Fabian pronto per ultima tappa di Stagione

17/07/2019 13:50

Reduce dalla buona prestazione alla WTS di Amburgo, dove ha accumulato preziosi punti per la qualifica olimpica, Alessandro Fabian torna in gara nella settima tappa delle World Series di Triathlon prevista a Edmonton, in Canada, il 20 e il 21 luglio.

Il campione padovano, pettorale n°18, sarà in pista sabato 20 alle 17:30 ora locale (alle 2:30 in Italia), immerso nella natura selvaggia della regione di Alberta, che da quasi 20 anni ospita questa competizione. “Sono stato ad Edmonton anche nel 2018 ma il tracciato quest’anno sarà diverso, quindi sarà tutto da scoprire. Ho trascorso l’ultima settimana in ritiro a Flagstaff, in Arizona, e oggi partirò per il Canada. In questi giorni mi sono allenato bene, anche se ho preferito preservare le energie per favorire l’adattamento in altura, a 2100 metri. Le sensazioni e la forma sono positive, ma come sempre sarà la strada a dire se ho fatto bene!”

Il percorso su distanza sprint sarà così articolato: gli atleti si sfideranno all’inizio nella frazione di 750m di nuoto, poi nei 3 giri in bici da 6,3 km ciascuno costeggiando Emily Murphy Park e infine su un unico giro da 5 km attorno a Hawrelak Park.

La competizione di Edmonton si concluderà domenica con la Mixed Relay Series, terza e conclusiva tappa del circuito mondiale a staffetta della stagione.

Il prossimo e ultimo appuntamento dell’anno con la World Triathlon Series sarà la Grand Final di Losanna, in Svizzera, dal 29 agosto al primo settembre. Per Fabian potrebbe essere anche l’ultimo impegno agonistico in stagione.

Email inviata con successo

Settore giovanile Campo: ecco mister Michelti

17/07/2019 10:34

Comincia il nostro viaggio del Campodarsego nel Settore Giovanile che sta crescendo proprio in queste settimane. A partire da luned' 15 luglipo, andiamo a conoscere i volti. Il nuovo responsabile del vivaio del Campodarsego, Maurizio Bedin, sta scegliendo i giocatori per comporre la squadra tecnica della prossima stagione agonistica!

Cominciamo allora da Luca Michelti, scelto come allenatore della formazione Allievi Regionali, annata 2003: “Benvenuto Luca nella grande famiglia del Campodarsego Calcio”, spiega Maurizio Bedin. “Sono molto contento dell’arrivo di Luca perché è un ragazzo molto preparato e con un grande spessore umano. Mi ha fatto da allenatore in seconda nella mia esperienza a Spinea, negli Allievi e in prima squadra quindi conosce perfettamente come lavoriamo e cosa vogliamo io ed il mister Andreucci. Sicuramente sarà importante per la crescita dei nostri ragazzi che si avvicinano alla prima squadra”.

Email inviata con successo

Campodarsego: lavori al Gabbiano

17/07/2019 10:30

Lo stadio “Gabbiano” avanza a grandi passi verso una nuova dimensione. Nel tempo, l’impianto di via Olmo diventerà sempre più il quartier generale del Campodarsego Calcio, e nelle ultime ore due primi, importanti passi sono stati fatti. In primo luogo, il passaggio ufficiale della segreteria sportiva, che saluta il centro sportivo “Marconi” di Reschigliano dove sino ad oggi era sempre stata: da ieri, gli uffici di segreteria della prima squadra, del settore giovanile, e con essi le sale riunioni, sono arrivati in quella che d’ora in poi sarà la loro nuova ubicazione. Ma non ultimo, sono iniziati anche i primi lavori importanti al campo principale dello stadio “Gabbiano”: ruspe al lavoro per l’allargamento del recinto di gioco prospiciente alla tribuna, che sta per essere allargato di cinque metri alle spalle della porta opposta alla tribuna ospiti, con l’obiettivo, l’estate prossima, di uno spostamento materiale delle porte e del terreno di gioco per allargare lo spazio, sin qui esiguo, alle spalle delle due linee di porta.

