Pallanuoto, arriva Sara Centanni

07/08/2019 08:23

Si è concluso con un preziosissimo argento l’avventura del Setterosa Universitario alle Universiadi 2019, 30esima edizione estiva della prestigiosa manifestazione mondiale per Nazioni, a Napoli dal 3 al 14 luglio.

Le grandi protagoniste del torneo di pallanuoto femminile (le statistiche ufficiali delle marcatrici in chiusura manifestazione parlano chiaro) sono state le tre atlete portacolori della squadra patavina, Chiara Ranalli, Martina Gottardo e il neo-acquisto Agnese Cocchiere, insieme alla giocatrice napoletana Sara Centanni: è proprio lei l’ultima novità in casa Plebiscito, l’attaccante classe ’95 si unisce infatti alla folta schiera di atlete di prospettiva della squadra patavina.

“Sono molto felice della scelta che ho fatto poiché giocherò in un club prestigioso, pluriscudettato” commenta Sara “ho tanta voglia di rivalsa, soprattutto dopo l’argento alle Universiadi: un ottimo risultato, ma rimane l’amaro in bocca. L’obiettivo è quello di raggiungere un traguardo che possa appagarmi maggiormente. Sono felicissima dell’interesse di Stefano e della Società, di ritrovare alcune delle mie compagne di squadra del Setterosa universitario e di potermi confrontare quotidianamente con giocatrici di altissimo livello, poi mi piace tanto il progetto, soprattutto perché la squadra è composta da ragazze italiane. Non vedo l’ora di cominciare, forza Padova”.

Molto sodddisfatto anche il tecnico Stefano Posterivo: “Sara è una giocatrice su cui abbiamo puntato, scegliendo una persona determinata e con tante qualità. Ha delle caratteristiche che potranno essere utili alla nostra squadra. Sono soddisfatto di come siamo riusciti a sostituire le partenti con ragazze che hanno tanta voglia e determinazione”.

Email inviata con successo

Apre la campagna abbonamenti delle Lupe

27/07/2019 15:35

#IoTifoLupe: questo l'hashtag ufficiale della Campagna Abbonamenti 2019-20 Lupebasket, che partirà lunedì 19 agosto e che ancora una volta pensa ai tifosi gialloneri, proponendo loro prezzi popolari per seguire con un unico abbonamento non solo la Serie A1, ma anche la Serie A2. Un'offerta unica nel panorama cestistico femminile, quest'anno con ancora più partite.

Con l'allargamento del massimo campionato a 14 squadre, infatti, la stagione regolare di A1 avrà quattro giornate in più, due in casa. Nell'abbonamento sono incluse l'intera stagione regolare di A2 e gli eventuali playoff (fino alle semifinali) o playout di entrambi i campionati, e dunque si arriva facilmente oltre le 30 partite complessive (lo scorso anno furono 31), e ciò significa che il risparmio sarà anche quest'anno vicino al 70%, rispetto a quanto si spenderebbe acquistando il biglietto ad ogni partita (e comunque attorno al 50% per chi è interessato solo alla A1).

Anche quest'anno inoltre super vantaggi per i più giovani, che fino ai 21 anni potranno entrare gratuitamente.

Qui è possibile vedere i calendari, pubblicati nei giorni scorsi, del Fila per la A1 e del Fanola per la A2.

Email inviata con successo

Il raduno del Campodarsego

23/07/2019 10:46

Inizia ufficialmente l'avventura della stagione 2019-2020 del Campodarsego. Ieri pomeriggio, sul campo dello stadio "Gabbiano", primo raduno stagionale per la nuova formazione biancorossa agli ordini dello staff tecnico e di mister Antonio Andreucci. Tutti i ragazzi, i reduci dello scorso anno e i nuovi acquisti giunti in questo mercato estivo, hanno preso la prima confidenza con la realtà, il quartier generale, lo staff tecnico e il campo di gioco. Prima della seduta, il presidente Daniele Pagin ha voluto radunare tutta la squadra e lo staff e dare a tutti il benvenuto come da tradizione. Primi discorsi e benvenuto alla squadra che sono poi arrivati anche dal direttore sportivo, Andrea Maniero, e dal tecnico della prima squadra. Nell'occasione, il presidente Pagin e mister Andreucci hanno voluto rivolgere un pensiero, sentito e di vicinanza, al segretario sportivo della squadra, Massimo Puppo, colpito negli ultimi giorni da un grave lutto in famiglia e che per questo non è potuto essere presente al primo raduno stagionale.

