CALCIO A 5

Daniele, un gol per il
papà appena scomparso

11/01/2020 15:30

Certe volte lo sport confeziona degli esempi di vita che ci rimarranno incastonati nei ricordi più significativi per sempre. Lo scrive Luca Galasso, addetto stampa del Calcio Padova C5. Che racconta: venerdì 10 gennaio all’AGSM Forum di Verona, prende vita la partita Hellas Verona vs Calcio Padova C5. Quella che doveva essere una classica prima giornata di ritorno del campionato di Serie C1 di Futsal assume per forza di cose un significato particolare per i biancoscudati che, poche ore prima hanno dovuto affrontare la dolorosa ed improvvisa scomparsa di Alessandro Feverati, grande tifoso della squadra e sempre presente accanto ai ragazzi durante questa annata sofferente. Un giocatore in particolare però è colpito direttamente dalla vicenda. Si tratta di Daniele, portiere classe '98 e figlio di Alessandro. Il “guardiano” del Padova sceglie di giocare e, come tutta la squadra, disputa un incontro gagliardo nella tana della capolista rendendosi protagonista di alcuni interventi fondamentali al fine del risultato. Nella ripresa a 3 minuti e 45 secondi dal suono della sirena, i patavini conducono inaspettatamente per 2 a 1 quando Daniele blocca una conclusione di un attaccante dell'Hellas Verona e alza lo sguardo: i pali gialloblu sono sguarniti visto che i locali in quel momento avevano in campo il portiere di movimento, il biancoscudato rinvia morbido di sinistro e tutto l' AGSM Forum segue quasi incredulo quella traiettoria che finisce per insaccarsi in rete facendo esplodere di gioia tutta la panchina che nel frattempo si era catapultata verso il proprio estremo difensore. Un gol di un portiere nel Futsal non è evento così raro, però Daniele per una cosa (pali) o per l'altra (mira errata) non ci era mai riuscito. Ogni volta che ci andava vicino papà Alessandro sorrideva e malediceva la sorte per una soddisfazione che il figlio avrebbe meritato. Nel momento in cui la palla ha oltrepassato la linea bianca, il portiere biancoscudato inizia a correre verso gli spalti quasi a cercare chi in quel posto era sempre presente, venendo sommerso dai compagni in un abbraccio collettivo replicato poi a fine gara. La rete sarà decisiva per la vittoria per 3 a 2 del Padova e papà Alessandro in questa occasione da lassù potrà finalmente gioire della marcatura di Daniele.


 
Nessun commento per questo articolo.