Calcio Padova a scuola a Pontelongo

15/03/2019 07:53

Il Progetto Scuola è proseguito alla Scuola Elementare di Pontelongo, dove sono saliti in cattedra l’attaccante Alessandro Capello e la tifosa Anny Renna.

A tutti i bambini e le bambine è stato consegnato un voucher valido per 2 biglietti (1 bambino e 1 adulto) nei settori tribuna family e tribuna est in occasione delle partite Padova-Perugia e Padova-Cosenza. Il voucher può essere cambiato nella settimana della partita al Padova Store (via Roma 117, Padova), oppure online seguendo le indicazioni scritte sul voucher. In questo secondo caso si avrà la modalità di biglietto “stampa a casa”. Il giorno della gara non sarà possibile cambiare il voucher alla biglietteria.

Email inviata con successo

Lantech vince contro Torre del Grifo

13/03/2019 16:19

Sesta giornata di ritorno di campionato serie A1 femminile, tutto facile per la Lantech//Longwave Plebiscito Padova che supera per 16 a 2 il Torre Del Grifo ultimo in classifica. Sei i gol a segno da parte di Queirolo, tre di Ranalli e uno per la giovane Anna Cardillo e per la “veterana” Martina Savioli, tornata in acqua per l’occasione. Buona prestazione anche da parte del giovane portiere Carolina Giacon, in campo dal terzo tempo.

“La partita è stata abbastanza tranquilla” commenta il tecnico Stefano Posterivo “abbiamo giocato senza Grab, Armit e Gottardo, ma è stata comunque una partita piacevole perché ha permesso a chi gioca meno, e a chi non sempre è convocato, di scendere in acqua e giocare qualche minuto in più. Ora abbiamo un po’ di riposo prima di riprendere il campionato, sabato 6 aprile fuori casa contro Milano, e tuffarci in questo finale di stagione”.

Effettuata l’estrazione del tabellone di Final Four Euro League, le patavine non sono state fortunate: il 19/20 aprile sfideranno in semifinale, a Barcellona, la corazzata Sabadell alla ricerca di un posto in finale contro la vincente tra Olympiakos e Vouliagmeni. “Non siamo stati fortunati, ma ormai è una costante” continua Posterivo “i sorteggi non ci hanno mai dato una mano. Trovare il Sabadell in casa era la possibilità peggiore: penso che loro al momento siano inferiori solo alla nazionale statunitense, ma per noi dev’essere ancora più stimolante e motivante, perché alla fine giochi con una squadra fortissima. Comunque in una final-four di Coppa Campioni non puoi aspettarti un accoppiamento facile. Questo è sicuramente il più insidioso ma noi di sicuro non andiamo a fare le vittime sacrificali”.

TABELLINO

LANTECH//LONGWAVE PLEBISCITO PADOVA-ECOGRUPPO TORRE DEL GRIFO 16-2

PLEBISCITO PADOVA: Teani, Barzon 2, Savioli, Gottardo, Queirolo 6, Casson 1, Millo 1, Dario 1, Savioli 1, Ranalli 3, Meggiato, Cardillo 1, Giacon. All. Posterivo

ECOGRUPPO TORRE DEL GRIFO: Maimone, Esposito, Mirabella, Buccheri, Vitaliti 1, Morrison, Battaglia, De Mari, Mure', Longo, Halocka 1, Marletta, Mirabella. All. Malato

Arbitri: Bensaia e Valdettaro

Parziali 4-0, 7-1, 3-1, 2-0

Uscita per limite di falli Buccheri (Ecogruppo Torre Del Grifo) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Plebiscito Padova 4/10 più un rigore sbagliato da Barzon (parato da Maimone) nel secondo tempo, Ecogruppo Torre Del Grifo 2/7.

