SUPERLEGA

Kioene a trazione “Nando”
Sconfitta Modena 3-1

26/12/2019 22:38
Colpaccio della Kioene Padova che, a 3 anni di distanza dall’ultimo successo casalingo alla Kioene Arena (3-1 il 20 marzo 2016 in occasione di gara 3 dei quarti play off 2015/16), raccoglie tre punti con la Leo Shoes Modena. Trascinati da un ottimo “Nando” Hernandez, i bianconeri sono riusciti a bloccare il tentativo di rimonta di Modena che non è stata in grado di concretizzarlo dopo il secondo set. La Kioene ha prevalso su tutti i fondamentali e l’urlo di gioia davanti ai propri tifosi è stata la ciliegina sulla torta di un palasport sold-out per questo match. In casa Modena, al termine della sfida coach Giani ha parlato a lungo con i suoi ragazzi in spogliatoio.
La cronaca vede un prepotente avvio di Padova al servizio, che si porta sul 5-1 sfruttando i colpi in battuta di Travica e Ishikawa. Modena recupera bene al centro con Holt ed è proprio lui a firmare il sorpasso con l’ace del 9-10. E’ un continuo sorpasso a vicenda, con Ishikawa a trovare il primo set ball grazie al servizio del 24-23 e il muro di Barnes su Anderson a chiudere 25-23. L’avvio del secondo set vede Modena avanti sul 4-7 grazie all’ace di Bednorz e all’attacco out di Randazzo. Sul 6-10 Hernandez mette la quarta e recupera (10-10) ma Modena è brava a rimanere sul pezzo e a ribaltare grazie all’ace di Anderson che stacca 17-20. Da qui i modenesi devono solo amministrare: Anderson trova il set ball (21-24) e Holt pareggia il conto dei set (22-25). Nel terzo set la Leo Shoes mette subito la freccia, costringendo coach Baldovin al time out sull’1-5. Al rientro in campo i muri di Volpato e l’ace di Hernandez portano la Kioene avanti (7-6). L’opposto cubano fa volare Padova al servizio (10-6) con Giani a mandare in campo Pinali e Kaliberda. La Leo Shoes va in piena confusione e Padova ne approfitta con Hernandez tra i più attivi (22-15). Il rientrante Zaytsev spara fuori la battuta ed è 25-19. Il quarto set è un continuo testa a testa fino al 20-17 con Ishikawa devastante alla battuta. Hernandez trova il match ball con la diagonale del 24-21 ma Modena non molla e recupera bene a muro, con coach Baldovin a chiedere time out sul 24-23. A sparare a terra la palla del 25-23 è sempre Hernandez, che chiude il match tra l’apoteosi del proprio pubblico.


Fernando Hernandez Ramos (Kioene Padova): “E’ stata una gara incredibile in cui abbiamo messo la grinta che serviva per sconfiggere una grande squadra come Modena. Io MVP? Il premio se lo merita tutta la squadra e il nostro palleggiatore Travica che stasera ci ha trascinato con carattere. Ora guardiamo al girone di ritorno positivi e con la consapevolezza dei nostri mezzi”.
Ivan Zaytsev: (Leo Shoes Modena): “Padova ha imposto da subito un grande ritmo e non siamo stati in grado di reagire. Adesso dovremo far quadrato in spogliatoio perché dobbiamo reagire e mettere fine a questo periodo di risultati altalenanti”.


Kioene Padova – Leo Shoes Modena 3-1
(25-23, 22-25, 25-19, 25-23)

Kioene Padova: Polo 10, Volpato 7, Travica 2, Ishikawa 16, Randazzo 2, Hernandez 28, Danani (L); Casaro 1, Barnes 6. Non entrati: Fusaro, Cottarelli, Canella, Bottolo, Bassanello (L). Coach: Valerio Baldovin.
Leo Shoes Modena: Anderson 6, Zaytsev 16, Bednorz 14, Christenson 4, Holt 9, Mazzone 8, Rossini (L); Pinali 2, Bossi 1, Kaliberda 1. Non entrati: Estrada Mazorra, Truocchio, Salsi Iannelli (L). Coach: Andrea Giani.
Arbitri: Vagni-Cesare.
Durata: 29’, 31’, 27’, 27’. Tot. 1h 54’
Spettatori: 3.916 (sold out)
Incasso: 66.516 Euro
MVP: Fernando Hernandez Ramos (Kioene Padova)
NOTE. Servizio: Padova errori 18, ace 11; Modena errori 17, ace 6. Muro: Padova 11, Modena 6. Ricezione: Padova 45% (28% prf), Modena 29% (15% prf). Attacco: Padova 52%, Modena 45%.
 
Nessun commento per questo articolo.