“Per noi è una giornata importante”, spiega il presidente, Daniele Pagin, “Innanzitutto lo spostamento della sede al Gabbiano è un passaggio storico, perchè questo sarà il futuro del Campodarsego calcio, con lo stadio destinato a diventare la nostra base operativa in tutto e per tutto. Il Comune ci ha assicurato, ormai possiamo dirlo, che dopo l’estate arriverà il campo sintetico, e quindi questo diventerà davvero un centro sportivo con la ‘C’ maiuscola. Sono contento, perchè siamo arrivati ad un punto importante: il settore giovanile sta crescendo con grande entusiasmo, quest’anno arriveremo probabilmente ad avere circa trecento iscritti tanto che avremo due squadre Giovanissimi in più, e forse ce ne sarà anche una terza ulteriore. Da un altro punto di vista, sono iniziati anche i lavori per l’allungamento del campo di gioco, il Comune ci ha messo a disposizione questa facoltà e già per l’inizio del campionato questo stadio avrà un’immagine diversa da quella che eravamo abituati a vedere: ce n’era bisogno, con questi cinque metri in più dietro una porta, ora faremo il fondo e sistemeremo tutto, ci sarà finalmente spazio dietro la porta per i fotografi e per il riscaldamento, in attesa l’anno prossimo di spostare poi materialmente anche le due porte”.

Email inviata con successo

Ultras: Seguite la squadra nelle amichevoli

17/07/2019 10:02

Gli ultras del Calcio Padova attraverso un comunicato diffuso su facebook invitano i tifosi biancoscudati a stare vicino alla squadra sin dalle amichevoli del ritiro.

"Ripartiamo! Quest'anno abbiamo dovuto/voluto rinunciare, a malincuore, all'organizzazione del consueto ritiro: difficoltà nel reperire alloggi, località priva di servizi etc... ci han fatto desistere. Ci auguriamo dall'anno prossimo una location consona che ci permetta di poter proseguire la nostra tradizione; invitiamo comunque a seguire la squadra nelle amichevoli in programma, a partire dalla prima uscita stagionale prevista per sabato 20/07 dove noi saremo presenti. A breve comunicheremo altri importanti appuntamenti per la prossima settimana, tra cui una riunione generale pre-campionato giovedì 25 luglio; di vacanze, chi si adopera per la tifoseria, ne ha fatte poche. AVANTI I PADOVANI!"

Email inviata con successo

Pallanuoto maschile, Martinovic si dimette

12/07/2019 11:30

Dimissioni inattese quelle giunte pochi giorni fa dal tecnico della squadra maschile di pallanuoto: a tre settimane dalla chiusura dei play-out di A2 maschile, conclusi con un’ inaspettata retrocessione nella categoria inferiore, il montenegrino Igor Martinovic rinuncia all'incarico, spinto da motivi strettamente personali.

Una decisione che ora porterà la Società a cercare un nuovo tecnico per la prossima stagione, ma accettate nonostante le modalità non lineari: “seppur sorpresi per le modalità e i tempi della comunicazione da parte del nostro ormai ex tecnico Martinovic, comprendiamo ed accettiamo con serenità la decisione di interrompere qui la collaborazione con la nostra Società” commenta il Direttore del Plebiscito Padova David Barbiero “riconosciamo sicuramente al tecnico la grande dedizione al lavoro dimostrata durante la stagione e la grande professionalità evidenziata nell'operare quotidianamente in piscina con i ragazzi. Non entrando, comunque, nel merito della decisione ci teniamo a sottolineare che grande è la voglia da parte nostra, degli atleti, dello staff e della dirigenza tutta di tornare al più presto a lavorare sodo per tornare nella categoria più conforme alla nostra realtà pallanuotistica e cioè il palcoscenico della serie A nazionale, questo dando spazio ai tanti talenti, giovani e non, cresciuti in via del Plebiscito, che si sentono orgogliosi di indossare la calottina con i colori di questo club e di questa città”.

