CONTINENTAL SHIELD

Rovigo-Padova, razzismo:
Gavazzi dispiaciuto

15/01/2019 08:08

"Il rugby è contrario ad ogni forma di discriminazione. Sono dispiaciuto per quanto accaduto in Rovigo-Padova di Continental Shield. Apprezzabili le scuse. Cruciale mantenere saldi i nostri valori. Lavoriamo costantemente per farli comprendere e vivere dall'intero movimento".

Con questo tweet il presidente della federazione italiana rugby Alfredo Gavazzi commenta quanto accaduto durante il derby veneto di coppa europea tra Rovigo e Padova, squadra divise da una fiera rivalità, quando il tecnico dei rodigini Umberto Casellato aveva dato del "nero di m...." al neozelandese-samoano Jeremy Su'a entrato con troppa decisione in un raggruppamento. Casellato, il cui insulto era stato ascoltato dal quarto uomo, era stato espulso e negli spogliatoi si era poi scusato dicendo "ho fatto una cavolata".

Detto che un eventuale provvedimento disciplinare è di competenza dell'ente europeo a cui la competizione fa capo, in Fir si fa comunque notare che la Procura federale, dopo aver visto quanto riportato dalla stampa su questo episodio, ha facoltà di aprire un 'supplemento d'indagine' nel caso dovesse ritenere che l'accaduto possa "portare disdoro" all'immagine del rugby. Ma non è detto, si precisa, che ciò accada.

MARCATO CHIUDE L’EPISODIO

"E’ stato un episodio vergognoso, una cosa che non doveva succedere" commenta Andrea Marcato, allenatore del Petrarca Rugby, commenta così quanto accaduto sabato nel derby col Femi CZ Rovigo. "Conosco Casellato e sa di aver sbagliato - prosegue Marcato - è stato bravo e coraggioso a scusarsi, non è da tutti. Ha usato parole sbagliate, ma non bisogna estremizzare. Per me la questione è chiusa".


 
Nessun commento per questo articolo.