Sconfitta a Chioggia per il Campodarsego

28/10/2019 09:21

Arriva, in maniera del tutto immeritata, la prima sconfitta stagionale del Campodarsego, battuto di misura a Chioggia dal penalty di Djuric in una partita ben giocata dai biancorossi e che avrebbero meritato decisamente di più. Anche perché il penalty decisivo nasce da un fallo apparso nettamente fuori area.

L’Union Clodiense, infatti, soprattutto nella prima frazione soffre molto la densità e la corsa della squadra di Anfreucci, che dopo il tiro di Finazzi, parato al 10′, si rende molto pericolosa al 18′, quando Calì anticipa Pastorelli e serve per Amadio, il cui sinistro sibila vicino al palo. Al 24′ il cross basso di Tonelli taglia tutta l’area di porta e non trova compagni, ma la gara, inaspettatamente, al 40′ prende la via dei padroni di casa: l’arbitro punisce il contatto su Perrotti, ma non si accorge che il contrasto avviene nettamente fuori area.

Nonostante le proteste biancorosse, è tutto inutile, e Djurić trasforma il rigore spiazzando Voltan.

Ad inizio ripresa mister Andreucci getta nella mischia Pasquato per Cavallini, al 51′ Gabbianelli ci prova col mancino ma manda a lato, quindi al 56′, sul colpo di testa di Tonelli, para Boscolo Palo. La partita perde di lucidità, i tanti falli spezzettano il gioco, ci provano ancora Amadio e Pasquato, prima che la migliore occasione arrivi all’83’: cross dalla destra di Pilotto, perentorio colpo di testa di Calì e palla fuori di un soffio. Finisce così, nonostante il forcing finale dei biancorossi, sconfitti per la prima volta in stagione. Mercoledi al Gabbiano arriva subito il Vigasio.

UNION CLODIENSE – CAMPODARSEGO 1-0

UNION CLODIENSE (4-3-3): Boscolo Palo; Ostojić (43′ st Vianello), Granziera, Pastorelli, Martino in difesa; Djurić, Baccolo, Erman; Perrotti (28′ st Broso, 33′ st Granziera), Tattini, Gerthoux (35′ st Duse). (Non entrati: Bedendo, Pupa, Baltrunas, Boscolo Anzoletti). All. Vittadello.

CAMPODARSEGO (4-2-3-1): Voltan; Boscolo Bisto, Montin, Leonarduzzi, Acquistapace (13′ st Pilotto); Finazzi, Cavallini (1′ st Pasquato); Tonelli (33′ st Arcon), Gabbianelli, Amadio; Calì. (Non entrati: Aspergh, Calcagnotto, Nalesso, Nikolopoulos, Bedin, Coppola). All. Andreucci.

ARBITRO: Renzi di Pesaro.

RETI: 40′ pt Djuric.

Email inviata con successo

Le Lupe vincono ancora contro Palermo

28/10/2019 09:20

Il Fila supera Palermo tra le mura amiche, e coglie la quarta vittoria su quattro in campionato. Le Lupe incanalano la partita sui binari giusti grazie a un gran primo tempo. Poi nella ripresa resistono al tentativo di rientro delle siciliane – brave a non arrendersi mai – e portano a casa un altro successo, con cui riconfermarsi per un’altra settimana nel terzetto in vetta alla classifica.

1° QUARTO. I primi due punti sono di Palermo, con Russo dalla lunetta, ma dall’altra parte Bjorklund risponde subito con due bombe in fila. L’attacco giallonero si conferma ispiratissimo, soprattutto dalla lunga distanza, e al 4′ il vantaggio è già in doppia cifra sul 16-6. La Sicily By Car non si fa intimorire, e si affida al gioco sotto canestro di Gatling, brava a propiziare il 20-14. In campo c’è però una Bjorklund spaziale: saranno addirittura 21 punti con 5/5 da tre nel solo primo quarto per l’americana, e al 10′ San Martino ha già 32 punti a tabellone.

2° QUARTO. Si riparte nella stessa maniera, con due bombe di capitan Tonello per il 38-24 (13′). San Martino è a 8/12 da tre in questo momento, e i 5 punti consecutivi di Fietta (che chiuderà anche con 6 assist) aiutano a dilatare lo scarto, che al 17′ scollina oltre le venti lunghezze: 47-24 con un parziale di 12-0. Le ospiti si sbloccano prima dell’intervallo con Flores Costa, ma due bei canestri di Ostarello portano il risultato sul 51-33 di metà gara.

