Castelgranata,nuovo club di tifosi nella Marca

11/07/2019 15:01

E' nato un nuovo club di tifosi granata. Si chiama Castelgranata e sarà il punto di riferimento per i tifosi del Cittadella nella Marca trevigiana.

L'inaugurazione si terrà giovedì 18 luglio alle 19.30 alla farmacia "La Natività" in via Enrico Fermi a Castello di Godego. Saranno presenti giocatori, staff e rappresentanti della società.

Tutti i tifosi sono invitati.

Email inviata con successo

Salti azzurri per Veronica Zanon

09/07/2019 14:42

Dall’esame di maturità all’esame… europeo. Lasciati alle spalle scritti e orali all’Istituto Girardi di Cittadella (peraltro ottenendo un brillante 96 su 100 all’indirizzo Relazioni Internazionali per il Marketing), Veronica Zanon è pronta a tornare a saltare in azzurro. La portacolori di Assindustria Sport è stata infatti convocata dal vicedirettore tecnico per le squadre giovanili Antonio Andreozzi per i Campionati Europei under 20 di Boras, in Svezia, in programma dal 18 al 21 luglio. La saltatrice di Galliera Veneta, già finalista continentale allieve di Gyor 2018, è stata selezionato per il salto triplo, specialità in cui difenderà i colori della nazionale assieme alla veneziana Camilla Vigato. "Mi spiace davvero moltissimo di non poter saltare al Meeting internazionale “Città di Padova” in programma martedì 16 luglio, ma sarò già impegnata con la Nazionale… diciamo che la mia sarà un’assenza giustificata - racconta l’allieva del tecnico Ormisda De Poli -. Quella al Colbachini sarebbe stata l’occasione per confrontarmi con tante campionesse sulla pedana in cui mi alleno spesso, ma agli Europei mi attende una concorrenza non meno nutrita. Parto sapendo di non avere nulla da perdere, col sogno di una qualificazione alla finale e decisa a far bene. Diciamo che il mio primo obiettivo è migliorare il mio personale, il piazzamento verrà di conseguenza. A vedere le misure di accredito, credo che ci sarà un bel gruppo di atlete a giocarsi il terzo gradino del podio, perché i primi due sembrano inavvicinabili. Io arrivo alle gare dopo un paio di settimane “particolari”, per via degli esami, ma so di aver lavorato come dovevo. La maturità è andata molto bene, speriamo anche l’Europeo".

Per Veronica, che ha iniziato il 2019 conquistando il titolo italiano juniores del lungo nei campionati indoor e vestendo la maglia della nazionale nel successivo incontro under 20 di Ancona, è l’occasione di migliorare il suo primato di 13.15 metri, realizzato a fine maggio proprio in una gara al Colbachini, e di regalarsi altre gioie dopo le tre medaglie vinte ai Tricolori juniores di Rieti di inizio giugno. Di sicuro tutta Assindustria Sport tiferà per lei.

Email inviata con successo

Campodarsego: in difesa ecco Calcagnotto

08/07/2019 08:38

Il Campodarsego Calcio comunica con soddisfazione di aver aggiunto una nuova pedina per la difesa della prossima stagione 2019/2020. E' stato raggiunto l’accordo per l’approdo in maglia biancorossa del difensore centrale Nicola Calcagnotto.

LA SCHEDA

Un profilo con alle spalle una carriera importante, nonostante la ancora giovane età. Nato a Castelfranco il 25 aprile 1993, Calcagnotto cresce nel vivaio del Treviso e debutta tra i “grandi” con il Real Vicenza nella stagione 2012/2013, collezionando 18 presenze in serie D. Passa al Belluno, prima di tornare alla corte vicentina vivendo la stagione in serie C della squadra biancorossa. Dopo altre due stagioni a Belluno, veste anche le maglie di Trento, Calvi Noale e Adriese.

