RISTRUTTURAZIONE

"Il nuovo Euganeo
entro due anni"

10/07/2019 15:32

Un anno per assolvere i doveri burocratici, un anno per i lavori: il Calcio Padova potrebbe disputare la stagione sportiva 2021/22 in un Euganeo rinnovato. E' l'auspicio di Palazzo Moroni: con il Sindaco Giordani e l’assessore allo sport Bonavina a presentare un progetto di ristrutturazione particolareggiato, e che godrebbe già di diverse coperture finanziarie. A breve infatti potrebbero diventare disponibili 2 milioni di euro del Bando Sport e Periferie, 800mila euro stanziati dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo per realizzare un palazzetto per il basket e 3 milioni di euro come mutuo contratto col Credito sportivo. Finanziamenti che consentirebbero a Palazzo Moroni di realizzare il primo di due stralci: ossia, quello riguardante alla ristrutturazione della Curva Sud. Che cambierebbe così: dalla demolizione dell'attuale tribuna, alla costruzione di una nuova a ridosso della porta di calcio (dai 5 ai 10 metri). All'interno della nuova curva verranno realizzati un campo da basket regolamentare (1300 posti a sedere) e una pista da pattinaggio che daranno sul campo grazie a delle apposite vetrate. La curva sarà coperta, e al suo fianco verranno realizzati due nuovi giunti di collegamento con le tribune est e ovest. Lo stadio apparirebbe più chiuso (come effetto catino) e all'interno dei giunti troverebbero posto bar, ristorante e nuovi servizi igienici.

Altrettanto ambizioso il secondo stralcio, che riguarda la curva nord. Verrà avvicinata al campo (15 metri circa) ma rimarrà lo spazio per montare palchi per concerti anche internazionali. Alle spalle della curva nord verrà poi realizzata una struttura per l’arrampicata sportiva. Sono previsti altri due giunti di collegamento con le tribune est e ovest: uno dei due corpi conterrà la nuova sala Gos. La spesa prevista è simile a quella per i lavori in curva sud (ossia 5,5-6 milioni di euro): il Comune si è già attivato per trovare finanziamenti e coperture. "Cambierà Padova Ovest - ha detto il Sindaco Giordani - Questo è un progetto che soddisfa più realtà, Comune in primis. Significa concentrare il pubblico sportivo in un'area definita che sarà polivalente e che in futuro godrà di servizi come una nuova linea di autobus. Non potevamo più aspettare che si concretizzassero altri progetti relativi al rifacimento dello Stadio Euganeo: il 17 luglio saremo a Roma per raccogliere il primo finanziamento pubblico destinato all'impianto sportivo".

Tramonta così, parallelamente, il progetto dell’ex presidente del Calcio Padova, Roberto Bonetto, che lo scorso anno aveva presentato l'ipotesi di costruzione di un impianto nuovo, sempre a Padova Ovest, sul terreno di un Euganeo che sarebbe stato demolito. Progetto, questo, valutato in 100 milioni di euro: finanziamenti che evidentemente non è stato possibile reperire. Dalla passata proprietà biancoscudata, per ora, nessun commento: l'attuale, con il presidente Boscolo Meneguolo e l'ad Bianchi, è stata interessata e interrogata da Palazzo Moroni rispetto a questa nuova prospettiva di rifacimento. Ha dato un convinto ok, così come gli altri gruppi di interesse interpellati nelle ultime settimane (tifosi del Padova, associazioni di categoria, Giunta e capigruppo a Palazzo Moroni, ecc.). "Non voglio fare paragoni con altri progetti presentati in passato - ha aggiunto l'assessore Bonavina - ma questa ristrutturazione ci consentirebbe di ottenere, in tempi brevi, un impianto più moderno, più a misura di tifoso e soprattutto polifunzionale. E' un'area già deputata allo sport e riceverebbe atleti e tifosi di altre discipline: i parcheggi, per esempio, già ci sono. E l'idea è vincente anche perché non porterà alcun consumo del suolo e non ci sarà spazio per esercizi commerciali".




 
Nessun commento per questo articolo.