Le lupe vincono contro Empoli 52-83

11/11/2019 08:36

Nell'ultima gara prima della sosta, sul parquet dove l'anno scorso aveva rimediato la sconfitta forse più amara della sua stagione, il Fila conquista una bella e netta vittoria. Partita sempre condotta quella di Empoli, con le giallonere che grazie a questo risultato chiudono la prima frazione di campionato al secondo posto, con un ruolino di marcia da cinque vittorie in sei partite.

1° QUARTO. Partono subito forte le Lupe, con quattro canestri sui primi cinque possessi: Bjorklund, Ostarello e Sulciute propiziano lo 0-9 dopo appena 2'. A sbloccare le padrone di casa è Mathias da sotto, ma il primo quarto è di San Martino, che con 6 punti in fila di Ostarello (16+10 per lei) porta il vantaggio in doppia cifra: 4-15 al 7'. Sono poi le conclusioni di Filippi, Tonello e Toffolo a mandare le squadre al primo riposo sull'8-23.

2° QUARTO. Al 13' le Lupe toccano anche il +18 (10-28) col reverse di Toffolo. Poi però Morris e la prima tripla di Madonna sbloccano finalmente l'attacco delle padrone di casa, brave a riportarsi con la stessa Madonna sul 19-30, frutto di un break di 9-2. Le Lupe rispondono allora con altri due canestri pesanti di Filippi, e poi il bellissimo uno-due tra Sulciute e Fietta (entrambe autrici di 7 assist) permette a quest'ultima di andare a firmare il 21-40. L'attacco continua a girare a mille, e nell'ultimo minuto vanno ancora a bersaglio Filippi, Bjorklund e Ostarello, per un parziale di 15-0 che propizia il netto 21-48 di metà gara.

3° QUARTO. Si riparte subito con la prima tripla di Bjorklund, che vale il +30 alle Lupe. Con Trimboli e Stepanova la Scotti prova a contenere il gap, ma ancora Bjoklund (10 punti nel quarto) risponde. E nonostante le padrone di casa si aggiudichino di misura il terzo periodo (15-14), il vantaggio di San Martino rimane saldo sul 36-62.

4° QUARTO. Due triple di Tonello aprono una quarta frazione in cui l'attacco di San Martino non smette di martellare. Ancora una volta saranno ben 13 le bombe a segno, 4 con la stessa Tonello e 5 con Filippi: è proprio quest'ultima, alla fine top scorer con 19 punti, a siglare il massimo vantaggio sul +34 (46-80 al 37'), e a preparare la volata per la quinta vittoria stagionale.

TABELLINO

Use Scotti Empoli - Fila San Martino 52-83

USE BASKET EMPOLI: Stepanova 11 (2/3, 2/4), Morris 8 (2/7, 1/4), Ruffini (0/1 da tre), Madonna 7 (1/2, 1/4), Trimboli 5 (0/1, 1/2), Francalanci ne, Malquori ne, Manetti (0/1), Ramò 11 (2/4, 1/2), Narviciute (0/1), Mathias 10 (4/10, 0/1). All. Cioni.

BASKET SAN MARTINO: Dotto ne, Fietta 6 (3/5, 0/1), Filippi 19 (2/3, 5/11), Tonello 12 (4/7 da tre), Meroi ne, Toffolo 6 (3/6), Bjorklund 18 (6/9, 2/5), Pasa 1 (0/3, 0/1), Sulciute 5 (1/3, 1/3), Ostarello 16 (5/6, 1/3). All. Abignente.

ARBITRI: Caforio di Brindisi, Castiglione di Palermo e Ferrara di Bologna.

PARZIALI: 8-23, 21-48, 36-62.

NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Tiri da due: Empoli 13/33, San Martino 20/35. Tiri da tre: Empoli 6/18, San Martino 13/31. Tiri liberi: Empoli 8/10, San Martino 4/9. Rimbalzi: Empoli 26 (Morris 6), San Martino 42 (Sulciute e Ostarello 10). Assist: Empoli 11 (Trimboli 3), San Martino 22 (Sulciute e Fietta 7).

