Millenium Basket: sfida contro Cantù

14/02/2020 09:43

Doppia sfida incrociata con la blasonata Cantù, nel fine settimana, per Millennium Basket. La prima squadra allenata da coach Nardo, rilanciata dalla fondamentale vittoria su Bergamo che l’ha proiettata al sesto posto in classifica, sabato 15 febbraio 2020, dalle ore 20.30, per la terza giornata del girone di ritorno del campionato di serie A di pallacanestro in carrozzina, è attesa dalla durissima trasferta al palasport di Meda contro la Briantea84, vice campione d’Italia in carica e attuale terza forza del torneo.

La formazione giovanile delle Iene campione d’Italia, invece, domenica 16 febbraio, alle ore 15, al palazzetto dello sport di casa di Piombino Dese, ospita i pari età della società cestistica lombarda in un incontro valido per la quinta giornata di andata del campionato nazionale di categoria, girone A. I ragazzi di coach Da Villa sono chiamati all’immediato riscatto dopo la sconfitta subita domenica scorsa – la prima dopo un anno di imbattibilità – a Firenze con la capolista Menarini.

Email inviata con successo

Bella partita delle Lupe ma derby va alla Reyer

14/02/2020 07:47

Finisce nella maniera più amara, per il Fila, il derby d'alta classifica con la Reyer. L'Umana espugna il parquet di San Martino di Lupari all'ultimo secondo, con un buzzer beater di Petronyte, dopo che le Lupe avevano guidato nel punteggio dal 6' del primo quarto fino, appunto, all'ultimo possesso della gara. Nonostante l'inevitabile delusione, che fa scivolare le giallonere a -6 dal terzetto di testa, rimane comunque una partita che deve dare morale e convinzione alle ragazze di Abignente. Il campo ha infatti detto che le Lupe, uscite tra gli immancabili applausi di un pubblico straordinario, hanno tutte le qualità per giocarsela anche con le grandi del campionato, tanto più che l'impegno era stato affrontato con il forfait all'ultimo secondo di Jazmon Gwathmey, tenuta a riposo precauzionale per un piccolo problema muscolare.

1° QUARTO. Ad aprire l'incontro è un canestro allo scadere dei 24" di Carangelo, a cui risponde subito Sulciute da dietro l'arco. Nelle prime fasi Venezia prova a tenere la testa, portandosi sul 5-8 al 4' coi canestri di Steinberga e Petronyte. La reazione giallonera è però affidata a Fietta, Sulciute e Ostarello, autrici di un 6-0 che vale il sorpasso. Con la pregevole conclusione di Filippi e i bersagli della stessa Ostarello (già a quota 10 punti nei primi 10'), il Fila prova anche un primo mini allungo sul 21-14.

2° QUARTO. Penna e De Pretto riavvicinano le lagunari in avvio di secondo periodo, sul 23-21. Ma San Martino c'è: Ciavarella apre e chiude un altro minibreak di 6-0, replicato poco dopo da Fietta e Filippi. A 3' dall'intervallo, le padrone di casa toccano quindi il loro massimo vantaggio sul +12, 35-23. Si sblocca Anderson e lo stesso fa dall'altra parte Bjorklund, ma poi la bomba di Carangelo (la prima a segno per le ospiti dopo 11 errori) fissa il 37-30 con cui si va all'intervallo. Anche perché dall'altra parte il coast to coast in chiusura di Pasa, che in meno di 5" si beve tutto il campo, non è premiato dal ferro.

3° QUARTO. San Martino riparte dopo l'intervallo con la tripla del nuovo +10 firmata Ostarello, ma poi la Reyer recupera terreno con Steinberga, brava anche ad andarsi a prendere diversi viaggi in lunetta. Dall'altra parte invece qualche fischio tarda ad arrivare, facendo innervosire la panchina giallonera che vorrebbe una maggior tutela: al 30' saranno appena 6 i liberi tentati dalle padrone di casa contro i 16 delle avversarie. Ora l'Umana ha tutta l'inerzia dalla sua: De Pretto fa -4 (44-40), poi nonostante la risposta di un'ottima Ciavarella (9 punti con quattro canestri uno diverso dall'altro) c'è anche il -1 (48-47) con la tripla di Penna.