3° QUARTO. A iniziare meglio il secondo tempo è Palermo, con quattro canestri (intervallati solo dalla decima tripla giallonera, a firma Sulciute) che valgono il nuovo -13 sul 54-41 (24′). È proprio Sulciute – autrice alla fine di 12 punti, 8 rimbalzi e 8 assist – a rimettere in ritmo l’attacco di casa, in un terzo quarto in cui le due squadre si rispondono colpo su colpo. Per il Fila arrivano altre due triple di Tonello, che eguaglia il suo massimo in A1 con 12 punti, e all’ultima pausa il tabellone dice 67-51.

4° QUARTO. Dopo un terzo quarto tutto in panchina con tre falli a carico, Gatling inaugura le marcature dell’ultima frazione. Le ospiti vogliono crederci ancora, e con il 2+1 di Russo ritrovano il -11 sul 67-56. Verona farà poco dopo anche -7 (69-62), obbligando le Lupe – che nell’ultimo periodo perdono il feeling col canestro – a soffrire un po’ più del previsto nel finale. Ma il vantaggio rimane sempre di almeno tre possessi, e la tripla di Filippi del nuovo +10 a 100″ dalla sirena scaccia le paure. È Ostarello (altra doppia doppia da 12+11 per lei) a chiudere i conti, il Fila fa 4 su 4 e festeggia coi propri tifosi.

TABELLINO

BASKET SAN MARTINO: Dotto ne, Fietta 7 (2/5, 1/2), Filippi 3 (1/4 da tre), Tonello 12 (4/10 da tre), Peserico ne, Toffolo 1 (0/2 da tre), Giordano ne, Rosignoli ne, Bjorklund 29 (4/7, 5/6), Pasa 2 (1/2, 0/2), Sulciute 12 (2/3, 2/4), Ostarello 12 (6/9, 0/2). All. Abignente.

BASKET PALERMO: Russo 17 (5/9, 0/3), Manzotti 7 (2/4, 1/4), El Habbab 2 (1/1), Cupido 8 (4/7, 0/2), Flores Costa 9 (1/7, 1/1), Miccio 2 (1/1, 0/2), Verona 9 (2/4, 1/1), Casiglia ne, Caliò ne, Gatling 12 (6/11, 0/1). All. Coppa.

ARBITRI: Maschietto di Treviso, Nuara di Treviso e Pallaoro di Trento.

PARZIALI: 32-20, 51-33, 67-51.

NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Tiri da due: San Martino 15/26, Palermo 22/44. Tiri da tre: San Martino 13/32, Palermo 3/14. Tiri liberi: San Martino 9/10, Palermo 13/15. Rimbalzi: San Martino 34 (Ostarello 11), Palermo 30 (Russo e Verona 7). Assist: San Martino 23 (Sulciute 8), Palermo 11 (Verona 6).

Email inviata con successo

Pallanuoto: il Plebiscito vince ancora

24/10/2019 11:45

Si presentava come una partita comunque complicata quella contro il CSS Verona, che lo scorso anno era riuscita a beffare il Plebiscito Padova, sempre fuori casa, al termine di una partita al cardiopalma.

Mercoledì sera, sempre a Verona, le patavine questa volta non hanno lasciato possibilità di replica: 10 a 2 il risultato finale della quarta giornata di campionato, nel primo turno infrasettimanale di questa stagione, con tripletta di Queirolo, doppietta di Casson, Millo, Ranalli e un gol di Centanni.

“Buona partita da parte nostra per intensità, occasioni create e gioco prodotto” commenta il tecnico Posterivo “è stata una partita senza storia, ma abbiamo sbagliato davvero troppe situazioni da gol, anche in occasioni relativamente facili: almeno quattro le occasioni in 1 contro 0 non concluse. Sono errorii che poi in partite con il risultato un po’ più equilibrato possono fare la differenza. Dobbiamo imparare ad essere un po’ più cinici, anche perché è un peccato creare così tanto e non finalizzare, e sarebbe gratificante anche per le ragazze avere una percentuale di realizzazione maggiore. Ottima comunque la prova difensiva abbiamo subito solo due gol in questa partita fuori casa, ma questa è un po’ una conferma perché è sempre stato il nostro punto di forza. Comunque, abbiamo iniziato bene questo periodo importante, dobbiamo continuare su questa linea, e confermo che la squadra mi sta piacendo molto come atteggiamento. Cercheremo di limare qualche errore sotto-porta, ma in generale sono molto soddisfatto di come stiamo lavorando e dell’impegno quotidiano che tutte le atlete stanno dimostrando”.