Sul campo, poi, primo allenamento stagionale per la squadra, che per tutta questa settimana si allenerà sul campo del "Gabbiano" dove sabato disputerà poi una prima amichevole in famiglia.

CAMPODARSEGO CALCIO 2019/2020

Portieri: Andrea Aspergh (2000).

Difensori: Andrea Acquistapace (2000), Christian Bedin (2001), Nicola Boscolo Bisto (2000), Nicola Calcagnotto (1993), Andrea Giacomini (2001), Maycol Lazzaretto (2000), Omar Leonarduzzi (1983), Nicolò Montin (1994), Leonardo Pilotto (2001).

Centrocampisti: Marco Amadio (1999), Sandi Arcon (1991), Matteo Cavallini (1993), Alessandro Coppola (2000), Stefano Pelizzer (1995), Simone Tonelli (1991), Matteo Callegaro (1997).

Attaccanti: Vincenzo Calì (1994), Davide D'Appolonia (1993), Alberto Gomes De Pina (1993), Edoardo Nalesso (1999).

Staff tecnico: Antonio Andreucci (allenatore), Luciano Stevanato (all. in seconda), Luca Sabbadin (prep. atletico), Cristian Aljaberi (prep. portieri), Giuseppe Giacomini (fisioterapista).

Email inviata con successo

Matteraglia argento agli Europei U21 di Hockey

22/07/2019 07:39

Va alla Scozia (già vincitrice nel torneo Maschile: 9-0 in finale alla Russia) la vittoria dell’Europeo Under 21 Femminile di Alanya, in Turchia, ma l’Italia, nelle cui file ha giocato anche la padovana Anna Matteraglia, portacolori del Cus, è andata oltre le più rosee aspettative.

Le britanniche si sono imposte in finale sull’Italia, che avanti al 12’ con il gol su corto di Candela Carosso (a segno per la terza gara consecutiva) ha subito la rimonta scozzese prima di metà gara (Booth su corto al 25’) e il sorpasso a 10’ dalla fine con Nyirenda. Sul finire di partita i gol di Blaikie (54’) e ancora Nyirenda (56’), che hanno reso decisamente ingeneroso il passivo per una buona Italia.

Le Azzurrine di Roberto Carta chiudono al secondo posto un Europeo Pool B giocato da grandi protagoniste e nel quale rimarrà indelebile il ricordo dell’eccezionale rimonta (da 0-4 a 4-4) in semifinale con il Galles, poi piegato ai rigori. E grande soddisfazione per Anna, mezzala sinistra fresca di maturità al Liceo scientifico Cornaro, applaudita sugli spati anche da papà Gian e da mamma Cristina.

Email inviata con successo

Beppe Artuso rinuncia alla carica di D.G.

20/07/2019 10:40

Il Petrarca Rugby rende nota la comunicazione fatta alla società da Beppe Artuso, che rinuncia alla carica da Direttore Generale. Questa la dichiarazioe di Artuso: “Vi comunico che, con dispiacere, rinuncio alla carica di direttore generale per problemi di salute. Nonostante il mio impegno non riesco a mantenere i ritmi che questa carica richiede. Valuteremo in futuro se sarà possibile proseguire la collaborazione con il club in altre forme”.

Il Petrarca Rugby prende atto della sua decisione e desidera ringraziare Beppe Artuso per la passione e lealtà che hanno sempre contraddistinto la sua opera.

