BASKET

La Virtus cerca la fuga
"...ma profilo basso"

09/02/2019 18:21
Prima in classifica, a pari punti con Cesena, la Virtus Antenore Energia Padova Basket è ora chiamata a confermare quanto di importante fatto fino ad oggi. Ossia una serie di prestazioni convincenti, oltre che vincenti. Ma c'è anche un peso da sopportare: quello delle aspettative, che di settimana in settimana diventano sempre più alte. Coach Rubini prova - deve - fare il pompiere. "Sì, l'entusiasmo è palpabile - conferma il tecnico - Ho allenato diverse prime squadre a Padova ma devo dire che mai come quest'anno ci si accorge di avere un seguito importante. Si sente l'entusiasmo della gente, durante le partite ma anche durante la settimana. Sia chiaro: questo è importante per andare avanti. E' pura benzina. Poi però sai che devi mantenere i piedi per terra. E allora guardi la classifica e vedi che sì, sei in testa...ma sei anche consapevole che bastano un paio di passi falsi per essere ripresi dal gruppone che corre alle nostre spalle". Quindi? "Profilo basso - dice Rubini - Se siamo arrivati dove siamo arrivati è solo per il coraggio del lavoro, per un approccio intelligente e consapevole del gruppo e la generale voglia di competere con i più forti. Se cambiassimo atteggiamento perderemmo tutto. Ma parlando con la mia squadra so di parlare con persone di una certa intelligenza, non solo sportiva". All'orizzonte, Lecco, prossima avversaria: "Lecco? Gran squadra con gran potenziale...ma sta vivendo una stagione strana. C'è stato un esonero di un allenatore che è stato poco comprensibile, nonostante il suo lavoro credo sia stato competitivo. Sarà difficile: ma a Lecco sarà difficile per tutti coloro che vogliono competere per la vetta".

 
Nessun commento per questo articolo.