PALLAVOLO

Il trofeo delle Regioni
torna in Veneto

20/12/2019 17:14

Adesso è ufficiale: il Trofeo delle Regioni 2020 di pallavolo è stato assegnato al Comitato Regionale Veneto. Dal 21 al 26 giugno, le selezioni regionali italiane, si daranno appuntamento nel padovano per assegnare il prestigioso titolo giovanile. Il fulcro della manifestazione sarà Montegrotto Terme, con il contributo di Abano Terme e di tutto il bacino termale padovano. La finale sarà invece giocata nella prestigiosa cornice della Kioene Arena di Padova.


Il Trofeo delle Regioni torna così in Veneto dopo l'edizione del 2012, a conferma dell'ottimo lavoro svolto dal Comitato Regionale che si avvarrà - per l'organizzazione - della collaborazione anche dei Comitati Territoriali, Padova in primis.


"E' un riconoscimento importante per tutto la pallavolo veneta - dice il presidente regionale Fipav, Roberto Maso - il Trofeo delle Regioni è la vetrina più importante a livello giovanile. Per questa manifestazione sono passati tutte le migliori giocatrici e migliori giocatori che hanno dato e stanno dando lustro alla pallavolo azzurra. La macchina organizzativa è partita subito, si tratta di un impegno molto importante che coinvolgerà anche i Comitati Territoriali e tantissimi volontari. Nel 2020 Padova sarà la "Capitale Europea del Volontariato", mentre Montegrotto sarà la "Città Europea dello Sport": è davvero l'anno più adatto per organizzare il Trofeo delle Regioni in queste città".


Al Trofeo delle Regioni parteciperanno le selezioni under 15 femminili e under 16 maschili di tutte le regioni che dovranno decretare i successori di Veneto (femminile, nella foto) e Puglia (maschile, davanti proprio al Veneto), vincitrici dell'ultima edizione.


"Collaboriamo da tempo con la Fipav, con cui c'è ormai un filo diretto - dice l'assessore allo sport di Montegrotto, Pier Luigi Sponton - oltre al Trofeo delle Regioni, ospiteremo quest'anno il Trofeo dei Terrirori e l'ormai tradizionale "Memorial Campesan", uno dei tornei giovanili più importanti d'Italia. La nostra amministrazione è a disposizione dello sport e il fatto di essere "Città Europea dello Sport" è un ulteriore stimolo e riconoscimento".


 
Nessun commento per questo articolo.