TABELLINO

CSS VERONA – C.S. PLEBISCITO PD 2-10

CSS VERONA: Nigro, Bartolini, Peroni, Marchetti, Borg, Alogbo, Braga 1, Perna 1, Sbruzzi, Prandini, Esposito, Carotenuto, Gabusi. All. Zaccaria

CS PLEBISCITO PD: Teani, M . Savioli, I. Savioli, Gottardo, Queirolo 3, Casson 2, Millo 2, Dario, Cocchiere, Ranalli 2, Meggiato, Centanni 1, Giacon. All. Posterivo

Arbitri: Guarracino e Schiavo

Note

Parziali: 0-2 2-3 0-2 0-3, nessuna giocatrice uscita per limite di falli. Superiorità numerica: Verona 1/9 e Plebiscito 0/7 + 2 rigori.

Email inviata con successo

Ciclocross: campionati europei nel padovano

23/10/2019 07:55

"L'amore del Veneto per la bicicletta è un amore ricambiato, perché questa terra viene spesso scelta quale sede di gare e manifestazioni tra le più importanti a livello internazionale, perché qui i grandi campioni delle due ruote si danno appuntamento da sempre, legando il loro nome a imprese e percorsi che rimarranno nella storia di questo sport, dove contano il coraggio, il sacrificio, il saper fare fatica. E dove ci sono ostacoli da superare, anche quelli più duri, i veneti ci sono". Lo ha detto l'assessore allo sport della Regione del Veneto, Cristiano Corazzari, alla presentazione, svoltasi a palazzo Balbi a Venezia, dei Campionati Europei di Ciclocross in programma a Silvelle di Trebaseleghe, in provincia di Padova, il 9 e 10 novembre prossimi.

Era presente anche l'assessore regionale alle attività produttive, Roberto Marcato, che abita proprio a poche centinaia di metri dal circuito che ospiterà la rassegna continentale: "Silvelle è il ciclocross - ha detto -: quarant'anni di passione ed emozioni che lasciano un segno indelebile in questa disciplina a livello nazionale e internazionale. Grazie alla dedizione di molti appassionati del luogo e in primis della famiglia Zamprogna, oggi Trebaseleghe si pone al centro dell'attenzione sportiva internazionale. Ma quello di novembre sarà anche un evento di civiltà, di espressione dei valori della nostra terra e di importante ritorno economico e di immagine per l'area padovana".

Hanno descritto i contenuti della manifestazione il presidente dell'Unione Europea di Ciclismo, Rocco Cattaneo, che ha sottolineato come "ciclismo faccia rima con turismo", il presidente della Federazione Ciclistica Italiana, Renato di Rocco, per il quale i campionati europei saranno un efficace veicolo di promozione territoriale, la sindaco di Trebaseleghe, Antonella Zoggia, che ha parlato del tema dell'accoglienza attraverso i valori dello sport, Mauro Zamprogna, direttore tecnico dei Campionati Europei, l'ex campione del mondo di ciclismo su strada, Moreno Argentin, che ha definito Silvelle il "tempio del ciclocross italiano" e gli atleti Alice Maria Arzuffi e Gioele Bertolini.

Email inviata con successo

Sea Shepherd Trophy con VIP e campioni all'Y-40

22/10/2019 12:32

Tanti numeri-uno dell’acqua, dello sport e dello spettacolo si sono uniti allo scopo di aiutare Sea Shepherd, l’organizzazione senza scopo di lucro che da oltre 40 anni usa tattiche di azione diretta e di informazione per proteggere la vita marina, aumentando la consapevolezza di problemi come la pesca illegale, la caccia alle balene, alle orche e alle foche, l’inquinamento da plastica.

Y-40® e questa ONLUS hanno organizzato per giovedì 31 ottobre 2019 il 1° Sea Shepherd Trophy, la gara subacquea più veloce al mondo nella piscina più profonda del mondo, una competizione a bordo di Seabob®, il più veloce scooter subacqueo, che raggiunge i 20km/h sott’acqua.