Email inviata con successo

Calcio Padova a 5 contro Gifema Diavoli

07/03/2019 18:29

Tempo di 22° giornata e scatta puntuale l'ora del derby padovano nel campionato di Serie C1 con il Calcio Padova C5 concentrato a conquistare cinque vittorie consecutive per non lasciare nulla di intentato nel caso in cui A-Team o United Futsal Rossano dovessero lasciare qualche punto per strada (l'ultima giornata è in programma lo scontro di diretto tra queste due compagini e qualche possibilità di agganciare i playoff, seppur minima, vi è ancora). Il girone d'andata ha dimostrato che certi filotti possono essere nelle corde dei biancoscudati ma ormai il tempo è quasi scaduto, occorre vincere da subito per evitare che nelle ultime quattro gare si scenda in campo solo per onor di firma; ospiti dei ragazzi di Candeo domani sera, 8 marzo, al PalaGozzano (fischio d'inizio ore 21.30) saranno gli altopadovani del Gifema Diavoli, compagine di Trebaseleghe che aspira ad entrare nelle posizioni nobili della graduatoria e venderà dunque cara la pelle anche per vendicare le due sconfitte patite sinora in stagione contro il Padova. Tornano tra i convocati Tchamesse e Iozzino dopo il turno di squalifica.

Email inviata con successo

Calcio Padova femminie vince contro il Brixen

07/03/2019 10:53

Fa bene la sosta al Padova femminile che dopo la brutta sconfitta a Vicenza supera in casa per 2-0 il Brixen Obi, guadagnando terreno sulla zona retrocessione. Dopo un tentativo finito a lato della altoatesine, le biancoscudate rompono subito l’equilibrio con Favero, ben servita da Ponte. Provano a reagire le avversarie, ma il Padova ribatte colpo su colpo e si rende a sua volta pericoloso con Sarain e due volte con Cattuzzo che colpisce pure un palo. La gara prosegue con i botta e risposta tra le due squadre e poco prima dell’intervallo arriva il raddoppio delle ragazze allenate da Murru grazie a Carli, imbeccata da Nicoletto che prima della mezzora aveva sostituito Carli. Nella ripresa spinge il Brixen per cercare di recuperare la gara, ma il Padova tiene botta e punge a sua volta con Spagnolo che impegna il portiere avversario e Rapesi, Nicoletto e Gastaldello che non trovano la porta. A tempo scaduto l’estremo altoatesino evita il tris su Nicoletto. Domenica prossima trasferta a Como.

TABELLINO

Calcio Padova femminile – Brixen Obi 2-0 || 6° giornata Ritorno

Reti: 7° Favero, 45° Carli

CALCIO PADOVA FEMMINILE: Orlando, Spagnolo, Didonè, Amidei, Dal Pozzolo, Sarain, Favero (st 26° Costantini), Cattuzzo (st 7° Gastaldello), Ponte (pt 27° Nicoletto), Michielon (st 25’ Rapesi), Carli.

GLI ALTRI RISULTATAI

Atletico Oristano-Unterland 1-7; Fiammamonza-Voluntas Osio 2-3; Padova-Brixen Obi 2-0; Permac Vittorio Veneto-Vicenza 1-0; Riozzese-Trento Clarentia 3-0; Venezia-Como 1-0.

LA CLASSIFICA

Vittorio Veneto 41, Riozzese 40, Venezia 29, Unterland 28, Trento e Voluntas Osio 25, Como 22, Brixen Obi 21, Padova 17, Vicenza 12, Fiammamonza 11, Atletico Oristano 0.

Email inviata con successo

Saggionetto al torneo "Beppe Viola"con la Spal

07/03/2019 07:46

Si svolgerà dal 7 al 12 marzo ad Arco di Trento la 48ª EDIZIONE del “TROFEO BEPPE VIOLA”. Il prestigioso Torneo giovanile Internazionale riservato alla categoria Under 17 vedrà per la prima volta la partecipazione della SPAL con il gruppo guidato da mister Fabio Perinelli.

Tra i giovani selezionati dai ferraresi (3 prestiti possibili per ogni società partecipante) ci sarà anche il granata NICHOLAS SAGGIONETTO, Under 17 classe 2002, in forza alla squadra di mister Romanin. Saranno 16 le squadre partecipanti, inizialmente suddivise in 4 raggruppamenti. Spal inserita nel girone C con Napoli, Parma e la Rappresentativa Under 17 del Ghana.

Cliccando QUI il sito del Torneo “Beppe Viola”.

CALENDARIO

- Giovedì 7 marzo: Napoli – SPAL, Ore 15:15 Arco Romarzollo (TN);

- Venerdì 8 marzo: SPAL – Parma, Ore 13:00 Bolognano (TN);

- Sabato 9 marzo: SPAL – Rappresentativa Ghana Ore 15:15, Arco Romarzollo (TN).

