STIPENDI

Serie B, Ascoli esonera
Stellone perchè oneroso

17/04/2020 09:37

Esonerato causa tempi di Covid. Succede a Roberto Stellone, oramai ex allenatore dell'Ascoli che lo ha esonerato (assieme al suo staff) per "eccessiva onerosità anche in relazione alla durata dei rispettivi contratti". Un caso che rischia di diventare un precedente. Nel comunicato ufficiale, la società bianconera ha infatti comunicato come "le straordinarie e non prevedibili vicende del virus COVID-19" abbiano spinto la Società ad adottare dei provvedimenti in ambito dei rapporti contrattuali in essere con i vari atleti e staff, "al fine di salvaguardare anche la continuità aziendale rispetto alla situazione contingente che stiamo vivendo".


L'Ascoli ha poi sottolineato come siano "in essere un contratto di prestazione sportiva con Mister Zanetti, nonché con il relativo staff, da qui, la necessità da parte della Società di adottare misure di contenimento dei costi in ragione delle condizioni oggettive venutesi a creare per eventi imprevedibili e circostanze eccezionali".

Tra Ascoli e Stellone ci sarebbero state diveregenze nell'adeguamento prima, e nella risoluzione del contratto poi: da qui l'esonero dell'allenatore nonostante il campionato sia fermo da quasi due mesi. Contestualmente, la società bianconera ha comunicato di aver promosso Guillermo Abascal: da tecnico della primavera a guida della prima squadra.


Non si è fatta attendere la risposta dell'avvocato di Stellone: "Stellone è la prima vittima contrattuale calcistica del Covid-19 e lo dico con il più assoluto rispetto per chi ha perso la vita o sta soffrendo a causa del virus – ha detto l’avvocato Paolo Rodella – . L’Ascoli si è reso protagonista di una iniziativa irrituale, improponibile, inammissibile, improcedibile, inefficace, strumentale e nulla; al punto tale che per quanto ci riguarda Stellone resta l’allenatore bianconero“. Così riporta stadionews.it, dove si legge anche l'intenzione del legale di procedere perché "si profila un danno a carico di Stellone per il quale chiederemo un risarcimento per la gestione mediatica della vicenda".


 
Nessun commento per questo articolo.