recuperare serenità".
 
Nessun commento per questo articolo.