Email inviata con successo

L'apneista Mogavero atleta dell'anno

06/03/2019 08:02

Due importanti riconoscimenti in solo un mese per Antonio Mogavero, il 22enne campione di apnea padovano. Il 02 febbraio è stato accolto al Salone d’Onore del CONI dal Presidente Giovanni Malagò per la premiazione ufficiale dei medagliati internazionali FIPSAS 2018. Ad averlo festeggiato, invece, il 02 marzo è stato tutto il popolo dell’Eudi Show di Bologna, tra le più grandi fiere subacquee in Europa, dove è stato insignito del titolo di Atleta dell’Anno 2018 con la collega Livia Bregonzio dalla Presidente della CMAS, la Confederazione Mondiale delle Attività Subacquee, Anna Arzanova, e dal Presidente della FIPSAS, la Federazione Italiana di Pesca Sportiva e Attività Subacquee, Ugo Claudio Matteoli.

Antonio Mogavero, tra i più giovani apneisti di livello, da qualche giorno riconosciuto anche da Wikipedia, è nella squadra azzurra dal 2016, dopo una gavetta nel Club Sommozzatori Padova prima e nella squadra di Y-40 The Deep Joy dal 2017 ad ora, sempre sotto la guida di Marco Ruzza. Nel 2018 è salito due volte sul terzo gradino del podio alla 3^ edizione del Campionato Mondiale CMAS di Apnea Outdoor a Kas in Turchia, grazie ai - 91 metri in assetto costante con bipinne e ai -106 metri in assetto costante con monopinna.

“È stato un onore per me ricevere questi riconoscimenti, quanto portare nel mondo i colori della mia Nazione, motivo per cui mi impegno da sempre con grande passione e responsabilità. I Mondiali 2018 hanno rappresentato un’annata senza precedenti, una stagione di grandi successi, che mi proietta con grande grinta verso le competizioni internazionali 2019” ha detto Mogavero al termine della cerimonia.

Email inviata con successo

Il Campodarsego perde 2-1 con l'Arzichiampo

04/03/2019 14:05

Finale amarissimo: termina 1-2 il big match tra Campodarsego e Arzignano Valchiampo. Una sconfitta assolutamente immeritata per gli uomini di Andreucci, puniti al sesto di recupero della ripresa da un'autorete dopo aver più volte sfiorato il gol del nuovo vantaggio, dopo le reti di Zane e Bigolin.

Poche emozioni nei primi venti minuti di gioco: in una gara bloccata e molto tattica, il Campodarsego al 23' è già costretto al primo cambio, sostituendo l'infortunato Franciosi con l'ex Raimondi. La gara però si accende alla prima occasione utile, al 26', quando Scapin lancia in profondità Scandilori, che in area viene atterrato da Spaltro: l'arbitro indica il dischetto, e dagli undici metri lo specialista Zane non sbaglia e sblocca il punteggio. Al 29' il Campodarsego ha subito la chance per raddoppiare, ma Vuthaj da buona posizione non trova la palla sul cross basso di Seno. Nel finale, poi, Vanzan rischia di causare un altro penalty su Vuthaj, ma l'arbitro incredibilmente lascia correre.

Nella ripresa si alzano i ritmi del match, e l'Arzignano si fa vedere per la prima volta all'11', quando Valenti, appena entrato in campo, calcia di sinistro chiamando Cazzaro alla deviazione in angolo. Il Campodarsego replica al 16': Raimondi punta Ferri, calcia di sinistro e dopo la gran parata di Tosi la palla sbatte sulla traversa e finisce sul fondo. Al 27' altra potenziale chance per i vicentini, ma il colpo di testa di Forte, sulla punizione di Maldonado, finisce a lato. I vicentini premono, il Campodarsego si difende bene, ma al 37' subisce il pareggio: sul calcio d'angolo di Valenti, svetta Bigolin e fa 1-1. Nel finale il Campodarsego non ci sta e cerca con insistenza il gol del nuovo vantaggio, ma con Michelotto non riescono a finalizzare un bel contropiede, e all'ultimo respiro con Vuthaj, che colpisce di testa, sfiorano solamente il bersaglio. Nell'ultimissima azione, poi, Valenti sfonda da destra, e il suo cross basso è deviato da Colman Castro tra palo e portiere: una beffa amarissima per il Campodarsego, che cade per 2-1 in maniera incredibile e del tutto immeritata.