Email inviata con successo

Millennium basket, esordio sfortunato

11/11/2019 08:17

Esordio sfortunato per la neopromossa Studio3A Millennium Basket, ma la squadra c’è. Sabato 9 novembre 2019, al palasport amico di Piombino Dese gremito da tantissimi tifosi, nel primo match stagionale del campionato nazionale di serie A di pallacanestro in carrozzina, i patavini hanno ceduto per 60 a 66 a Giulianova, ma hanno dimostrato di potersela giocare alla pari anche nella massima serie, tenendo testa e restando in partita fino alla fine con i più esperti avversari, giunti terzi nell’ultima regular season.

Gli uomini di Marco Nardo, come ha evidenziato alla fine il coach, hanno pagato l’inesperienza, specie nei momenti chiave, e l’emozione e la tensione del debutto, in particolare nell’approccio alla gara con una partenza in salita (2-12 a metà del primo quarto) e nella non eccelsa percentuale realizzativa.

Pian piano, tuttavia, la Studio3A ha cominciato a difendere meglio e a finalizzare di più gli schemi offensivi di gioco, apparsi già buoni, il neo acquisto Boughania, miglior marcatore dei padroni di casa con 21 punti, e Bargo hanno iniziato a infilare canestri pesanti trascinando i compagni a ridosso degli abruzzesi, per un confronto sempre più incerto ed appassionante.

Il Millennium ha agganciato una prima volta Giulianova sul 24 a 24 a metà del secondo quarto e, soprattutto, è arrivato sul 52 pari a 6’ e 47’’ dalla sirena, avendo anche due palle per il sorpasso. Ma poi la maggior freddezza degli ospiti e la serata di grazia di Gharibloo, top scorer assoluto con 26 punti, hanno fatto la differenza. “Sono comunque contento della prova e dell’intensità messa dai ragazzi – ha commentato Nardo –. Con un po’ più di precisione e anche di fortuna al tiro potevamo portare a casa una vittoria che non avremmo demeritato. Loro sono una squadra molto forte”.

Insomma, indicazioni confortanti per il prosieguo del torneo, a cominciare dal prossimo impego che attende la Studio3A Millennium Basket, sabato 16 novembre, alle 18, a Bergamo.

TABELLINO

STUDIO3A MILLENNUM BASKET – DECO GROUP AMICACCI GIULIANOVA 60-66

Parziali: 10-18, 19-15 (29-33), 17-17 (46-50), 14-16.

STUDIO3A MILLENNUM BASKET: Boughania 21, Bargo 16, Raourahi 13, Diene 6, Bernardis 2, Foffano 2. All. Nardo.

DECO GROUP AMICACCI GIULIANOVA: Gharibloo 26, Marchionni 10, Fares 10, Stupenengo 6, Lebedzki 5, Beginskis 4, Macek 3, Sandrella 2. All. Accorsi.

Email inviata con successo

Hockey su prato, CUS campione d'autunno

11/11/2019 08:13

Il Cus Padova arriva alla lunga pausa al termine del girone d’andata in vetta alla classifica. Il posticipo domenicale del campionato di hockey su prato di A2, Girone B, vede infatti gli uomini i coach Roberto Serena passare per 2-0 a Catania, in casa del Valverde e riportarsi in vetta, risuperando il Bondeno, anche aveva giocato in anticipo.

Universitari campioni d’inverno o… d’autunno quindi, considerando le date. Lo sono con 19 punti, con 2 lunghezze di margine sui ferraresi e una prima parte del torneo terminata con un bilancio di 6 vittorie e un pareggio, 30 gol fatti e solo 6 subiti, miglior attacco e miglior difesa. Uno score di tutto rispetto in vista della ripresa fissata per il 21 marzo, con i prossimi mesi che saranno dedicati all’attività indoor.

Quello di questo turno era un testa-coda, visto che i siciliani sono in coda alla classifica ancora a 0, eppure è stata una gara più difficile del previsto per i patavini. L’ha decisa una doppietta, su azione, di Alessandro Sacco. Il Cus è così venuto a capo di una partita giocata sotto ritmo nei primi due quarti, e con un deciso cambio di passo e di “fisicità” nella seconda parte.