4° QUARTO. La stessa Penna riacciuffa anche la parità in avvio di quarto periodo, completando una rincorsa durata due quarti e mezzo. Il Fila tuttavia reagisce: Pasa ruba e si invola a firmare il nuovo vantaggio, e poi Bjorklund ritrova il +4. Sarà il filo conduttore di tutta la frazione, che vede le Lupe tentare di scappare nuovamente e le veneziane sempre brave a riprenderle. Entrando negli ultimi 3', ancora Ostarello e una splendida Sulciute (top scorer a quota 16) propiziano il +4 Fila sul 62-58, ma saranno gli ultimi punti per le padrone di casa. Non vanno a segno per esempio i due liberi di Ostarello sul 62-60 a 90" dalla fine, dopo il recupero di Fietta, mentre dall'altra parte Petronyte fa 2/2 e fissa la nuova parità. San Martino arriva agli ultimi possessi col fiato corto, mentre la Reyer è più lucida. Gli ultimi due attacchi delle padrone di casa si concludono così con una palla persa, e dall'altra parte Venezia ha 19" per gestire l'ultima azione. La difesa sembra tenere, e invece all'ultimo secondo Petronyte fa partire un gancio che si appoggia sulla tabella ed entra, regalando il derby all'Umana. Il Fila deve comunque uscire rinforzato da questa prestazione, e sarà chiamato a dimostrarlo già domenica alle 18, nella nuova gara casalinga con Empoli.

TABELLINO

Fila San Martino - Umana Venezia 62-64

BASKET SAN MARTINO: Dotto ne, Fietta 6 (3/8), Filippi 5 (1/3, 1/3), Tonello (0/1 da tre), Toffolo, Ciavarella 9 (3/4, 1/2), Bjorklund 6 (2/7, 0/1), Pasa 5 (2/4), Sulciute 16 (5/7, 1/4), Gwathmey ne, Sandri, Ostarello 15 (4/6, 2/3). All. Abignente.

REYER VENEZIA: Anderson 6 (3/3, 0/6), Bestagno (0/2), Carangelo 5 (1/1, 1/5), Gorini 3 (0/2), De Pretto 15 (3/7, 1/3), Steinberga 13 (4/8, 0/2), Petronyte 10 (3/6), Pastore 2 (1/2), Meldere, Penna 10 (3/4, 1/2), Macchi (0/4, 0/2). All. Ticchi.

ARBITRI: Terranova di Ferrara, Castiglione di Palermo e Culmone di Bologna.

PARZIALI: 21-16, 37-30, 50-48.

NOTE: Nessuna uscita per 5 falli. Tiri da due: San Martino 20/39, Venezia 18/39. Tiri da tre: San Martino 5/14, Venezia 3/20. Tiri liberi: San Martino 7/12, Venezia 19/20. Rimbalzi: San Martino 31 (Sulciute e Ostarello 6), Venezia 38 (Steinberga 11). Assist: San Martino 15 (Bjorklund 5), Venezia 12 (Steinberga e Macchi 3).

Email inviata con successo

270 studenti alla Kioene Arena

13/02/2020 12:26

Si è svolta mercoledì mattina la seconda edizione di Kioene Volley Games, nello specifico la giornata dedicata alle studentesse e agli studenti delle classi prime medie.

270 giovani “atleti” divisi in 55 squadre hanno giocato all’interno di 11 campi allestiti all’interno della Kioene Arena. Seguiti da atleti e allenatori del settore giovanile, gli scolari hanno preso parte a un torneo che ha coinvolto le prime medie delle scuole Zanella, Bettini, Ruzante di Padova, dell’istituto comprensivo di Cadoneghe e della scuola Cesarotti di Selvazzano. Al termine sono intervenuti gli atleti della prima squadra Mattia Bottolo, Nicolò Casaro e Marco Volpato che hanno giocato insieme agli studenti, oltre a coach Valerio Baldovin che ha dato indicazioni utili a tutti i partecipanti. "La giornata si è svolta a conclusione delle visite che avevamo fatto in queste scuole – dice Monica Mezzalira, coordinatrice del settore giovanile bianconero – e siamo stati molto contenti di aver condiviso il grande entusiasmo di studenti e professori. A marzo il Kioene Volley Games tornerà in una giornata dedicata alle scuole elementari e per il futuro contiamo di ampliare ulteriormente la partecipazione delle scuole del territorio".