Email inviata con successo

"Il miglior meeting degli ultimi 20 anni"

19/07/2019 12:10

Mai c’era stato un Meeting così bello. Almeno da quando esistono le graduatorie della Iaaf - l’Associazione Internazionale delle Federazioni di Atletica Leggera - che consentono di valutare in maniera oggettiva gli eventi di questo tipo, vale a dire dal 2001. Ebbene, quelle appena sfornate assegnano al “Città di Padova” una “competition ranking” di 84.427 punti, più che in qualsiasi altra precedente edizione. La valutazione tiene conto dei primi 5 risultati tecnici delle 12 migliori gare, sommandoli, e di una serie di altri parametri legati agli atleti presenti. Ebbene, solo in un’altra occasione, nel 2017, era stata superata quota 84 mila (si arrivò a 84.053), rimanendo comunque al di sotto della prestazione offerta martedì 16 luglio. Peraltro, la manifestazione organizzata da Assindustria Sport si conferma negli anni su livelli medi altissimi, tant’è che soltanto in due edizioni, nel 2015 e nel 2010, è rimasta sotto la soglia degli 80 mila punti (furono rispettivamente 79.778 e 79.234). Solo il Golden Gala, quarto, sopravanza il “Città di Padova” nel ranking internazionale del 2019 tra gli eventi allestiti in Italia. 18° nelle gerarchie mondiali, l’evento patavino è uno dei soli tre ospitati dal Belpaese presenti nei primi 100 posti (all’89° c’è il “Città di Savona”).

"È un risultato che ci riempie di orgoglio - commenta il presidente Leopoldo Destro -, e che testimonia quanto il nuovo Stadio Colbachini, inaugurato con l’edizione del 2018, sia performante grazie alla qualità di pista e pedane. È un impianto pensato per l’atletica e ideale per supportare chi gareggia, consentendogli di esprimersi al meglio. A regalarci ancora più soddisfazione del ranking internazionale - che premia la scelta di organizzare la rassegna a luglio, prima dei Mondiali - è il generale entusiasmo espresso dagli atleti e dai loro manager, che hanno rimarcato quanto l’accoglienza e i servizi offerti siano stati ottimi. Oggi, però, vogliamo misurarci con i più grandi eventi internazionali e, per farlo, sappiamo di dover migliorare ancora. Possiamo riuscirci anche grazie a Padova, città che, come ci ha confermato chi non c’era mai stato, ha ammaliato gli atleti con la sua bellezza. Non è un aspetto secondario: il Meeting, ripreso anche all’estero e quest’anno seguito persino in Giappone, è un evento fondamentale per la promozione dello sport e dell’atletica in particolare e, allo stesso tempo, è un’occasione unica per farsi conoscere e promuovere la città e lo splendido territorio che le fa da sfondo. Occorre che tutti ne siano consapevoli".

Negli occhi degli appassionati restano i 5 record della manifestazione realizzati in questa XXXIII edizione. A “pagare” di più, in termini di punteggio tecnico, è stato proprio uno dei 5 primati: i 14.87 metri raggiunti dalla campionessa del mondo venezuelana Yulimar Rojas nel triplo, capaci di fruttare 1.207 punti. Seconda piazza per l’altra regina, la sprinter giamaicana Shelly-Ann Fraser-Pryce, che ne ha raccolti 1.200 col suo 11”00 nei 100. Terzi a pari merito il velocista delle Fiamme Oro Marcell Jacobs (1.196 col suo 10”03) e l’ostacolista giamaicana Megan Tapper, che ne ha messi assieme altrettanti grazie al suo 12”66 nei 100hs.

Email inviata con successo

"Aladje" completa l'attacco del Campo

18/07/2019 13:35

Il Campodarsego Calcio comunica di aver raggiunto l’accordo per il passaggio in maglia biancorossa dell’attaccante portoghese, classe 1993, Alberto Aladje Gomes de Pina. Il giocatore, da oggi, è a tutti gli effetti un nuovo elemento della rosa del Campodarsego, e va a completare il reparto avanzato a disposizione di mister Andreucci.