Sarà una giornata-evento aperta al pubblico ad ingresso libero, a scopo benefico, in cui i nomi delle squadre saranno assegnati alle aziende che hanno aderito al progetto pagando il carburante di 2 giorni/barca Sea Shepherd per ostacolare il bracconaggio.

DETTAGLI GIOVEDÌ 31 OTTOBRE

- 09:30-16:00 > Prove Libere e allenamenti con Campioni di Apnea e Istruttori Y-40®

- 17:00-21:00 > Gare

- 21:30-23:30 > Cena e Premiazioni

LA GARA

La gara si svolgerà tra 6 squadre e sarà composta da più percorsi, nel rispetto delle abilità acquatiche di ciascuno dei componenti (suddivisi in ogni team dai principianti ai campioni):

- SPEED TRACK, percorso spettacolare tra onde con rapidi cambi di direzione, veloci staccate in rettilineo e brevi immersioni fino a -1,5m di profondità.

- SPORT TRACK, percorso subacqueo mozzafiato tra curve e ostacoli a tre dimensioni fino a -6m di profondità, con passaggi veloci accanto al tunnel e salti fuori dall'acqua come delfini.

- HERO TRACK, percorso alla scoperta della profondità massima della piscina (-42 metri), scendendo verso il Record tra acrobazie e ostacoli di precisione, senza respiro.

PILOTI GIÀ CONFERMATI

UMBERTO PELIZZARI, campione del mondo di apnea

GIAN MARIA GABBIANI, campione del mondo di off shore, pilota automobilistico

SANDRO ANDREOTTI, pilota paracadutista

ERICA BARBON, campionessa europea di nuoto pinnato

LORENA BEGA, motociclista ed influencer

MAURO BERGAMASCO, rugbista della nazionale italiana

MARCO CANNONE, ciclista professionista

GIUSEPPE CARDAROPOLI, pro soccer freestyler

NEL CARPENTARI, campione italiano monopattino, scooter freestyler

CLAUDIA CATTANEO, paracadutista

GIORGIO CHIARELLO, barman, campione italiano flair

ROBERTO CHIOZZOTTO, apneista, triatleta

PAOLO FONTANA, campione italiano di apnea

SAMO JERANKO, vice-campione del mondo di apnea

MIRELA KARDASEVIC, campionessa del mondo di apnea

MARTIN KLEIN, conduttore Radio 105

LIDIJA LIJIC, campionessa del mondo di apnea

ALESSANDRO LUPINO, campione italiano di motocross

MIKE MARIC, campione del mondo di apnea

VITOMIR MARICIC, campione croato di apnea

JUSTINE MATTERA, presentatrice tv

ANTONIO MOGAVERO, campione italiano di apnea

SIMONE PIFFERI, bartender pro

SIMONE REDAELLI, giornalista mediaset

SWANN RITOSSA, pro soccer freestyler

NICOLA RUGGIERO, bartender pro

ANDREA SALVATI, RTL 102.5

MARA SANTANGELO, tennista

ANGELO SCIACCA, campione del mondo di apnea endurance

FILIPPO SISTI, bartender pro

SERGIO VIGANÒ, triatleta

MARTINA VISMARA, influencer

Email inviata con successo

Fila vince ancora e mantiene l'imbattibilità

21/10/2019 07:55

Il Fila espugna il parquet di Sesto San Giovanni, e coglie la terza vittoria su tre in questo inizio di campionato. Un'affermazione importante, conquistata su un campo difficile - contro una squadra fin qui imbattuta - grazie a una prova di personalità, al termine di una sfida estremamente equilibrata e combattuta. Ancora una volta coach Abignente ha trovato un ottimo contributo da parte di tutte (ognuna delle otto giocatrici scese in campo ha realizzato almeno 4 punti), dato fondamentale per portarsi a casa due punti con cui riconfermarsi in vetta alla classifica, insieme ora a Ragusa e Venezia. Un premio anche per i sempre encomiabili tifosi, che pure in Lombardia si sono confermati il sesto uomo in campo.

1° QUARTO. A inaugurare le marcature è la tripla di Ostarello, all'interno di un avvio sprint che coi canestri di Bjorklund e Fietta vede le Lupe salire subito sull'1-7. È sfruttando i secondi possessi che Williams sblocca il Geas dal campo dopo quasi 5', ma San Martino conserva un buon margine sul 5-12. Ancora i troppi rimbalzi offensivi concessi (7 nel primo quarto) permettono comunque alle padrone di casa di riavvicinarsi, ed è proprio un tap-in di Brunner a firmare il riaggancio in chiusura di primo quarto: 14-14.