Email inviata con successo

Lupe: stasera è derby contro la Reyer Venezia

13/02/2020 08:30

È un appuntamento infrasettimanale dal grande appeal, quello che andrà in scena questa sera a San Martino di Lupari.

Dopo la sosta osservata nel fine settimana per lasciare spazio agli impegni delle Nazionali, il campionato di A1 torna col botto: alle 20.30 il PalaLupe ospiterà infatti il derby veneto tra Fila San Martino e Umana Reyer Venezia. Una sfida importante e sempre sentita, fra due squadre che in questo momento occupano rispettivamente la quarta e la seconda (a +4) posizione in classifica. Per il club giallonero si tratta della prima di due gare casalinghe nello spazio di quattro giorni (domenica alle 18 arriva Empoli), e le ragazze di coach Abignente vogliono far valere il fattore campo con l'aiuto del loro pubblico, atteso numeroso e caldissimo.

L'AVVERSARIA

In campionato l'Umana - che in questa stagione disputa anche l'Eurolega - ha vinto 8 delle ultime 9 partite, cedendo solo in volata sul campo del Geas negli ultimi giorni del 2019. In precedenza, le uniche sconfitte erano arrivate negli scontri diretti esterni con Ragusa e Schio. Dati che testimoniano la forza della squadra allenata dall'ex coach della Nazionale Giampiero Ticchi. Sono ben sette le giocatrici che viaggiano attorno alla doppia cifra di media (con quasi 80 punti a partita, Venezia ha il secondo attacco più prolifico della A1), capitanate dalla lettone Steinberga con 13.6 a uscita. Insieme a lei anche le straniere Anderson e Petronyte, così come le azzurre Bestagno, De Pretto, Carangelo e Penna. Tra le altre, offrono esperienza e qualità uscendo dalla panchina la campionissima Macchi e una delle ex della sfida, la play Chiara Pastore che torna per la prima volta al PalaLupe dopo la felice esperienza della scorsa stagione.



È un appuntamento infrasettimanale dal grande appeal, quello che andrà in scena giovedì sera a San Martino di Lupari. Dopo la sosta osservata nel fine settimana per lasciare spazio agli impegni delle Nazionali, il campionato di A1 torna col botto: alle 20.30 il PalaLupe ospiterà infatti il derby veneto tra Fila San Martino e Umana Reyer Venezia. Una sfida importante e sempre sentita, fra due squadre che in questo momento occupano rispettivamente la quarta e la seconda (a +4) posizione in classifica. Per il club giallonero si tratta della prima di due gare casalinghe nello spazio di quattro giorni (domenica alle 18 arriva Empoli), e le ragazze di coach Abignente vogliono far valere il fattore campo con l'aiuto del loro pubblico, atteso numeroso e caldissimo.


L'AVVERSARIA. In campionato l'Umana - che in questa stagione disputa anche l'Eurolega - ha vinto 8 delle ultime 9 partite, cedendo solo in volata sul campo del Geas negli ultimi giorni del 2019. In precedenza, le uniche sconfitte erano arrivate negli scontri diretti esterni con Ragusa e Schio. Dati che testimoniano la forza della squadra allenata dall'ex coach della Nazionale Giampiero Ticchi. Sono ben sette le giocatrici che viaggiano attorno alla doppia cifra di media (con quasi 80 punti a partita, Venezia ha il secondo attacco più prolifico della A1), capitanate dalla lettone Steinberga con 13.6 a uscita. Insieme a lei anche le straniere Anderson e Petronyte, così come le azzurre Bestagno, De Pretto, Carangelo e Penna. Tra le altre, offrono esperienza e qualità uscendo dalla panchina la campionissima Macchi e una delle ex della sfida, la play Chiara Pastore che torna per la prima volta al PalaLupe dopo la felice esperienza della scorsa stagione.