LA PRESENTAZIONE

“Un giocatore che credo non stia ancora trovando le soddisfazioni che merita, da un anno e mezzo a questa parte”, spiega il direttore sportivo del Campodarsego, Andrea Maniero. “Un giocatore che mister Andreucci ha già avuto facendo grandi cose. Rimane uno dei difensori più quotati della categoria, un giocatore giovane e che l’allenatore ha voluto fortemente. Pensiamo di poterlo riportare ai livelli che merita, noi in questo momento cerchiamo proprio ragazzi che abbiano fame e voglia di riscatto”.

Così il tecnico biancorosso: “Un ragazzo che ho già avuto al Real Vicenza”, spiega mister Andreucci, “conosco la sua serietà e il suo modo di interpretare il calcio. Qui a Campodarsego sono sicuro che possa ritrovare la sua condizione migliore. Per caratteristiche, è un difensore roccioso e molto attento. Quello che mi piace di lui, è il modo estremamente positivo con cui lavora tutta la settimana, credo che in particolare nella sua esperienza a Belluno abbia dimostrato il suo valore. Un infortunio ha rallentato un po’ la sua carriera, ma sono convinto che qui a Campodarsego possa ritrovare lo spirito e la voglia di far bene”.

Email inviata con successo

Campo: a centrocampo arriva Cavallini

05/07/2019 11:33

Il Campodarsego Calcio comunica di aver raggiunto l’accordo per l’approdo in maglia biancorossa del centrocampista classe 1993 Matteo Cavallini, che nella prossima stagione vestirà la maglia del Campodarsego.

Centrocampista centrale o interno nel reparto di mediana, Matteo cavallini arriva dal Sandonà e vanta una lunghissima esperienza della categoria. Dopo le giovanili del Padova, ha giocato otto stagioni in serie D con le maglie di San paolo, Legnago, Inveruno, Seregno, Luparense, Este, Delta e, appunto, Sandonà. Quasi 200 presenze in serie D per un giocatore di sicura affidabilità. “Cavallini è un centrocampista di grande quantità e volontà”, spiega il direttore sportivo biancorosso, Andrea Maniero. “Un giocatore che dà tutto sul campo, un ragazzo per bene e che darà sicuramente il meglio di sé per la squadra, come in ogni annata che gli ho visto fare: è un giocatore umile, che sicuramente arriva da una brutta stagione a Sandonà vista la retrocessione quindi sono certo che avrà anche grande voglia di riscatto. Spero che questo possa dargli la spinta giusta per dimostrare che l’ultimo campionato è stato solo un incidente di percorso per lui”.

Email inviata con successo

Grigoletto confermato preparatore atletico

04/07/2019 12:03

Importante conferma nello staff bianconero, che continuerà ad avvalersi della professionalità del preparatore atletico Davide Grigoletto anche per la stagione 2019/20.

Nato a Treviso nel 1977, Grigoletto cresce professionalmente nella Sisley. Nel 2004 approda nel giro della Nazionale Juniores vincendo un bronzo agli europei Pre Juniores e un bronzo ai mondiali Juniores. Dopo un’esperienza in Polonia con lo Jastrzebski Wiegel – dove la squadra raggiunge un secondo posto in campionato nel 2006/07 – nel 2007/08 arriva a Trento con cui vince subito lo scudetto. Nel 2009 torna a Treviso (poi Belluno) fino al 2012 quando comincia a collaborare con la Società bianconera. "Secondo la mia esperienza – dice Grigoletto – sono due gli aspetti fondamentali che caratterizzano Padova. Il primo è legato all’organizzazione: c’è un sistema di lavoro collaudato con procedure ben precise che sono state affinate dallo staff negli anni. Il secondo è legato invece alle persone, che qui fanno la differenza. Non c’è mero “individualismo”: qui ognuno lavora per il bene della Società e per gli altri, affinché tutto funzioni al meglio".

Rispetto agli inizi della sua carriera, è mutato il modo di fare preparazione atletica? "Sì. Non solo la preparazione atletica, ma l’intera scienza dello sport è in continua evoluzione. Vi sono ambiti come quello biomeccanico e metabolico che una volta erano presi poco in considerazione. A maggior ragione, la pallavolo è una disciplina portata all’evoluzione, perché rispetto ad altre ha cambiato le proprie regole nel corso degli anni. Basti pensare che la pallavolo del cambio palla e quella del rally point system sono completamente diverse. E’ quindi fisiologico che ci si debba sempre adeguare alle nuove esigenze, sfruttando inoltre le conoscenze e gli approfondimenti che arrivano grazie agli studi e alle tecnologie applicate allo sport".