Email inviata con successo

Le Valsugirls vincono ancora e sono in vetta

11/11/2019 08:08

Quarta vittoria consecutiva per il Valsugana Rugby che raggiunge l’Arredissima Villorba in vetta al Girone 1 nella quinta giornata del Campionato di Serie A Femminile. Le padovane hanno espugnato 37-10 il campo dell’Unione Rugby Capitolina.

Email inviata con successo

Ecco le società affiliate al Cittadella

08/11/2019 14:45

Cresce, anzi è più che raddoppiato, il numero di società che collaboreranno anche quest’anno con l’A.S. Cittadella.

Durante la stagione non mancheranno come sempre i corsi di formazioni riservati a tutte le società, relatori i nostri mister. A seguire dinamiche e rapporti con le affiliate ci sarà DANIELE RIZZO, Responsabile dell’area scouting granata.

Queste le 16 società con le quali il Cittadella lavorerà nel corso della stagione:

A.S.D. UNIONRIESE

U.S.D. FULGOR MASSANZAGO

A.S.D. GRANTORTO

A.S.D. RESANACSM 2010

A.S.D. DON BOSCO SAN DONA’

F.C.D. UNION EZZELINA

A.C.D. JUVENTINA LAGHI

U.S.D. MAERNE 1921 (Femminile)

A.S.D. LIONS VILLANOVA

A.S.D. SAN MARTINO 2012

A.S.D. FIESSO D’ARTICO 1957

A.C.D. VILLADOSE

U.S.D. FONTANIVESE

SP CALCIO 2005

ACADEMY THERMAL TEOLO

A.S.D. COGITANA

Email inviata con successo

Millennium Basket, sabato il debutto

07/11/2019 12:01

Non è una novità assoluta, anzi, i parquet della “A” la società patavina li ha calcati a lungo, ma dopo qualche anno di “Purgatorio”, tornare in Paradiso è sempre un’emozione forte. E adesso ci siamo. Dopo più di due mesi di intensa preparazione agli ordini del confermatissimo coach Marco Nardo, sabato 9 novembre, alle ore 20, al palazzetto dello sport “amico” di Piombino Dese (orario e luogo di tutti quanti i match interni stagionali), la neopromossa Studio3A Millennium Basket debutta nel campionato 2019-2020 della massima serie della pallacanestro in carrozzina italiana: l’avversario sarà subito duro, la Deco Group Amicacci Giulianova, terza nell’ultima regular season.

Rispetto al torneo cadetto, stravinto nelle ultime due stagioni, sarà un’altra storia, ma le sensazioni sono confortanti, gli obiettivi ambiziosi: la squadra, unica portacolori veneta della serie A, ha disputato un buon pre-campionato, ha vinto in casa il “Memorial Boraso” battendo una delle prossime avversarie, Bergamo, e domenica scorsa è giunta seconda al trofeo Kcs “Città dei Mille” a Bergamo, perdendo di misura la finale sempre con i padroni di casa.

La rosa, poi, si è rafforzata, così come è diventato ancora più importante il rinnovato sostegno del main sponsor Studio3A-Valore S.p.A. E’ stato confermato in blocco il gruppo collaudato che ha dominato la serie B vincendo tutte le gare e regalando ai tifosi un’annata entusiasmante e una storica promozione: gruppo che annovera già atleti esperti che hanno militato in serie A e vestito anche la maglia della nazionale, come capitan Foffano, Bernardis, Bargo, Scantamburlo. E a questa già solida base si sono aggiunti tre innesti di spessore per diventare ancor più competitivi: il nazionale francese Boughania, il nazionale senegalese Diene e l’ultimo arrivo che ha ulteriormente impreziosito il team, Ahmed Raourahi, di origine marocchina ma in Italia da anni, dove ha vinto tutto con il Santa Lucia Roma e, ottenuta la cittadinanza italiana, ha vestito la maglia azzurra. Non solo. La Studio3A Millennium Basket può contare su un’altra freccia al suo arco, il settore giovanile più forte d’Italia da cui attingere a piene mani: gli Under delle Iene, dopo lo scudetto, si sono aggiudicati anche la Supercoppa italiana e i vari Scandolaro, Gamri e Leita sono “arruolati” ormai in pianta stabile in prima squadra.