2° QUARTO. Arturi da fuori realizza anche il primo vantaggio dell'Allianz, chiudendo un break di 8-0. Il bel movimento di Sulciute sulla linea di fondo rimette però in ritmo l'attacco ospite, e poi è la tripla della stessa giocatrice lituana a restituire il 17-19. Sarà un tema ricorrente del secondo periodo, nel quale le due squadre giocano a rincorrersi. Tonello risponde a Williams con due bombe consecutive, per il 23-27 (18'), ma dall'altra parte Verona e Zampieri riportano tutti in parità, e poi nel finale Crudo replica a Pasa: si va all'intervallo lungo ancora in perfetto equilibrio, sul 29-29.

3° QUARTO. Si riparte con due canestri di Verona che valgono il massimo vantaggio alle padrone di casa sul +4, ma la risposta è immediata, e 4 punti di Ostarello consentono l'ennesimo controsorpasso sul 33-35 (23'). Poi Fietta replica all'ex giallonera Oroszova, e con un bel taglio Filippi firma il 38-40 al 26'. La partita rimane senza un padrone, anche se nel finale di frazione un minibreak griffato dalle triple di Toffolo e Bjorklund permette al Fila di presentarsi all'ultima pausa sul +5: 46-51.

4° QUARTO. Pasa e Toffolo siglano il 48-55, e il Fila prova ad allungare le mani sulla partita: con 5 punti consecutivi Bjorklund fa toccare per la prima volta il +10 (50-60 al 34'). Poco più tardi Sulciute farà anche +11, ma con Panzera e Arturi l'Allianz prova ancora a tenerla viva, ritrovando il -7 sul 57-64. Ostarello risponde per due volte raggiungendo la doppia cifra, e poi la tripla di Filippi del 60-69 prepara la volata: il Fila va a chiudere sul 65-73, si prende altri due punti e prolunga la sua serie positiva.

TABELLINO

Allianz Sesto San Giovanni - Fila San Martino 65-73

GEAS SESTO SAN GIOVANNI: Zampieri 2 (1/1), Arturi 5 (1/1, 1/2), Botteghi ne, Verona 6 (3/5, 0/1), Crudo 8 (2/4, 1/1), Oroszova 8 (1/6, 2/4), Williams 17 (6/8, 0/5), Pellegrini ne, Panzera 7 (2/5, 0/1), Grassia ne, Ercoli (0/4), Brunner 12 (6/9, 0/1). All. Zanotti.

BASKET SAN MARTINO: Dotto ne, Fietta 12 (4/4), Filippi 5 (1/1, 1/3), Tonello 6 (0/1, 2/3), Toffolo 5 (1/1, 1/2), Giordano ne, Rosignoli ne, Bjorklund 19 (4/8, 3/5), Pasa 4 (2/5), Sulciute 9 (2/5, 1/2), Ostarello 13 (4/7, 1/4). All. Abignente.

ARBITRI: Pecorella di Trani (BT), Grazia di Bergamo e Bandinelli di Perugia.

PARZIALI: 14-14, 29-29, 46-51.

NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Fallo tecnico alla panchina del Fila (9'). Tiri da due: Geas 22/43, San Martino 18/32. Tiri da tre: Geas 4/15, San Martino 9/19. Tiri liberi: Geas 9/15, San Martino 10/15. Rimbalzi: Geas 27 (Williams 5), San Martino 33 (Sulciute 9). Assist: Geas 8 (Arturi 2), San Martino 18 (Fietta, Filippi, Bjorklund, Pasa e Sulciute 3).

Email inviata con successo

Plebiscito fa tre su tre in campionato

21/10/2019 07:51

Finisce per 21 a 5 la sfida casalinga tra Plebiscito Padova e la neo promossa Vela Nuoto Ancona, con il risultato mai davvero messo in discussione: “la partita è andata molto bene” commenta il capitano-portiere Laura Teani “sono comunque match difficili, perché se non entri in acqua con la giusta mentalità poi rischi di fare brutte figure. Siamo partite cariche, non abbiamo mai messo in discussione la vittoria, abbiamo dimostrato il nostro valore e ci siamo divertite. Ovviamente, quando le cose vanno bene, tutto è più facile e più divertente”.