IL TABELLINO


CAMPODARSEGO-ARZIGNANO VALCHIAMPO 1-2

CAMPODARSEGO (4-4-2): Cazzaro; Seno, Leonarduzzi, Colman Castro, Scandilori; Caporali (29' st Michelotto), Pelizzer (42' st Trento), Zane, Scapin; Vuthaj, Franciosi (23' pt Raimondi). Non entrati: Tonello, Giorgi, Nnodim, Santinon, Barison, Bedin. All. Andreucci

ARZIGNANO VALCHIAMPO (4-3-3): Tosi; Spaltro, Ferri, Bigolin, Vanzan; Forte (46' st Burato), Maldonado, Hoxha (9' st Valenti); Parasecoli (24' st Serroukh), Fracaro, Pllumbaj. (Non entrati: Farina, Maronilli, Munaretto, Lovato, Antoniazzi, Odogwu). All.

D. Di Donato.

ARBITRO: Frascaro di Firenze (Signore-Dell'Orco).

RETI: 26' pt rigore Zane, 37' st Bigolin, 51' st aut. Colman Castro.

NOTE: ammoniti Pelizzer, Ferri, Vanzan, Parasecoli, Cazzaro, Leonarduzzi, Bigolin e Valenti. Recupero 2' e 6'. Calci d'angolo 5-7. Spettatori 700 circa.

Email inviata con successo

Basket in carrozzina, Padova alle Final Four

04/03/2019 08:48

Final Four e con il punto esclamativo. Al culmine di una stagione regolare travolgente, il Padova Millennium Basket Studio 3A centra, con un turno di anticipo, il primo obiettivo: la finale a quattro per la promozione in serie A in programma a Reggio Calabria il 29, 30 e 31 marzo. E lo fa in modo autoritario, superando in trasferta nel tiratissimo scontro diretto al vertice anche l’ultimo team in grado di insidiarlo, il Pdm Treviso, e staccandolo di sei lunghezze. I patavini potevano permettersi anche di perdere con meno di 12 punti di scarto, tanti ne avevano messi in cascina nel match d’andata, ma hanno voluto a tutti i costi ribadire il primato assoluto nel girone B infilando l’undicesima vittoria su altrettante sfide.

Casagrande, miglior marcatore con 17 punti, e compagni hanno sofferto un po’ in avvio, ma dopo l’intervallo lungo, grazie soprattutto a una difesa di ferro e ai positivi innesti di Pellegrini e Scandolaro, hanno assestato il break decisivo, difendendo poi fino alla fine il margine guadagnato nel terzo quarto. Le velleità di rimonta dei padroni di casa sono state spente definitivamente da una bomba da tre proprio di Casagrande a due minuti dalla sirena, e il big match si è chiuso sul 55 a 49. Alla fine, in casa Millennium Studio 3A, è esplosa la festa. “Nei primi due quarti siamo stati un po’ molli, ma poi siamo tornati a difendere come sappiamo: dico sempre che noi prima di tutto i canestri li facciamo in difesa – commenta coach Nardo – Finora è stata una stagione da incorniciare, i ragazzi sono stati tutti straordinari, anche chi ha giocato meno, ma il bello viene adesso: prima le coppe internazionali e poi le final four, cercando di dare sempre il massimo”. Da venerdì infatti il Pmb sarà impegnato a Notwill, in Svizzera, nelle qualificazioni dell'Eurolega 1, contro quintetti europei di livello medio-alto in un girone a cinque: gare che rappresenteranno dunque anche un ottimo rodaggio per la volata promozione in serie A. Sabato 16 marzo, quindi, il Millennim Studio 3A tornerà sul parquet amico di Piombino Dese per la passerella finale con l’Olympic Basket Verona per l’ultimo, ininfluente match della regular season di serie B, ma con l’obiettivo di fare 12 successi su 12. E dopo, testa a Reggio Calabria.