“La concorrenza sarà agguerrita, tutte le squadre si sono rinforzate, ma non ci faremo mettere sotto da nessuno: difenderemo con le unghie e con i denti la categoria che abbiamo conquistato con tanti sacrifici - assicura il Presidente della società del Padova Millennium Basket, Primo Fior -. La squadra è buona e si sta amalgamando bene, tra gli atleti c’è tanta voglia di lavorare e di far bene: sono convinto che ci toglieremo delle belle soddisfazioni, a partire dalla sfida con Giulianova, che è un avversario tosto, ma ce la giocheremo”.

Ecco la rosa della Studio3A Millennium Basket stagione 2019-20 in ordine di numero di maglia: Mohamed Bargo, guardia (n. 5), Enrico Foffano, ala-pivot (6), Melissa Rado, guardia (7), Mattia Faccioli, guardia (8), Roberto Casagrande, ala-pivot (9), Stefano Scantamburlo, guardia (10), Ahmed Raourahi, guardia (11), Mattia Scandolaro, ala-guardia (13), Abdelghanee Boughania, ala (15), Amine Gamri, guardia (16), Dario Gallina, guardia (19), Pedro Leita Giovannini, ala-pivot (22), Fabio Bernardis, play-guardia (23), Saliou Diene, pivot (91). Coach: Marco Nardo.

Email inviata con successo

Plebiscito vince in trasferta contro Roma

07/11/2019 08:24

Continua la striscia di vittorie del Plebiscito Padova: suo per 7 a 6 il posticipo di campionato A1 contro la temibile SiS Roma, domata in trasferta con una vera prova di carattere.

“E’ stata proprio una bella vittoria” commenta il tecnico Stefano Posterivo “perché dopo aver dominato nella prima fase della partita, in cui siamo andati avanti anche per 4 a 1 con occasioni per aumentare la distanza, abbiamo subito il ritorno della Roma sbagliando qualche occasione di troppo. Quando invece ci siamo trovati in svantaggio, abbiamo capovolto la partita, con carattere e voglia di vincere. Probabilmente rimanendo più lucidi e determinati in fase di tiro avremmo potuto chiuderla prima, ma devo dire che trovarsi in svantaggio, in casa loro, e poi ribaltare la partita e vincerla è stato davvero entusiasmante”.

“Siamo molto contenti per la partita di oggi perché non era facile” conclude il capitano Laura Teani “abbiamo giocato davvero bene e molto compatte tra noi, aiutandoci in ogni parte del campo. Penso che per tutto il gioco che abbiamo creato avremmo potuto allungare e chiuderla molto prima, ma siamo state brave non farci prendere dalla foga e non disunirci l’unica vota che Roma è riuscita a superarci nel punteggio. Sono molto contenta della mia squadra, di come siamo quest’anno, e sono sicura che ancora possiamo crescere molto. Per quanto riguarda la seconda fase di EuroLeague, il girone non è sicuramente facile, ma nessun sorteggio a questo punto lo sarebbe stato. Allo stesso tempo penso che comunque dipenderà tutto da noi, possiamo farcela, e come ogni volta faremo di tutto per arrivare pronte fisicamente e di testa. Ma prima concentriamoci sulla partita di sabato, contro Orizzonte Catania, che sarà molto importante per lo sviluppo del campionato”.

TABELLINO

SIS ROMA-CS PLEBISCITO PD 6-7

SIS ROMA: Iannarelli, Sparano, Tabani, Galardi 1, Avegno 1, Motta, Chiappini 2, Picozzi, Sinigaglia, Nardini, Di Claudio, Storai 1, Tori 1, Brandimarte. All. Capanna

CS PLEBISCITO PD: Teani, M . Savioli, I. Savioli 2, Gottardo, Queirolo 1, Casson, Millo 3, Dario, Cocchiere 1, Ranalli, Meggiato, Centanni, Giacon. All. Posterivo

Parziali: 1-2 0-1 3-2 2-2 Uscita per limite di falli Dario (P) nel quarto tempo. Superiorità numeriche: SIS Roma 4/10 e Plebiscito PD 3/10