L'ANDATA

La sfida del Taliercio è stata combattuta ed equilibrata, con il Fila capace anche di condurre sia nel primo che nel terzo periodo. Nell'ultimo quarto però Venezia ha trovato lo scatto giusto, andando poi a chiudere sul 75-62.


Email inviata con successo

A Taggì è partito il torneo "Bettin"

12/02/2020 16:37

Il Torneo Luciano Bettin, attualmente in corso, è giunto alla sesta edizione e come​ sempre si gioca al Palasport di via Balla a Taggì di Sotto, nel comune di Villafranca Padovana.

Il torneo offre l'opportunità alle squadre con categorie di base di gareggiare anche nel periodo invernale, in attesa di riprendere con l'arrivo della primavera l'attività all'aperto.

L'appuntamento vuole ricordare Luciano Bettin, noto Arbitro e Dirigente​ venuto a mancare sei anni fa.

L'organizzazione e' dell U.S Villafranchese con Silvia Guidolin ed Ivone Marzaro sempre in prima linea ad accogliere le squadre e con un pubblico che ogni sabato affolla la tribuna del PalaTaggi.

Nell'edizione di quest'anno due le categorie in gioco: i 2012 e i primi calci del 2013/2014. 24 squadre con circa 250 bambini e bambine condivideranno tra gennaio e febbraio il divertimento.

Al via si diceva 24 squadre più 1, il Lizzana, giunta a Villafranca con i suoi piccoli nel week end appena concluso.

Le Squadre partecipanti

Categoria 2012:

ARDISCI & SPERA a/b

CALCIO VEGGIANO a/b

ACCADEMY PLATEOLA a/b

MEDOACUS

TOMBOLO VOGONTINA SP

CITTADELLA

VILLAFRANCHESE

TORRE

INDOMITA VIGODARZERE

Categoria 2013/2014

ARCELLA a/b

EUGANEA ROVOLON a/b

VILLAFRANCHESE a/b

CITTADELLA

TORRE

ARDISCI & SPERA

MEDOACUS

INDOMITA VIGODARZERE

TOMBOLO VIGONTINA SP

I prossimi appuntamenti del Torneo saranno sabato 15 e domenica 16 febbraio, sabato 22 e domenica 23 febbraio con il gran finale.

Email inviata con successo

Dalia Kaddari d'oro con record nazionale

10/02/2020 12:14

Hanno riservato un crescendo di emozioni i campionati italiani indoor juniores e promesse, che si sono appena conclusi ad Ancona. La giovane atleta delle Fiamme Oro Dalia Kaddari si è laureata campionessa italiana juniores sui 200 metri, stracciando il primato italiano indoor dei 200 metri juniores che già le apparteneva. Dalia ha pennellato un giro perfetto, fermando il cronometro su 23”85, 8 centesimi al di sotto del suo precedente primato. Dopo essersi migliorata in questo inizio di stagione sui 60 metri ad Iglesias con 7”40, il record sui 200 metri era nell’aria e Dalia non ha tradito le attese. "Sono davvero contenta di aver corso così forte su questo anello che mi piace molto e ancora di più di averlo fatto con la maglia delle Fiamme Oro. Quest’anno mi sono allenata bene a Tenerife con le altre ragazze della staffetta 4x100. Stiamo lavorando già in funzione Olimpiadi e sono felice di essere parte di questo gruppo allargato. Dopo il 7”40 sui 60 metri gareggerò di nuovo su questa distanza vediamo se agli Assoluti del 23-24 febbraio o, negli stessi giorni, a Minsk con la maglia della Nazionale giovanile".

Già nelle batterie quella di Dalia era stata un’autentica passeggiata vittoriosa conclusa in 24”20.

Tra gli juniores sempre sui 200 metri bella prova anche per Nazareno Sacchetto che sale sul terzo gradino del podio, chiudendo in 21”95, dopo aver vinto la sua batteria in 21”92, siglando il secondo miglior tempo dietro un ritrovato Federico Giuglielmi (21”45), poi degno vincitore della rassegna. Nella prima giornata Nazareno Sacchetto sui 60 metri aveva iniziato molto bene vincendo la terza batteria in 7”08 per poi giungere secondo in semifinale con 7”00. Complice una partenza non eccezionale, in finale non era riuscito poi ad andare oltre il quinto posto correndo in 7”05.