TABELLINO

PDM TREVISO - ASD PADOVA MILLENNIUM BASKET STUDIO 3A 49-55 (Parziali: 15-11, 16-16, 5-14, 13-14)

PDM TREVISO: Saracino (17), Giro (16), Benedetti 10, Ambrosetti (6). All. Cricco.

ASD PADOVA MILLENNIUM BASKET STUDIO 3A: Casagrande (17), Bernardis (11), Pellegrini (11), Bargo (11), Foffano (4), Scandolaro (1). All. Nardo.

Email inviata con successo

Padova C5 sconfitto ad Arzignano

02/03/2019 14:42

Torna a mani vuote il Padova dal PalaTezze di Arzignano scivolando in classifica addirittura al quinto posto, superato da Atletico Nervesa e Futsal Giorgione, le quali avranno ora il compito di rosicchiare qualcosa alle due battistrada per consentire la disputa dei play-off. Già in settimana conquistare un risultato appariva molto difficile per via delle numerose assenze, tuttavia l’A-Team temeva questo confronto visto che nei due precedenti tra campionato e coppa si è sempre trovato a rincorrere i biancoscudati, prova ne sono i festeggiamenti sugli spalti al termine dell’incontro dei dirigenti e supporters locali che oramai pregustano l’approdo in Serie B.

LA CRONACA

L’incontro parte con quella che sarà la falsa riga di tutti i quaranta minuti, ovvero possesso palla arzignanense e Padova sornione sulla difensiva pronto a ripartire non appena conquista la sfera. La tattica degli uomini di Candeo sembra crollare già al 5’ quando Mateus sulla sinistra finta di rientrare verso il centro per poi spostarsi il pallone sull’esterno e calciare ad incrociare: la conclusione viene solo toccata da Feverati (disturbato nell’occasione anche dal traffico all’interno della sua area) e termina in rete. Il Padova si scuote preso per mano dal suo capitano Carraro il quale si rende pericoloso dalle parti di Zambello con tre tiri in successione salvati tutti dall’estremo di casa; tuttavia è al 10’ che i biancoscudati vanno vicini al pari con Meggiorin che sfrutta un errato retropassaggio da calcio d’angolo e si invola verso la porta dell’A-Team, il classe ’88 intelligentemente anticipa la battuta a rete prendendo in controtempo Zambello ma questa termina, sfortunatamente per i biancoscudati, sulla base del palo alla destra del portiere. Pochi secondi prima di questa azione è bravo Feverati a respingere due tentativi dei fratelli Concato. Il Padova spinge e colleziona un’altra occasione con Alex e cui risponde la bella girata di sinistro di Tumiatti, proprio quest’ultimo poi, al 14’, dice qualche parola di troppo al direttore di gara e termina anzitempo la contesa lasciando i suoi in inferiorità numerica, vantaggio prontamente sfruttato dai biancoscudati che prima vanno vicini al pari con un sinistro di Carraro (nella circostanza Zambello si supera) e in seguito colpiscono grazie al destro ravvicinato di Rasula. La rete ristabilisce la parità numerica in campo e si riparte sempre con l’A-Team in possesso pericoloso a più riprese dalle parti dell’attento Feverati, ma è il Padova ad andare realmente vicino al gol con Meggiorin, servito da Carraro, stoppato da un prodigioso Zambello proprio nei pressi della linea di porta; sulla ripartenza successiva i padroni di casa falliscono una ghiotta occasione per via del tocco errato al centro dell’area da parte di Marco Concato. Ultima emozione di un appassionante primo tempo.

