DOPO MODENA-PADOVA

Sullo alza l’asticella
“Essere protagonisti”

10/09/2019 00:08
Lo chiede mister Sullo al suo gruppo, in sala stampa, dopo Modena-Padova: “I complimenti vanno tutti ai ragazzi. Quando giochi lo scopo è vincere, e la squadra ha messo in campo questo: la voglia di vincere il duello, anticipare il contrasto. È quanto gli viene chiesto: fino ad oggi il gruppo ha dato risposte eccezionali”. La voglia di essere protagonisti di un nuovo percorso. Sullo lo rivendica con orgoglio. “C’è una strada tracciata ed è quella di un allenatore, e quell’allenatore sono io”.
Più che di numeri preferisce parlare di interpreti. “Il calcio non è numeri, quella è cosa da playstation. Il calcio è tempo e spazio: ci sono decisioni da prendere, e le prende l'allenatore. Non è detto che siano sempre corrette, eh. Ma si interpreta la partita seguendo le caratteristiche dei propri giocatori, in virtù delle caratteristiche degli avversari. Nel secondo tempo c'era poco spazio per palleggiare, il Modena era avanzato nella nostra metà campo...ma quando ci riuscivamo andavamo in porta. Una ripartenza poteva chiudere la partita. E purtroppo non è stato così. Per palleggiare in quegli spazi ancora non siamo pronti: spero di arrivarci, ma ancora è troppo presto”.
Partita ruvida. Sinceramente ho visto un paio di entrate più dure del normale, una per parte. Per il resto sono stati contrasti che fanno parte del gioco. Il calcio è contatto. Abbiamo portato a casa tre punti da una sfida delicatissima. Il
Modena si è rivelata squadra validissima che ha saputo metterci in difficoltà. Sono convinto che l'abbiamo portata a casa con merito”.
Arriva il Carpi. “È un big match come per me lo è ogni partita: sono sincero, non è una frase fatta. Ogni partita è l’occasione per dimostrare di avere fame di vincere, ancora: essere protagonisti. Ci godiamo questa vittoria e ripartiamo immediatamente“.
 
Nessun commento per questo articolo.