A riprova della grande voglia di riscatto da parte di tutto il Plebiscito Padova, gli stessi giocatori, a sole due settimane dal termine del Campionato, hanno già ripreso ad allenarsi con abnegazione, voglia e tanto spirito di rivalsa.

Email inviata con successo

Della Bernardina all'Olbia Calcio

12/07/2019 11:28

L’A.S. Cittadella comunica di aver ceduto le prestazioni sportive di Gabriele Dalla Bernardina all’ Olbia Calcio. Il difensore classe 1999 proseguirà dunque la sua avventura in Sardegna iniziata a gennaio.

Email inviata con successo

Ghiraldini: "Lavoro per tornare al più presto"

12/07/2019 08:07

Giornata di lavoro tra campo e palestra per la Nazionale Italiana Rugby che negli impianti di Pergine Valsugana – in provincia di Trento – prosegue la marcia di avvicinamento alla Rugby World Cup 2019 in calendario in Giappone a partire dal prossimo Settembre.

Nel terzo raduno in Trentino – in programma dal 7 al 14 luglio – insieme al gruppo Azzurro è tornato ad allenarsi il padovano Leonardo Ghirladini che prosegue la sua tabella di marcia per recuperare la forma ottimale in seguito all’infortunio rimediato contro la Francia nell’ultimo incontro del Guinness Sei Nazioni 2019 allo Stadio Olimpico di Roma lo scorso Marzo: “Sto recuperando e va sempre meglio. Ci sono delle tappe obbligatorie e un percorso da seguire, anche se mi piacerebbe molto già essere abile a fare tutto che quello che faccio ordinariamente in allenamento. E’ il mio primo infortunio importante della carriera. Sto scoprendo delle cose che non ho mai vissuto prima: stare ore e ore in palestra da solo ad allenarti è impegnativo perché vivi una giornata in modo diverso dai compagni di squadra e da quello che solitamente si fa in campo. Bisogna avere molta pazienza: è un lavoro meticoloso che ti coinvolge a 360 gradi fisicamente e mentalmente”.

“Ci sono giornate dove hai più motivazione rispetto ad altre e ci sono fattori che ti danno qualche spinta in più. Altri giorni devi alzare il piede dall’acceleratore e seguire al meglio la tua tabella di marcia. Il tutto senza un pallone tra le mani, senza un campo e senza tanti compagni di squadra che si allenano con te. E’ una esperienza diversa ma sto cercando di mettere in gioco tutto me stesso al mattino, pomeriggio, sera e anche la notte se necessario per recuperare. Sto provando a recuperare grazie anche allo staff della Nazionale che mi sta mettendo nelle migliori condizioni per lavorare” ha concluso il tallonatore Azzurro.

Email inviata con successo

Castelgranata,nuovo club di tifosi nella Marca

11/07/2019 15:01

E' nato un nuovo club di tifosi granata. Si chiama Castelgranata e sarà il punto di riferimento per i tifosi del Cittadella nella Marca trevigiana.

L'inaugurazione si terrà giovedì 18 luglio alle 19.30 alla farmacia "La Natività" in via Enrico Fermi a Castello di Godego. Saranno presenti giocatori, staff e rappresentanti della società.

Tutti i tifosi sono invitati.