Cosa si aspetta dalla Kioene Padova relativamente al lavoro che farete in palestra? "Mi aspetto che i ragazzi lavorino con rigore e che siano allineati tra loro e con lo staff. Bisogna considerare che, complici i vari impegni, la squadra avrà poco tempo per prepararsi in vista della nuova stagione. Proprio per questo sarà necessario lavorare sodo, ma con calma e tranquillità. In questo credo che giochi un ruolo fondamentale il coach Valerio Baldovin, che negli anni ha dimostrato di aver ottenuto risultati molto importanti con i gruppi con cui ha lavorato".

Email inviata con successo

Altro colpo Campo: arriva Amadio

01/07/2019 14:59

E' stato raggiunto nelle ultime ore l'accordo per l'arrivo in biancorosso del giovane Marco Amadio, promettente centrocampista classe 1999 che da oggi è un nuovo calciatore del Campodarsego.

LA SCHEDA. Di origini trevigiane, nato a Motta di Livenza il 3 giugno 1999, Marco Amadio è un interno di centrocampo. Dopo gli esordi, all'età di soli nove anni, con la maglia dell'Opitergina, cresce nel vivaio della Liventina, dove si fa notare agli occhi degli osservatori della Cremonese, società decide di puntare su di lui. Dopo una stagione nella Berretti lombarda, passa in prestito al Sassuolo, con cui disputa il campionato Primavera. Torna a Cremona, e dallo scorso gennaio passa al Como, alla sua prima esperienza in serie D. Ora l'arrivo a Campodarsego.

LA PRESENTAZIONE. "Un centrocampista interessante, con grandi capacità fisiche", spiega il direttore sportivo Andrea Maniero. "Ha un gran calcio, un'ottima tecnica e una progressione importante. Un ragazzo che secondo me ha delle possibilità importanti: io l'ho visto giocare in un Cremonese-Cittadella e mi ha fatto davvero una grande impressione, poi l'ho visto anche allenarsi e notando in lui struttura, passo e forza. Mi è piaciuto, e ora che c'è stata la possibilità di prenderlo siamo andati a completare le trattativa. Penso che ci possa dare una grande mano in mezzo al campo: può giocare play basso a due, così come nel ruolo di mezz'ala a tre. Non avrà problemi a imparare quello che mister Andreucci gli chiederà, ha i mezzi per farlo. L'abbiamo preso anche perchè Scapin ha chiesto di andare via, ci siamo tutelati inserendo un ragazzo simile in rosa".

LE PRIME PAROLE. "Sono molto felice", le prime parole di marco Amadio, "Credo che Campodarsego sia la scelta giusta per me, ho conosciuto il mister e il direttore e mi hanno subito convinto, con un progetto che mi piace molto e con una fiducia in me che è stata sicuramente importante. Credo di aver trovato l'ambiente giusto per potermi esprimere al cento per cento, molti amici che giocano in serie D mi hanno sempre parlato benissimo di questo club e ora sono felicissimo di farne parte. Il mio obiettivo è fare il meglio, dare il cento per cento ogni giorno per questa maglia, e raggiungere i traguardi che ci siamo prefissati. La società mi ha dimostrato di credere molto in me, e questo mi ha fatto molto piacere".

Email inviata con successo

Al Campodarsego torna l'attaccante D'Appolonia

01/07/2019 12:54

Il Campodarsego ha ufficializzato l'accordo per il ritorno in biancorosso dell'attaccante Davide D'Appolonia. Reduce dalle esperienze a Crema e Matelica, Davide torna a Campodarsego dove aveva già militato con ottimi risultati tre stagioni fa.

Attaccante classe 1993, è nato a Venezia e proprio in Laguna ha mosso i suoi primi, importanti passi nel calcio dei "grandi". Nella stagione 2012-2013, dopo aver vinto il campionato Dilettanti, in Serie C2 colleziona 24 presenze e ben 10 reti, andando in doppia cifra alla sua prima stagione da professionista. Ha quindi militato poi con Savoia e Forlì, prima della prima esperienza in biancorosso.