La ripresa vede i locali partire subito forte alla ricerca del vantaggio, il Padova prova a resistere anche per via della stanchezza che, man mano ci si avvicina al termine, attaglia sempre di più le gambe di Carraro e compagni costretti agli straordinari per sopperire alle numerose assenze. In questo contesto si erge ad assoluto protagonista Feverati, miracoloso sui tentativi di Marco Concato, bellissimo soprattutto il riflesso ravvicinato sulla conclusione da dentro l’area del numero 11 dove si distende in una frazione di secondo per chiudere la maggior porzione di specchio possibile. Nel mezzo il Padova si fa vedere con il rasoterra di Varotto (buona la sua gara, sarà un’arma in più per queste ultime cinque giornate) parato con la punta del piede da Zambello. I biancoscudati dopo i primi cinque minuti si ricompattano e lasciano pochissimi spazi agli avversari, di fatto non accade nulla fino al 10’ quando Matteo Concato si inventa una giocata da manuale dal limite dell’area fintando di andare sulla destra per poi rientrare velocemente verso il centro mandando in un sol colpo a vuoto il suo diretto marcatore e la palla in rete sul secondo palo. In svantaggio per una rete i ragazzi di Candeo alzano il baricentro ma inevitabilmente concedono il fianco all’A-Team che, con maggiori spazi a disposizione, sfiora il colpo del ko con Dobrosaljievic e Marco Concato, tuttavia è ancora Mateus ad andare a segno grazie una prodezza balistica di rara bellezza: servito dall’allenatore-giocatore Ranieri vicino alla linea di fondo sul lato mancino della difesa patavina scarica un destro potente che toglie le ragnatele all’incrocio dei pali sul lato opposto, veramente una rete da applausi. Nel finale il Padova prova ad inserire il portiere di movimento e la palla arriva a Feverati proprio mentre sta uscendo dal rettangolo di gioco, il giovane estremo difensore viene sorpreso dal passaggio azzardato e prova a giocare velocemente la sfera servendo però inavvertitamente Dobrosaljievic il quale innesca prontamente il contropiede locale concluso in gol da Dal Maso dopo un triangolo con Ranieri. L’incontro praticamente finisce qui con l’A-Team che fa girare palla e trascorrere gli ultimi secondi, mentre da parte padovana non si hanno ormai più le forze per effettuare un pressing organizzato.

TABELLINO

A-Team Futsal: 12 Zambello, 3 Deki, 6 Ranieri, 7 Mateus, 8 Dal Maso, 9 Tumiatti, 10 Dobrosaljievic ©, 11 Mar. Concato, 22 De Gori, 24 Matt. Concato, 26 Fahmi, 28 Colombara. All. Ranieri

Calcio Padova C5: 21 Feverati, 5 Paperini, 6 R. Mazzon, 7 Meggiorin, 9 Rasula, 11 Carraro ©, 12 A. Mazzon, 22 Varotto, 24 Alex, 25 Alberti, 26 Simonetti, 27 Tosato. All. Candeo

Arbitro: Hoxha (Este)

Arbitro 2: Soligo (Castelfranco Veneto)

Reti: 5’pt Mateus, 15’pt Rasula, 10’st Matt.Concato, 14’st Mateus, 17’st Dal Maso

Ammoniti: Carraro (P), Rasula (P), Colombara (A)

Esplusi: Tumiatti (A)

Email inviata con successo

Padova C5 - Arzignano,il mister carica il match

01/03/2019 12:52

Il Calcio Padova C5 giocherà venerdì alle 21.30 in trasferta contro l'Arzignano per tenere aperta la possibilità di agguantare la promozione tramite i play-off.

Mister Candeo rinuncerà, per cause di forza maggiore, a diversi giocatori chiave nell’incontro sin qui più importante del campionato. In caso di passo falso i biancoscudati dovranno vincere tutte le rimanenti 5 partite sperando in un paio di capitomboli, che appaiono improbabili, della squadra di Ranieri o del Rossano in modo da scongiurare il pericolo che non vengano disputati i play-off. “Sarà dura contro la squadra più attrezzata del campionato - spiega il mister - però non possiamo e non dobbiamo tirare i remi in barca, voglio vedere un Padova combattivo in quanto non abbiamo niente da perdere, certo ci saranno varie assenze tra squalifiche ed infortuni, questo comunque dovrà essere uno stimolo per i ragazzi a dare quel qualcosa in più e giocare anche per i compagni in tribuna che darebbero qualsiasi cosa per essere della partita, serve una prestazione di carattere ed orgoglio”.

L’allenatore di Ospedaletto analizza infine le sette partite sin qui disputate nel girone di ritorno: “Mi rode parecchio sentir dire che eravamo primi solo per circostanze fortunate però è altrettanto vero che sembriamo due formazioni diverse, non riusciamo più a trovare le forze mentali necessarie per affrontare serenamente le gare, inoltre questo periodo poco positivo è coinciso anche con una ecatombe di infortuni che sicuramente non ha aiutato. In ogni caso stasera sarà un’altra storia, proveremo a fare la nostra partita”.

Email inviata con successo