SUPERLEGA VOLLEY

Kioene impresa sfiorata
Modena vince 3-2

28/01/2019 09:30

Sono due punti d’oro quelli che Modena raccoglie alla Kioene Arena battendo 3-2 una Padova mai doma. Al di fuori di un terzo set dominato dagli ospiti, negli altri parziali i bianconeri hanno lottato alla pari, dando vita ad un primo set e a un tie break da applausi. Questa volta la Kioene non è riuscita a mettere a terra i palloni decisivi, con Urnaut a prendersi la palma di MVP del match nonostante un Louati davvero superlativo e autentico punto di riferimento dell’attacco patavino.

LA CRONACA. Nessuna novità rilevante nel sestetto di Padova, mentre Modena schiera al palleggio Keemink per Christenson ed è proprio l’alzatore ospite a realizzare l’ace del provvisorio 4-7. Un ottimo Louati cerca di tenere vicino Padova murando Zaytsev (10-11) ma è sull’attacco dell’11-14 di Urnaut che coach Baldovin chiede il primo time out discrezionale del match. Al ritorno in campo, l’errore in attacco di Zaytsev e l’ace di Polo riportano il punteggio in parità (14-14). La Kioene ribalta la situazione sul 21-19 con coach Velasco a chiedere pausa. Louati allunga al servizio (22-19) e Cirovic trova il set ball con l’attacco del 24-22. Modena però non molla e con Zaytsev trova il 24 pari. Con il video check protagonista nel finale, il lungo testa a testa si conclude per 35-33 con Louati a chiudere il parziale.

Buon avvio per la Kioene nel secondo set con Torres protagonista e sul muro del 6-2 di Louati arriva il primo time out discrezionale del match. Padova però commette troppi errori e questo consente a Modena di recuperare sul 7-7. E’ un testa a testa in cui Anzani continua ad essere sempre una spina nel fianco dei padroni di casa. Sul 18-19 coach Baldovin chiede time out ma nel finale l’Azimut Leo Shoes è più cinica: il colpo out di Louati regala il set ball sul 22-24 e a chiudere è il mani out di Urnaut per il 23-25.

Subito avanti Modena nel terzo set, con il muro vincente di Zaytsev su Cirovic per il provvisorio 3-6. Barnes prende il posto di Cirovic ma Urnaut è l’uomo in più in questa fase, trovando il punto del 6-11. Il muro modenese argina Torres, che abbandona il campo sull’11-18 lasciando posto a Premovic. Per Modena la strada è in discesa con Urnaut a mandare le squadre al cambio campo con la diagonale del 16-25.

Nel quarto set Padova riparte da Louati (5-3) che continua a mantenere il vantaggio fino al 10-8 con coach Velasco a chiamare i suoi in panchina. L’Azimut Leo Shoes però non perde la calma e sfrutta i colpi di classe di Bernordz per andare sul 18-20 con qualche errore di troppo in casa patavina. Volpato mura l’attacco modenese sul 23-22 e l’ace di Torres trova il set ball del 24-22. A chiudere è il primo tempo vincente di Volpato (25-23).

Il tie break comincia con l’ace di Louati e con l’errore di Bednorz in attacco che spara fuori il pallone del 5-2. A mandare le squadre al cambio campo è ancora lo schiacciatore francese (8-6). Pierotti rimane in campo per Bednorz e sul 10-8 Mazzone prende il posto di Holt. Il mani-out del 12-8 porta la firma di Cirovic e coach Velasco chiede time out. Padova si spinge sul 13-10 con Torres ma è Zaytsev a trovare i colpi che permettono di arrivare sul 13 pari. Il primo match point arriva sul servizio sulla rete di Pierotti (14-13) ma si va ai vantaggi. Sul 16-16 rientra Bednorz e sul 18-17 Volpato riceve il cartellino verde per aver ammesso il tocco proprio su un suo attacco. A chiudere il match 20-22 sono il servizio sulla rete del neo entrato Lazzaretto e l’attacco out di Louati.

SABATO A SIENA, POI ARRIVA VIBO VALENTIA. Sabato 2 febbraio la Kioene Padova sarà impegnata in trasferta con la Emma Villas Siena (ore 20.30). Il prossimo appuntamento casalingo alla Kioene Arena è fissato invece per domenica 17 febbraio alle ore 18.00 in occasione della sfida con la Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia.

IL TABELLINO.

Kioene Padova–Azimut Leo Shoes Modena 2-3

(35-33, 23-25, 16-25, 25-23, 20-22)

Kioene Padova: Polo 10, Louati 26, Cirovic 7, Volpato 15, Torres 20, Travica 3, Danani (L); Cottarelli, Premovic, Barnes 1, Lazzaretto 1, Bassanello (L). Non entrati: Sperandio. Coach: Valerio Baldovin.

Azimut Leo Shoes Modena: Bednorz 15, Zaytsev 25, Holt 10, Anzani 13, Urnaut 18, Keemink 5, Rossini (L); Pierotti 2, Mazzone 1. Non entrati: Van Der Ent, Pinali, Christenson, Kaliberda. Coach: Julio Velasco.

Arbitri: Simbari-Canessa.

Durata: 44’, 31’, 24’, 30’, 27’. Tot. 2h 36’

Spettatori: 3.916

Incasso: 65.027 Euro.





 
Nessun commento per questo articolo.