Lo conosce benissimo il direttore sportivo Andrea Maniero, che non ha esitato a riprenderlo con sè: "L'avevo preso a Matelica e l'ho rivoluto perchè in campo dà tutto. Può giocare da esterno d'attacco o da prima punta, all'occorrenza, dove lo metti sta bene. Ha voglia di rivincita, perchè l'anno scorso nonostante i diversi gol messi a segno è un po' sceso dai suoi standard abituali, quindi credo abbia grande voglia di riscatto. Lo conosco bene, in campo dà sempre tutto e questa è la principale caratteristica per cui, con la società e mister Andreucci, abbiamo deciso di puntare su di lui. Sono questi i profili di giocatori di cui abbiamo bisogno, e che stiamo cercando".

Email inviata con successo

La Virtus piange la morte di Justo Bonetto

28/06/2019 10:59

La Virtus Basket Padova piange la perdita di Justo Bonetto grande artefice e protagonista della pallacanestro padovana e amico della società e del Presidente. In un momento così difficile la Virtus si stringe a Gherardo e a tutta la famiglia Bonetto.

Email inviata con successo

Campodarsego: arriva lo sloveno Sandi Arcon

28/06/2019 10:26

Il Campodarsego Calcio comunica di aver messo a segno, nelle ultime ore, un altro colpo in entrata. Il direttore sportivo Andrea Maniero, infatti, ha raggiunto l’accordo per l’arrivo in maglia biancorossa, per la prossima stagione, dell’attaccante sloveno Sandi Arcon.

LA SCHEDA

Sandi Arcon, nato in Slovenia il 6 gennaio 1991, è un esterno di fascia: esterno di sinistra, oppure attaccante esterno, nell’ultima stagione ha giocato e segnato con la maglia della Gemonese (11 gol in mezza stagione), nell’Eccellenza friulana, ma nel suo passato vanta numerose esperienze con diverse compagini e anche alcune presenze nelle coppe europee. Cresciuto nel Gorica, squadra con cui ha collezionato anche 7 presenze in Europa League, ha militato in patria anche nel Koper Capodistria, oltre a vestire la maglia degli israeliani dell’Ashdod e dei polacchi del Gornik Zabrze con cui, nella stagione 2017-2018, ha conquistato la promozione nella massima serie dell’Ekstraklasa. Da giovane, anche una presenza con la nazionale della Slovenia under 21, nel 2010, contro i pari età della Croazia.

Email inviata con successo

Al Campodarsego arriva l'attaccante Tonelli

26/06/2019 10:02

Il Campodarsego Calcio comunica di aver raggiunto l’accordo per l’acquisizione delle prestazioni sportive, in vista del campionato 2019/2020, di Simone Tonelli, attaccante classe 1991 reduce dal campionato di serie D vinto col Cesena.

Simone Tonelli, nato nel pesarese il 13 giugno 1991, è un attaccante esterno, capace di ricoprire anche il ruolo di trequartista. Cresciuto nelle giovanili del Cesena, debutta con il Santarcangelo, con cui nel 2010 conquista la promozione in C/2. Dopo tre stagioni tra i “pro”, anche con le maglie di Venezia e Forlì, passa tra Imolese, Romagna Centro, ancora Forlì. Dopo il Matelica e il terzo ritorno a Forlì, torna “a casa”, nel Cesena, vincendo l’ultimo campionato di D e contribuendo alla promozione romagnola con un gol e ben 9 assist per le reti dei compagni.

Queste le parole a riguardo del direttore sportivo Andrea Maniero: “Tonelli è un giocatore di sicura esperienza che farà certamente al caso nostro. Le sue caratteristiche si sposano al meglio col progetto che abbiamo in mente e con il profilo che sta ricercando mister Andreucci per la squadra del prossimo anno, siamo molto felici che abbia deciso di sposare la causa del Campodarsego e siamo sicuri che ci darà una grande mano”.

Email inviata con successo