LA SCHEDA

Alberto Aladje Gomes de Pina, noto anche semplicemente come “Aladje”, è nato in Guinea il 22 ottobre 1993, ma è di passaporto portoghese. Attaccante mancino, cresce nel vivaio del Padova prima di passare anche per Chievo e Sassuolo. Dopo il prestito all’Aprilia, nel 2014 milita in Lega Pro Seconda Divisione con la maglia del Delta Porto Tolle. Nelle stagioni successive gioca con Pro Vercelli (1 presenza in serie B), Real Vicenza, Prato e Ischia (43 presenze e 7 gol complessivi in Lega Pro), prima di sbarcare in serie D: nelle ultime tre stagioni, ha segnato 15 gol col Ponsacco, 11 col Savona, e 11 col Gavorrano. Nel 2013 ha partecipato anche al torneo di Tolone, con la maglia del Portogallo Under 21, mettendosi in mostra e guadagnandosi anche la chiamata per il successivo mondiale Under 20: tre i gol messi a segno nel girone eliminatorio, uno alla Nigeria, uno alla Corea del Sud, un altro a Cuba.

LE PAROLE

“Si tratta di un giocatore che conosco da tempo”, spiega il direttore sportivo, Andrea Maniero. “Lo avevo cercato due anni fa, ma aveva firmato un contratto col Carpi e fu girato in prestito al Savona. L’avevo visto giocare ai tempi del Delta, in Lega Pro, è cresciuto nel settore giovanile del Padova, prima di passare al Sassuolo in serie A. Si tratta di un ragazzo ancora giovane, è del 1993, ed è altro un metro e novanta: è un attaccante che può ricoprire più ruoli, indifferentemente da prima o da seconda punta perchè è molto mobile e tra potenza atletica e accelerazione ha grandi frecce al suo arco. Arriva sempre in doppia cifra nelle ultime stagioni, ma secondo me può fare potenzialmente ancora di più”.

Così, invece, il benvenuto di mister Andreucci: “Un giocatore importante, di categoria, giocatore che ha anche giocato in Lega Pro ed ha avuto esperienze importanti. Un attaccante che può fare molto bene tutti i ruoli del reparto, ha una stazza notevole ma è anche un giocatore tecnico. La forza fisica è la sua qualità migliore, è bravo nel gioco aereo e va a completare il nostro attacco. Sono molto contento del suo arrivo, lì davanti ora siamo al completo: abbiamo più soluzioni, e la sua duttilità è un grande vantaggio”.

Email inviata con successo

Fabian pronto per ultima tappa di Stagione

17/07/2019 13:50

Reduce dalla buona prestazione alla WTS di Amburgo, dove ha accumulato preziosi punti per la qualifica olimpica, Alessandro Fabian torna in gara nella settima tappa delle World Series di Triathlon prevista a Edmonton, in Canada, il 20 e il 21 luglio.

Il campione padovano, pettorale n°18, sarà in pista sabato 20 alle 17:30 ora locale (alle 2:30 in Italia), immerso nella natura selvaggia della regione di Alberta, che da quasi 20 anni ospita questa competizione. “Sono stato ad Edmonton anche nel 2018 ma il tracciato quest’anno sarà diverso, quindi sarà tutto da scoprire. Ho trascorso l’ultima settimana in ritiro a Flagstaff, in Arizona, e oggi partirò per il Canada. In questi giorni mi sono allenato bene, anche se ho preferito preservare le energie per favorire l’adattamento in altura, a 2100 metri. Le sensazioni e la forma sono positive, ma come sempre sarà la strada a dire se ho fatto bene!”

Il percorso su distanza sprint sarà così articolato: gli atleti si sfideranno all’inizio nella frazione di 750m di nuoto, poi nei 3 giri in bici da 6,3 km ciascuno costeggiando Emily Murphy Park e infine su un unico giro da 5 km attorno a Hawrelak Park.

La competizione di Edmonton si concluderà domenica con la Mixed Relay Series, terza e conclusiva tappa del circuito mondiale a staffetta della stagione.

