PARALIMPIADI

Appuntamento a Tokyo
2021 per Bettella

27/03/2020 10:00

Dovrà aspettare il 2021 Francesco Bettella per andare a caccia della sua terza Paralimpiade. Il rinvio dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Tokyo di un anno ha rivoluzionato definitivamente i calendari internazionali sportivi, in una stagione già ampiamente compromessa.

"È stato un sollievo in fondo - sottolinea il nuotatore della Civitas Vitae Sport - Per me ora non cambia molto nella quotidianità, perchè da due settimane non mi stavo più allenando. Giusto rinviare di una stagione le Paralimpiadi, per la salute e la sicurezza di tutti, ma anche sotto il profilo agonistico. Non sarebbe stato possibile arrivare a un appuntamento così importante senza l’adeguata preparazione. Penso che quella del rinvio fosse l’unica soluzione realistica per non annullare tutto".

Francesco Bettella aveva già dovuto fare i conti con le limitazioni degli spostamenti che hanno complicato la sua possibilità di allenarsi: "Dall’8 marzo non sono più riuscito ad andare in piscina e in palestra. A casa cerco di lavorare sugli esercizi che facevo in palestra, ma non basta per mantenere la condizione".

Uno dei primi appuntamenti agonistici saltati per la diffusione del Coronavirus è stata la tappa delle World Series a Lignano, di cui Bettella era anche presidente del comitato organizzatore: "Entro maggio dovremo presentare la candidatura per l’anno prossimo. Non è una decisione che prenderò da solo, ma siamo orientati a ripresentarla. Ci è dispiaciuto molto l’annullamento e siamo fiduciosi per l’anno prossimo".

Intanto, sospesa anche la ricerca su materiali e tecnologie per gli sport paralimpici che porta avanti con Oic, anche Bettella fa i conti con una quotidianità tutta nuova: "Avevo del lavoro da fare per la mia borsa di studio all’Università, quindi mi sto tenendo occupato - conclude - A parte questo faccio quello che fanno tutti, leggo e guardo la tv, ma soprattutto sento spesso gli amici, anche in video chiamata".


 
Nessun commento per questo articolo.