Nella giornata odierna nella finale dei 60 ostacoli promesse ha strappato un buon terzo posto con il primato stagionale di 8”45 Desola Oki lei che in batteria aveva vinto in 8”57 per poi ripetersi in semifinale con 8”50.

Nel salto in alto Lorenzo Pezzolato non è andato oltre il 1.85 metri, chiudendo al 10° posto mentre nel lungo la sua gara si era conclusa purtroppo con tre nulli. Nei 5000 metri di marcia juniores Enrico Disarò ha chiuso al 15° posto in 24’51”75.

Intanto ieri nel “World Athletics Indoor Tour” di Torun (Polonia) nei 60 ostacoli Hassane Fofana ha centrato il suo primato stagionale con un buon 7”73 in finale, migliorando ulteriormente il suo 7”77 della batteria. Dopo una striscia continua di ottime prestazioni, nel frastuono del palazzetto Luminosa Bogliolo invece non ha sentito distintamente lo sparo chiudendo la batteria con 8”24. Si è fermata a 1.78 metri nell’alto infine Desiree Rossit, in una gara test con rincorsa ridotta a Dortmund.

Email inviata con successo

Luparense: sconfitta amara contro Vigasio

10/02/2020 08:19

Segnali positivi si sono visti, la squadra ha risposto “presente”, ma nell’unico tiro in porta davvero pericoloso, il Vigasio ha trovato il gol viziato tuttavia da un netto fuorigioco. "La prestazione c’è stata, ho visto negli occhi di tutti quella voglia di reagire e di giocare con entusiasmo… Sono fiducioso perchè si respirava voglia di rivalsa. I ragazzi hanno dimostrato ancora una volta il loro attaccamento alla maglia e questo è solo il primo passo per uscire tutti insieme da questo momento di appannamento. Domenica mi aspetto che anche il risultato sia positivo, ma sono fiducioso…" ha commentato il presidente Stefano Zarattini.

Ilo match fatica a prendere ritmo, le prime conclusioni arrivano dopo 10′ abbondanti ed entrambe sono altissime (Antenucci e Pittarello). Il più pimpante è Moras, che tenta di creare superiorità con le incursioni sulla sinistra. Ad andare a centimetri dal vantaggio è però il Vigasio, con Antenucci che spara a lato con la punta. Giacomazzi ha sulla testa il possibile vantaggio ma spreca, allora i padroni di casa concretizzano sul finire della prima frazione e trovano il vantaggio con il tap in irregolare di capitan Antenucci.

Nella ripresa mister Centurioni si gioca le carte Camara e Gashi, con il primo decisamente una spina nel fianco per la difesa veronese. È proprio il guineiano a creare diverse opportunità, ma il sempre attento Bertolani si guadagna la pagnotta di giornata con uscite e parate sicure. I Lupi cercano di entrare in area col fraseggio e trovano la concentratissima retroguardia biancazzurra sempre pronta a pulire gli ultimi metri. Nei minuti finali Giacomazzi si posiziona nel ruolo di punta per sfruttare i lanci lunghi, ma invano: alla fine esulta solo il Vigasio.

TABELLINO

VIGASIO (4-4-2): Bertolani; Salvaterra, Santeramo, Bertozzini, Scuderi; Ansini (34’ st Barzotti), Corti (26’ st Nardi), Boldini, Severini; Antenucci, Giordano (41’ st Contri). All: Orecchia

LUPARENSE (4-3-3): Burigana; Seno (34’ st Trevisan), Giacomazzi, Salviato, Della Vedova; Trento, Bedin (23’ st Gashi), Calone (37’ pt Sadek); Busetto (11’ st Camara), Pittarello, Moras (44’ st Cenetti). All: Centurioni

Arbitro: Ilaria Bianchini di Terni

Rete: 45’ pt Antenucci

Note: ammoniti Antenucci (V), Santeramo (V), Trevisan (L); recupero 1’ e 4’

Email inviata con successo

Millenium basket torna alla vittoria

10/02/2020 07:40

E’ stata una battaglia, punto su punto, ma alla fine la Millennium Basket ha centrato l’obiettivo compiendo un passo avanti importante nella corsa per la permanenza in Serie A.

