Citta attende lumi per ripresa giovanili

02/07/2020 16:29

I giovani e i loro allenatori scalpitano. Così il Cittadella attende notizie per la ripresa delle giovanili. Ecco il comunicato ufficiale:


Non appena la Federazione e le leghe competenti invieranno le informazioni necessarie, l’A.S. Cittadella comunicherà in tutti i canali ufficiali le tempistiche e le modalità di ripresa delle attività per la stagione sportiva 2020/2021.

Confidiamo che questo avvenga al più presto per dare la possibilità a tutte le famiglie di organizzarsi per tempo.


In un secondo momento anche tutte le informazioni circa la ripresa dell’Attività di Base.


La voglia di ricominciare è tanta, i nostri mister e i vostri ragazzi scalpitano.

Sicuri di rivederci presto, nel frattempo tifiamo tutti assieme la nostra prima squadra in lotta per un traguardo storico!


Forza Cittadella!


Cristian La Grotteria

Responsabile Settore Giovanile

Email inviata con successo

Lupe, dal Canada arriva il centro Fogg

02/07/2020 12:52

Si arricchisce di un importante nome nuovo il pacchetto lunghe del Fila San Martino: la società è infatti lieta di annunciare l'accordo con Abigail Fogg, 26enne pivot canadese di 193 cm proveniente dalla formazione ungherese del BEAC.

Nata il 31 marzo 1994 a Sault Sainte Marie, nella provincia dell'Ontario, nel 2012 si trasferisce negli Stati Uniti per intraprendere la carriera collegiale. Per lei due stagioni alla American University di Washington, poi il trasferimento all'Università di South Dakota. L'annata migliore sarà proprio l'ultima: con i Coyotes parte sempre in quintetto, e in 32 partite fa registrare 11 punti, 6 rimbalzi e più di una stoppata di media, aggiungendo al proprio bagaglio tecnico anche un affidabile tiro da tre (41% con più di due conclusioni a gara) e migliorando sensibilmente le proprie statistiche ai liberi, dove tocca l'83%.


Dopo la laurea in Biologia Medica, nel 2017 sbarca in Europa e più precisamente in Svizzera. Con il BBC Troistorrents disputa una stagione con medie di 12.3 punti e 9.3 rimbalzi, e raggiunge la finale della Coppa nazionale. L'anno successivo è nella seconda lega turca, al Mersin University, dove brilla con 21.5 punti (70% nel tiro da due) e 14.4 rimbalzi. Numeri che le valgono la chiamata a stagione in corso dell'Elazig, squadra che milita nello stesso campionato ma con ambizioni ben diverse: qui con 19.5 punti e 11.5 rimbalzi a uscita Fogg è determinante nel cammino che porta la squadra alla vittoria dei playoff, e alla promozione nella serie A turca.


Si arriva così allo scorso anno, nel quale gioca in Ungheria al BEAC Ujbuda. Curiosamente, una delle sue prime partite stagionali avviene proprio contro le Lupe, nell'amichevole precampionato giocata al torneo in Slovenia, dove fa registrare 18 punti. Nel campionato magiaro viaggerà poi a 12 punti e quasi 9 rimbalzi di media.


Dal 2017 fa parte anche della Nazionale senior Canadese, e nel suo palmarès internazionale c’è anche un argento alle Universiadi del 2015 in Corea del Sud. Ora per lei questa nuova avventura nel campionato italiano, nel quale siamo certi saprà farsi valere e conquisterà in fretta i cuori dei tifosi gialloneri. Benvenuta e in bocca al lupo!


Email inviata con successo

Plebiscito: via con gli allenamenti

27/06/2020 15:28

Al Plebiscito si torna in acqua. Le squadre du serie A1 femminile e serie B maschile di pallanuoto sono tornate ad allenarsi.

“Finalmente in acqua” esordisce Stefano Posterivo, tecnico della squadra di serie A1 femminile di pallanuoto che ha riconfermato la sua iscrizione al massimo campionato, sulla ripartenza degli allenamenti delle atlete.

"Sarebbe piaciuto a molti poter concludere la stagione in estate, ma le difficoltà erano tante e superiori alle opportunità. Ci alleniamo quotidianamente con sedute in acqua e in palestra, andremo avanti fino a fine luglio, fermandoci poi per un periodo di vacanza e ricominciare la preparazione per il prossimo campionato a fine agosto". "Abbiamo ancora l’amaro in bocca - ha aggiunto il coach - per non aver potuto concludere il campionato in una stagione che ci aveva visti vincere la terza Coppa Italia, unico trofeo assegnato quest’anno". "Questo ci darà ancora più voglia e motivazione per iniziare la prossima stagione con la determinazione di sempre. Intanto - ha concluso Posterivo - ci godiamo la piscina all’aperto e il sole che rendono ancora più bello allenarsi”.

“Abbiamo ripreso le attività sia con la prima squadra che con le squadre giovanili”, ha commentato invece il tecnico della squadra di serie B maschile di pallanuoto Gianluca Garibaldi, che sta seguendo in questi giorni anche gli allenamenti intensivi giovanili.

“E' stato un po’ come ricominciare, quasi da pelle d’oca".