Il prossimo e ultimo appuntamento dell’anno con la World Triathlon Series sarà la Grand Final di Losanna, in Svizzera, dal 29 agosto al primo settembre. Per Fabian potrebbe essere anche l’ultimo impegno agonistico in stagione.

Email inviata con successo

Settore giovanile Campo: ecco mister Michelti

17/07/2019 10:34

Comincia il nostro viaggio del Campodarsego nel Settore Giovanile che sta crescendo proprio in queste settimane. A partire da luned' 15 luglipo, andiamo a conoscere i volti. Il nuovo responsabile del vivaio del Campodarsego, Maurizio Bedin, sta scegliendo i giocatori per comporre la squadra tecnica della prossima stagione agonistica!

Cominciamo allora da Luca Michelti, scelto come allenatore della formazione Allievi Regionali, annata 2003: “Benvenuto Luca nella grande famiglia del Campodarsego Calcio”, spiega Maurizio Bedin. “Sono molto contento dell’arrivo di Luca perché è un ragazzo molto preparato e con un grande spessore umano. Mi ha fatto da allenatore in seconda nella mia esperienza a Spinea, negli Allievi e in prima squadra quindi conosce perfettamente come lavoriamo e cosa vogliamo io ed il mister Andreucci. Sicuramente sarà importante per la crescita dei nostri ragazzi che si avvicinano alla prima squadra”.

Email inviata con successo

Campodarsego: lavori al Gabbiano

17/07/2019 10:30

Lo stadio “Gabbiano” avanza a grandi passi verso una nuova dimensione. Nel tempo, l’impianto di via Olmo diventerà sempre più il quartier generale del Campodarsego Calcio, e nelle ultime ore due primi, importanti passi sono stati fatti. In primo luogo, il passaggio ufficiale della segreteria sportiva, che saluta il centro sportivo “Marconi” di Reschigliano dove sino ad oggi era sempre stata: da ieri, gli uffici di segreteria della prima squadra, del settore giovanile, e con essi le sale riunioni, sono arrivati in quella che d’ora in poi sarà la loro nuova ubicazione. Ma non ultimo, sono iniziati anche i primi lavori importanti al campo principale dello stadio “Gabbiano”: ruspe al lavoro per l’allargamento del recinto di gioco prospiciente alla tribuna, che sta per essere allargato di cinque metri alle spalle della porta opposta alla tribuna ospiti, con l’obiettivo, l’estate prossima, di uno spostamento materiale delle porte e del terreno di gioco per allargare lo spazio, sin qui esiguo, alle spalle delle due linee di porta.

“Per noi è una giornata importante”, spiega il presidente, Daniele Pagin, “Innanzitutto lo spostamento della sede al Gabbiano è un passaggio storico, perchè questo sarà il futuro del Campodarsego calcio, con lo stadio destinato a diventare la nostra base operativa in tutto e per tutto. Il Comune ci ha assicurato, ormai possiamo dirlo, che dopo l’estate arriverà il campo sintetico, e quindi questo diventerà davvero un centro sportivo con la ‘C’ maiuscola. Sono contento, perchè siamo arrivati ad un punto importante: il settore giovanile sta crescendo con grande entusiasmo, quest’anno arriveremo probabilmente ad avere circa trecento iscritti tanto che avremo due squadre Giovanissimi in più, e forse ce ne sarà anche una terza ulteriore. Da un altro punto di vista, sono iniziati anche i lavori per l’allungamento del campo di gioco, il Comune ci ha messo a disposizione questa facoltà e già per l’inizio del campionato questo stadio avrà un’immagine diversa da quella che eravamo abituati a vedere: ce n’era bisogno, con questi cinque metri in più dietro una porta, ora faremo il fondo e sistemeremo tutto, ci sarà finalmente spazio dietro la porta per i fotografi e per il riscaldamento, in attesa l’anno prossimo di spostare poi materialmente anche le due porte”.

Email inviata con successo