Il periodo, fino a metà novembre, è davvero impegnativo “sarà una full immersion” continua Laura “che non vediamo l’ora di affrontare: mercoledì, nel turno infrasettimanale, giochiamo fuori casa con Verona, poi partiamo per l’EuroLega a Berlino, che come sempre è una delle cose più stimolanti. Il livello è alto, dovremo giocarcela soprattutto con le spagnole e le ungheresi per poter passare come prime del girone, che è molto importante. Non mettiamo in discussione il passaggio, ma la prima posizione del girone è davvero fondamentale. Quando poi torniamo dalla qualificazione europea abbiamo Roma prima e Catania poi, quindi non ci possiamo permettere cali di concentrazione”.

Dello stesso pensiero il tecnico Stefano Posterivo “queste sono partite dove si ha tutto da perdere, da affrontare con la giusta attenzione. Giustifico, in parte, tanti errori fatti sotto porta, compreso qualche rigore, però devo dire che l’attenzione c’è stata quindi a prescindere dal risultato netto sono molto soddisfatto. Ora ci aspetta un bel ciclo impegnativo, dobbiamo essere sempre concentrati, attenti e determinati, perché questa squadra, quando gioca con queste qualità esprime anche una buona pallanuoto, la pallanuoto che mi piace e che abbiamo sempre giocato, e che stiamo ulteriormente migliorando”.

TABELLINO

CS PLEBISCITO PD-VELA NUOTO ANCONA 21-5

CS PLEBISCITO PD: Teani, M . Savioli 3, I. Savioli 1, Gottardo 2, Queirolo 2, Casson, Millo 3, Dario 1, Cocchiere 3, Ranalli 4, Meggiato, Centanni 2, Giacon. All. Posterivo

VELA NUOTO ANCONA: Uccella, Strappato, Ivanova 3, Santini, Ferretti, Fiore, Vecchiarelli, Stankovianska, S. Santini 1, De Matteis, Altamura, Quattrini 1, Borghetti. All. Pace

Arbitri: Frauenfelder e Colombo

Parziali: 4-1 4-0 6-1 7-3 Uscite per limite di falli I. Savioli (P) nel terzo tempo e Casson (P) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: Plebiscito 2/4 + 5 rigori e Ancona 1/11. Centanni (P) fallisce un rigore nel primo tempo (palo)

Email inviata con successo

Campodarsego: vittoria 3-2 contro la Luparense

20/10/2019 18:48

Il Campodarsego fa suo il derby dell'Alta. Con il 3-2 inflitto alla Luparense, la squadra di Andreucci stacca gli avversari in classifica, conferma il suo ottimo momento e ora insegue il primo posto del Cartigliano da sola, sempre ad un punto dalla vetta.

Pronti via, e il Campodarsego passa subito in vantaggio: assist di Gabbianelli per Calì, che beffa la difesa e batte Burigana con un piattone mancino al volo. La Luparense prova a reagire subito, e riesce a trovare il pari al 21′: Pedrelli pennella per il sinistro al volo di Scapin, che timbra l'1-1 e il classico gol dell’ex. I biancorossi però sono più vivi, si rifanno pericolosi con Callegaro e Amadio, quindi tornano in vantaggio al 40′: corner di Gabbianelli, e Calì batte il portiere trovando la personale doppietta.

Nella ripresa il gioco è meno vivace, ma le migliori occasioni sono sempre dei padroni di casa. Il Campodarsego sfiora infatti il tris con Arcon (27′), prima di trovarlo al 35′: capitan Leonarduzzi piazza una punizione perfetta alla sinistra di Burigana, e il Gabbiano esplode di gioia. Nel finale il portiere ospite salva ancora su Gabbianelli, poi Speziale fa 2-3 su rigore ma non c’è più tempo. Il Campodarsego fa suo con grande merito un ottimo derby, e continua la sua striscia positiva!

IL TABELLINO


CAMPODARSEGO – LUPARENSE 3-2

CAMPODARSEGO: Aspergh, Pilotto, Boscolo Bisto, Cavallini, Montin, Leonarduzzi, Tonelli (20′ st Arcon), Callegaro (11′ st Finazzi), Calì, Gabbianelli, Amadio (24′ st Nikolopoulos). All. Andreucci.

