PLAYOFF

Kioene torna sulla terra
Trento va in semifinale

13/04/2019 20:01
Finisce con un 3-0 il cammino della Kioene Padova ai play off scudetto Superlega Credem Banca. In gara 3 l’Itas ha ritrovato i punti di Russel ma soprattutto la sicurezza che Kovacevic è riuscito a infondere ai suoi compagni di squadra. La Kioene ci ha provato, specialmente nel secondo set che si è rivelato il più combattuto. Con oltre duecento tifosi giunti da Padova, i bianconeri hanno provato a dare fondo a tutte le loro energie ma questa volta Trento è stata implacabile in attacco, non dando possibilità alla Kioene di recuperare dopo alcune sbavature. Per Padova però la delusione per questo match non è stata in grado di cancellare i sorrisi di una stagione straordinaria, tanto che il lungo applauso del pubblico veneto alla squadra a fine gara ha commosso più di qualche giocatore. La Kioene ha avuto un grande cuore e questo 2018/19 si ricorderà a lungo.
LA CRONACA. Il primo break del match è dei padroni di casa, che grazie a una diagonale del rientrante Kovacevic si portano avanti 6-3. Dall’altra parte della rete, Torres manda fuori l’attacco del provvisorio 9-5 con coach Baldovin a chiedere il primo time out discrezionale della gara. Al rientro in campo, Trento non sbaglia nulla e con Vettori arriva il muro su Barnes che vale il 13-6. Bella la reazione dei patavini, con Barnes a piazzare l’ace del 15-12, anche se è con Giannelli al servizio che l’Itas ritrova continuità: l’ace del 20-13 fa esultare il pubblico di casa. Questo taglia le gambe alla Kioene, con Trento a chiudere 25-18 grazie all’attacco di Vettori.
Il secondo set inizia con l’ace fortunoso di Torres (1-3) ma la Kioene soffre in ricezione e il capovolgimento arriva ancora una volta con Giannelli al servizio (5-4). Si lotta punto a punto ma coach Baldovin chiede pausa sul 13-11 con Trento più insidiosa al servizio. Cirovic e Barnes fanno staffetta in banda e sul 21-21 dopo attacco out di Vettori, coach Lorenzetti chiede pausa. Kovacevic trova il set ball con il mani out del 24-22 e il punto che manda le squadre a cambio campo è di Russel (25-23). Avvio con l’acceleratore pigiato per l’Itas, che con il servizio di Vettori aiuta Trento a staccare 4-1. La Kioene accorcia con Torres, ma è l’ace di Lisinac a mandare le squadre in panca sul punteggio di 7-4. I due colpi di classe di Kovacevic e Vettori permettono a Trento di staccare 11-6. Padova accusa il colpo a e il muro del 13-7 di Lisinac su Volpato costringe coach Baldovin a richiamare la squadra ai ranghi. Da qui i bianconeri subiscono i colpi di Kovacevic che trova il match ball sul 24-16 . A chiudere il match è il servizio sulla rete di Polo (25-17). «L’Itas ha giocato con grande ritmo, soprattutto al servizio in cui hanno dimostrato molta efficienza ha dichiarato al termine del match Valerio Baldovin, coach Kioene Padova - Cosa che noi non siamo riusciti a fare purtroppo. Nel secondo set abbiamo commesso delle imperfezioni nei momenti chiave. Kovacevic è un giocatore in grado di spostare gli equilibri e oggi l’ha fatto. Ripeto quanto detto già dopo gara 2, ossia che sono comunque molto orgoglioso di quanto siamo riusciti a fare quest’anno».
 
Nessun commento per questo articolo.