Sabato 8 febbraio, al palasport “amico” di Piombino Dese, nella gara valida per la seconda giornata di ritorno del massimo campionato di pallacanestro in carrozzina, gli uomini di coach Marco Nardo hanno acciuffato un successo che vale doppio contro la Special Bergamo Sport, a cui erano appaiati al penultimo posto, scavalcandola in classifica e agganciando la sesta piazza a sei punti, al culmine di un match tiratissimo che avevano rischiato seriamente di compromettere.

Dopo un buon avvio (16-11 al termine del primo quarto, con Bargo “mattatore”), infatti, i patavini sono andati incontro a un inspiegabile blackout nel secondo periodo, non segnando alcun canestro per oltre sei minuti di gioco, nemmeno i tiri liberi, e gli ospiti, trascinati da Sagar, top scorer con 23 punti, e Gabas (19), li hanno ripresi e superati per il 21-26 all’intervallo lungo.

In avvio di terzo quarto i padroni di casa sono scivolati addirittura a meno 10, ma a quel punto hanno sfoderato una grande reazione di carattere grazie anche al prezioso contributo di due giocatori della “vecchia guardia”, Casagrande e Foffano, autori di canestri pesanti. Una “bomba” da tre di Buoghania ha suonato la carica e la Studio3A Millennium Basket ha iniziato la risalita: a 6’ e 30’’ dalla sirena ha ripreso Bergamo sul 44 pari, Bernardis ha firmato il canestro del sorpasso e quindi Padova ha assestato e mantenuto il break decisivo, per il 52 a 50 finale. Con l’unico rammarico di non essere riusciti a imporsi con un margine superiore sui lombardi, che all’andata avevano vinto con sei di scarto e che quindi sarebbero avanti negli scontri diretti in caso di arrivo alla pari in classifica.

Email inviata con successo

Campodarsego ko contro l'Ambrosiana

09/02/2020 20:56

Il Campodarsego incappa nella seconda sconfitta stagionale. Una battuta d'arresto che arriva in una domenica nella quale la formazione biancorossa è fortemente colpita da assenze e squalifiche, contro le quali la capolista dà comunque tutto sul campo, senza riuscire a strappare punti dal terreno dell'Ambrosiana, terza in classifica.

Pronti via, è subito botta e risposta: Finazzi impegna il portiere in due tempi da calcio piazzato al 15', e sul ribaltamento di fronte Aspergh è bravo a replicare a Biasi. Prima dell'intervallo ci provano anche Amadio e Callegaro, senza fortuna, stesso esito che, dopo 7 minuti della ripresa, lo stesso Amadio incontra calciando senza precisione sopra la traversa. La gara si decide all'8': è Alba a siglare la rete che risulterà decisiva. Il Campodarsego prova a reagire, con Finazzi e con una rovesciata del solito Amadio che si spegne a lato, ma non trova il gol del pari. Arriva il seco so ko stagionale, anche questo in trasferta, ma la squadra ha dato tutto quello che poteva.

Email inviata con successo

Millenium basket, sfida per la salvezza

06/02/2020 10:27

Dopo due settimane di sosta per lasciare spazio alle coppe europee, riprende il campionato di pallacanestro in carrozzina di serie A e la Studio3A Millennium Basket, unica veneta della massima categoria.

Si tratta di un match di vitale importanza in chiave salvezza al palasport di casa di Piombino Dese: sabato 8 febbraio 2020, con inizio alle ore 20, per la seconda giornata del girone di ritorno, i patavini affrontano la Special Bergamo Sport Montello Spa con cui condividono il penultimo posto a 4 lunghezze: vincere, e possibilmente con più di 6 punti di scarto per sopravanzare i lombardi anche negli scontri diretti (all’andata Bergamo si impose 64 a 58), significherebbe per gli uomini di coach Marco Nardo mettere una seria ipoteca per la permanenza nella serie regina (retrocede solo una squadra).

Email inviata con successo