Email inviata con successo

Salti azzurri per Veronica Zanon

09/07/2019 14:42

Dall’esame di maturità all’esame… europeo. Lasciati alle spalle scritti e orali all’Istituto Girardi di Cittadella (peraltro ottenendo un brillante 96 su 100 all’indirizzo Relazioni Internazionali per il Marketing), Veronica Zanon è pronta a tornare a saltare in azzurro. La portacolori di Assindustria Sport è stata infatti convocata dal vicedirettore tecnico per le squadre giovanili Antonio Andreozzi per i Campionati Europei under 20 di Boras, in Svezia, in programma dal 18 al 21 luglio. La saltatrice di Galliera Veneta, già finalista continentale allieve di Gyor 2018, è stata selezionato per il salto triplo, specialità in cui difenderà i colori della nazionale assieme alla veneziana Camilla Vigato. "Mi spiace davvero moltissimo di non poter saltare al Meeting internazionale “Città di Padova” in programma martedì 16 luglio, ma sarò già impegnata con la Nazionale… diciamo che la mia sarà un’assenza giustificata - racconta l’allieva del tecnico Ormisda De Poli -. Quella al Colbachini sarebbe stata l’occasione per confrontarmi con tante campionesse sulla pedana in cui mi alleno spesso, ma agli Europei mi attende una concorrenza non meno nutrita. Parto sapendo di non avere nulla da perdere, col sogno di una qualificazione alla finale e decisa a far bene. Diciamo che il mio primo obiettivo è migliorare il mio personale, il piazzamento verrà di conseguenza. A vedere le misure di accredito, credo che ci sarà un bel gruppo di atlete a giocarsi il terzo gradino del podio, perché i primi due sembrano inavvicinabili. Io arrivo alle gare dopo un paio di settimane “particolari”, per via degli esami, ma so di aver lavorato come dovevo. La maturità è andata molto bene, speriamo anche l’Europeo".

Per Veronica, che ha iniziato il 2019 conquistando il titolo italiano juniores del lungo nei campionati indoor e vestendo la maglia della nazionale nel successivo incontro under 20 di Ancona, è l’occasione di migliorare il suo primato di 13.15 metri, realizzato a fine maggio proprio in una gara al Colbachini, e di regalarsi altre gioie dopo le tre medaglie vinte ai Tricolori juniores di Rieti di inizio giugno. Di sicuro tutta Assindustria Sport tiferà per lei.

Email inviata con successo

Campodarsego: in difesa ecco Calcagnotto

08/07/2019 08:38

Il Campodarsego Calcio comunica con soddisfazione di aver aggiunto una nuova pedina per la difesa della prossima stagione 2019/2020. E' stato raggiunto l’accordo per l’approdo in maglia biancorossa del difensore centrale Nicola Calcagnotto.

LA SCHEDA

Un profilo con alle spalle una carriera importante, nonostante la ancora giovane età. Nato a Castelfranco il 25 aprile 1993, Calcagnotto cresce nel vivaio del Treviso e debutta tra i “grandi” con il Real Vicenza nella stagione 2012/2013, collezionando 18 presenze in serie D. Passa al Belluno, prima di tornare alla corte vicentina vivendo la stagione in serie C della squadra biancorossa. Dopo altre due stagioni a Belluno, veste anche le maglie di Trento, Calvi Noale e Adriese.

LA PRESENTAZIONE

“Un giocatore che credo non stia ancora trovando le soddisfazioni che merita, da un anno e mezzo a questa parte”, spiega il direttore sportivo del Campodarsego, Andrea Maniero. “Un giocatore che mister Andreucci ha già avuto facendo grandi cose. Rimane uno dei difensori più quotati della categoria, un giocatore giovane e che l’allenatore ha voluto fortemente. Pensiamo di poterlo riportare ai livelli che merita, noi in questo momento cerchiamo proprio ragazzi che abbiano fame e voglia di riscatto”.

Così il tecnico biancorosso: “Un ragazzo che ho già avuto al Real Vicenza”, spiega mister Andreucci, “conosco la sua serietà e il suo modo di interpretare il calcio. Qui a Campodarsego sono sicuro che possa ritrovare la sua condizione migliore. Per caratteristiche, è un difensore roccioso e molto attento. Quello che mi piace di lui, è il modo estremamente positivo con cui lavora tutta la settimana, credo che in particolare nella sua esperienza a Belluno abbia dimostrato il suo valore. Un infortunio ha rallentato un po’ la sua carriera, ma sono convinto che qui a Campodarsego possa ritrovare lo spirito e la voglia di far bene”.

Email inviata con successo