Email inviata con successo

Plebiscito qualificato in Europa League

05/11/2019 08:18

Quattro su quattro: il Plebiscito Padova non lascia scampo alle avversarie e conquista il passaggio alla seconda fase di qualificazione EuroLeague 19/20 come prima classificata del girone C, chiudendo a punteggio pieno. Domani, 5 novembre, sarà effettuato in sede Len il sorteggio dei gironi del prossimo turno, in svolgimento dal 29 novembre al 1° dicembre in sedi da definire. Un secondo turno decisamente più complesso, che vedrà le patavine affrontare una squadra tra Olympiakos, Orizzonte Catania, Sabadell e Vouliagmeni (in base ai posizionamenti della scorsa stagioen EuroLeague), una seconda classificata tra Kinef Kirishi, Sant Andreu e Utrecht e una terza classificata tra Matarò, SiS Roma e Zyl.

Nel frattempo, il Plebiscito Padova si prepara a giocare in trasferta il posticipo della quinta giornata di campionato A1 femminile, mercoledì 6 novembre alle ore 14.00, proprio contro la SiS Roma qualificatasi come terza classificata del girone A in questa prima fase di Euro League e possibile avversaria delle patavine nel prossimo turno di coppa europea, mentre sabato 9 alle ore 18.30 attende in casa l’Orizzonte Catania. La trasferta a Berlino si può archiviare con un giudizio più che positivo: dopo la prima vittoria, 14 a 7 contro il CE Mediterrani, il tecnico Posterivo si è dichiarato soddisfatto della prestazione nonostante i primi due tempi decisamente sottotono “nonostante non sia la nostra prima coppa, l’esordio è sempre complicato. Abbiamo concesso troppe situazioni favorevoli all’inizio della partita, giocando male anche le situazioni di superiorità numerica, ma poi siamo entrati molto bene in partita, creando tanto”.

La mattina successiva lo scontro contro le dirette avversarie per il primo posto nel girone del Vasutas Budapest, vinto per 14 a 8 “abbiamo giocato molto bene, abbiamo avuto sempre la partita sotto controllo. Nel terzo tempo abbiamo allungato con un ottimo parziale di 5 a 1, tenendo bene sia come condizione atletica che come concentrazione. Mi ripeto: quest’anno mi piace proprio come le ragazze approcciano sia l’allenamento che le partite, c’è sempre più consapevolezza nei nostri mezzi”.

Le ultime due partite per il setterosa patavino sono state quasi una formalità (in serata superate le padrone di casa dello Spandau 04 Berlin per 18 a 5, mentre domenica mattina 14 a 5 all’Olympia Kosice): “abbiamo giocato un buonissimo girone di Coppa, il primo posto era quello che volevamo” conclude Posterivo “ora aspettiamo il sorteggio sapendo che il prossimo sarà un girone molto complicato, tutte le qualificate sono buone squadre”.

RISULTATI EUROPA LEAGUE

- PLEBISCITO PADOVA - MEDITERRANI 14-7 (3-4, 3-1, 3-0, 5-2)

- VASUTAS - PLEBISCITO PADOVA 8-14 (2-3, 3-4, 1-5, 2-2)

- SPANDAU BERLINO - PLEBISCITO PADOVA 5-18 (0-4, 3-4, 1-4, 1-6)

- OLYMPIA KOSICE – PLEBISCITO PADOVA 5-14 (1-3, 2-2, 1-5, 1-4)

Email inviata con successo

CUS hockey su Prato festeggia 60 anni

04/11/2019 14:15

Settant’anni. Tanto è il tempo passato dal quel 1949 in cui la sezione hockey su prato del Cus Padova nacque ufficialmente, partecipando al primo campionato federale, con la città del Santo capofila del movimento italiano assieme a Cagliari e Genova. Una ricorrenza ricordata in questi giorni con una grande festa in via Corrado, a cui hanno partecipato circa 150 persone. L’occasione per riunire assieme le varie generazioni dei giocatori, dai “pionieri” della disciplina a chi l’ha fatta crescere, fino ai ragazzi che scendono in campo ogni week end in questa stagione.