LUPARENSE: Burigana, Della Vedova (36′ st Calone) Seno, Scapin (42′ st Chajari), Beccaro, Salviato, Pedrelli (28′ st Busetto), Zane, Pittarello, Petrilli (10′ st Speziale), Cenetti (1′ st Gashi). All. Cunico.

ARBITRO: Cannata di Faenza.

RETI: nel pt 3' Calì, 21′ Scapin, 40′ Calì: nel st 36′ Leonarduzzi, 49′ rigore Speziale.

Email inviata con successo

Fila ostica trasferta a Sesto San Giovanni

19/10/2019 12:10

Dopo dieci giorni di pausa, nei quali c'è stato spazio per la Supercoppa Italiana e per il raduno della Nazionale a Montegrotto Terme (tra le Azzurre convocate anche l'italoamericana del Fila Samantha Ostarello), riparte nel weekend il campionato di A1 femminile. Per le Lupe, reduci dai successi con Battipaglia e Costa Masnaga, arriva un banco di prova importante: domenica alle 18.00 le giallonere saranno infatti impegnate sul campo dell'Allianz Geas Sesto San Giovanni, altra squadra che ha iniziato con due vittorie su due.

L'AVVERSARIA

Lo scorso anno la formazione guidata da Cinzia Zanotti ha disputato una stagione di ottimo livello, impreziosita dalla finale di Coppa Italia raggiunta proprio a San Martino di Lupari. E in questa stagione è ripartita con rinnovate ambizioni, confermando gran parte del gruppo (giovane e in crescita) e arricchendolo con alcuni innesti mirati. Uno di essi è un'ex conoscenza del Fila, la lunga slovacca Sabina Oroszova. Importanti anche gli inserimenti di due italiane di talento come Crudo e Zampieri, all'interno di un gruppo con due americane d'esperienza (Williams e Brunner) e orchestrato da una Costanza Verona che a vent'anni è pronta a recitare un ruolo sempre più da protagonista in A1.

I PRECEDENTI

Lo scorso anno il fattore campo è stato rispettato due volte su due: a Sesto San Giovanni l'Allianz Geas si è imposta col punteggio di 66-54, poi al ritorno a San Martino le Lupe si sono prese la rivincita chiudendo sul 65-55. Il confronto più recente è invece quello che c'è stato in amichevole a Schio tre settimane fa, e che ha visto il Fila vittorioso per 70-62, al termine di 40' molto equilibrati e combattuti.

DIRETTA WEB

L'appuntamento è alle 18.00, gli abbonati al servizio LBFtv potranno seguire la diretta streaming su www.lbftv.it.

IL PROGRAMMA LUPEBASKET

Sabato sera alle 20.30 appuntamento invece al PalaLupe per la serie A2, con il derby veneto tra Fanola e Giants Marghera: una sfida ricca di ex e di spunti d'interesse, che mette già in palio punti importanti. Il programma completo delle formazioni Lupebasket è disponibile su www.lupebasket.it.

Email inviata con successo

Plebiscito ospita la neopromossa Ancona

18/10/2019 10:58

Sabato 19 ottobre torna a giocare in casa il Plebiscito Padova, che nella terza giornata di campionato, alle ore 18.30 affronterà la squadra neo-promossa del Vela Nuoto Ancona. “Sabato sarà una partita impegnativa” commenta il capocannoniere del campionato (con 8 gol all’attivo fino ad ora) Kiara Ranalli “più che a livello fisico, a livello mentale. Sono quelle partite che per perdere la concentrazione ci vuole un attimo, e noi siamo, tra le due, la squadra che ha più da perdere. Basterà giocare come sappiamo fare e come abbiamo dimostrato finora”.

Continua la numero 7 Alessia Millo: “il Vela Ancona è una squadra giovane e neopromossa che abbiamo già incontrato nel torneo pre-campionato. Noi siamo pronte, stiamo lavorando pesante, ottimizzando il gioco e la forma fisica, soprattutto per il periodo che ci aspetta. Vogliamo fare bene questo campionato perché con il ritorno della formula dei play-off ogni partita è importante. Siamo una bella squadra, interamente italiana e molto versatile. Venite a vederci!”

L’appuntamento è per SABATO 19 OTTOBRE ore 18.30 presso lo Stadio della Pallanuoto del C.S. Plebiscito. Ingresso 5 euro (ridotto 3 euro, gratuito con Tessera del Tifoso).

Email inviata con successo