Presente alla serata anche l’assessore Diego Bonavina che ha portato i saluti del sindaco Giordani e del Consiglio comunale, il presidente del Cus Francesco Uguagliati e il presidente del comitato veneto della Federazione Paolo Silvestri. "È stato un piacevole momento di Amarcord intorno a tavoli imbanditi in un ambiente che profumava di sport", le parole del responsabile della sezione hockey cussina Gian Matteraglia, soddisfatto per la riuscita dell'evento.

Email inviata con successo

La Luparense perde in casa contro l'Adriese

04/11/2019 09:46

Stadio pieno, tifosi che hanno sfidato la pioggia per amore dei Lupi, ma a vincere è l’Adriese. La Luparense ha guardato negli occhi gli avversari, senza abbassare mai lo sguardo. La differenza l’hanno fatta i dettagli, le assenze e qualche disattenzione che a questi livelli costa sempre cara. Senza infamia e senza lode i rodigini si portano a casa tre punti che certificano la loro forza e che premiano un Grasjan Aliù in giornata di grazia. Per i Lupi resta da guardare il bicchiere mezzo pieno in vista dei prossimi impegni di campionato.

LA CRONACA

Avvio di gara tutto dei padroni di casa. All’8’ sventola dai 25 metri di Scapin e ottima risposta in corner di Cabras. I Lupi insistono offensivamente e vanno ancora vicini al vantaggio con un mancino dal limite di Gashi, largo di poco. Al primo vero affondo, però, passa l’Adriese: Lauria sfonda sulla destra, pallone al centro per Aliù che batte facilmente Burigana. I Lupi accusano il colpo, Pedrelli si fa espellere per due falli inutili al 20’ e due minuti dopo arriva la seconda doccia fredda, ancora con il sigillo di Grasjan Aliù su colpo di testa. La pioggia fittissima non permette ai giocatori in campo di imbastire azioni pulite. Al 35’ arriva l’occasione per accorciare: Beccaro viene atterrato in area da Boscolo e per l’arbitro è rigore. Dal dischetto va Pittarello che trasforma di potenza. L’inerzia della gara cambia, i Lupi prendono coraggio e schiacciano gli avversari nella loro metà campo, andando vicinissimi al pari con un cross deviato di Busetto. Dall’altra parte l’Adriese è pericolosissima in due occasioni, entrambe le volte però Burigana cancella Lauria e Aliù con due interventi prodigiosi. A 7′ della ripresa, sugli sviluppi di un corner, l’Adreise segna il 3-1 ancora con Aliù. Le squadre iniziano ad allungarsi col passare dei minuti e si aprono gli spazi, come nel caso del contropiede di Lauria che si presenta a tu per tu con Burigana, bravissimo nell’ipnotizzare l’avversario e sventare il pericolo. La Luparense risponde un minuto dopo con Mammetti che spara addosso a Cabras da distanza ravvicinata. Clamoroso il rigore non fischiato per fallo su Pittarello al 33′ con la beffa di vedere il numero 9 dei Lupi addirittura ammonito per simulazione. Al 45′ altro rigore possibile su Mammetti, e ancora un giallo per simulazione.

TABELLINO

LUPARENSE (3-4-3): Burigana; Seno, Beccaro, Pedrelli; Busetto (42′ st Petrilli), Cenetti (30′ st Venitucci), Scapin (20′ st Chajari), Della Vedova; Gashi (8′ st Mammetti), Pittarello, Speziale (12′ st Zane). All: Cunico

ADRIESE (4-4-1-1): Cabras; Mantovani, Boscolo, Alfano, Vecchi (41′ st Boreggio); Beltrame (3’ st Parolin), Lo Sicco, Lala, Pandiani (30′ st Tagliapietra); Lauria (30′ st Florian); Aliù. All: Tiozzo

ARBITRO: Crescenti di Trapani

RETI: 14’ e 22’ pt Aliù, 37’ pt Pittarello (rig), 7′ st Aliù

NOTE: spettatori 900 circa; Espulsioni: 20′ pt Pedrelli.

Email inviata con successo