Email inviata con successo

Padova calcio a 5: confermato Simionato

26/06/2020 12:43

Il Padova calcio a 5 è felice di comunicare di aver trovato un accordo con l’allenatore Gaston Simionato per il proseguimento del rapporto anche nella prossima stagione sportiva. Il mister ex, tra le altre, di Luparense e United Futsal Rossano, ha iniziato la propria avventura in biancoscudato lo scorso 18 ottobre (5^giornata) pareggiando 0-0 a Castelfranco Veneto. Da allora ha raccolto altri 22 punti, frutto di 7 vittorie e 1 pareggio, i quali sono valsi la sesta piazza in graduatoria. Al momento della sospensione il Padova era imbattuto da ben 7 gare, rappresentando la formazione più in forma di tutto il girone di ritorno.

Le parole a caldo del trainer argentino subito dopo il rinnovo: “Ho deciso di proseguire il mio lavoro a Padova perchè mi sono reso conto nei mesi scorsi di avere a che fare con una società seria, strutturata come poche e con al suo interno interno qualità umane e professionali eccelse. Poi ovviamente anche i ragazzi hanno avuto il loro peso in questa decisione, dal giorno in cui sono arrivato mi hanno fatto sentire a casa, permettendomi di lavorare con tranquillità e senza distrazioni. Diciamo che alla fine è stato un mix tra squadra e dirigenza, da una parte ho trovato disponibilità totale a seguire le mie idee, mentre dall’altra sapevo di poter contare su di una organizzazione pronta a farsi carico di ogni richiesta”.

L’era Simionato quindi andrà avanti con ancora più entusiasmo: “Quando ci siamo incontrati l’anno scorso mi era stato chiesto di ricostruire un gruppo, ricompattarne la base e ripartire per ambire a qualcosa di importante. Posso dire che fortunatamente ci siamo riusciti nonostante mancassero ancora 7 gare da giocare. Ci troviamo dunque in una situazione dove dovremmo cercare di dare continuità a quanto iniziato. Potrò inoltre contare nuovamente sul mio staff, e anche questo è un aspetto che ha pesato molto nella mia scelta di rimanere: inizialmente non ci conoscevamo come gruppo di lavoro ma sin dal primo allenamento ci siamo sintonizzati sulla stessa frequenza d’onda, tutti super preparati, e non mi riferisco solo ai miei assistenti di campo, sempre pronti a dare il meglio per aiutare i ragazzi. Si può dire che viviamo il Futsal allo stesso modo”.

Conclusione con una battuta flash. Quale sarà l’obbiettivo del Padova per la prossima stagione: “Essere protagonisti”.

Email inviata con successo

Plebiscito, al via prime competizioni tennis

25/06/2020 17:50

Da oramai un mese gli atleti dell’Accademia Tennis Plebiscito Padova hanno ripreso gli allenamenti sui campi del C.S. Plebiscito e C.S. 2000: tante sono le regole attualmente presenti per poter giocare in sicurezza, seguite con attenzione e serietà sia dagli allenatori che dagli atleti stessi (igienizzazione delle mani e delle attrezzature, adeguato distanziamento, e tutti i consigli dettati dal protocollo FIT), ed ora finalmente gli atleti potranno riprendere le competizioni, continuando ad allenarsi grazie all’attività estiva proposta per tutti i mesi di giugno, luglio e agosto.


I primi a scendere in campo saranno i campionati giovanili: posticipato l’inizio di tre mesi, saranno suddivisi in tre fasi, provinciale, regionale e nazionale, con la conclusione prevista per metà agosto. Tante le squadre iscritte dal C.S. Plebiscito, come tanta è la voglia degli atleti di confrontarsi con gli altri e tornare alle competizioni: 9 squadre sono pronte ai nastri di partenza, a partire dagli Under 10 fino agli Under 16, per iniziare la scalata allo scudetto nazionale.


Sempre il 5 luglio riprenderà inoltre il campionato nazionale di serie B femminile, con la squadra punta di diamante del centro sportivo patavino che può contare su nomi del calibro di Federica Arcidiacono (2.2, 699 WTA e 39 ITF), Giulia Crescenzi (2.3, 986 WTA e 389 ITF), e le portacolori del circolo di casa Gloria Ceschi (2.4, 1005 WTA, 514 ITF), la giovanissima classe 2006 Elisa Cesarina Vincenti (2.6) e l’istruttrice Cecilia Barbiero. A loro, si uniscono giocatrici straniere di tutto rispetto: le francesi Marine Partaud (495 WTA) e Lou Yaelle Adler (694 WTA), la spagnola Claudia Hoste Ferrer (683 WTA) e la romena Alexandra Damaschin (1004 WTA, 668 ITF).


Un campionato “ridotto”, nelle giornate e nei gironi: suddivisi per criteri di vicinanza, si disputeranno tre giornate di girone (“sola andata”) e le prime classificate, oltre alla migliore seconda classificata dei diversi gironi, si giocheranno la promozione in serie A2 per l’anno 2021 in un tabellone di andata/ritorno di play off.

Le ultime classificate dei gironi retrocederanno immediatamente nella nuova categoria creata per il 2021, la serie B2, mentre le seconde e terze classificate manterranno i diritti in serie B1.


Al via anche il campionato di Padel, con la squadra di serie B del C.S. Plebiscito, unica squadra patavina militante nella serie nazionale, pronta alla prima trasferta contro la forte compagine lombarda del David Lloyd di Peschiera Borromeo (MI), domenica 28 giugno. Domenica 5 luglio ci sarà invece la prima partita in casa, da disputare però, secondo norme vigenti, a porte chiuse, contro Beinasco Torino, mentre domenica 12 luglio l’ultima trasferta del girone contro il Monviso (Torino).


Un inizio di campionati comunque positivo per tutti gli atleti, che potranno così ricominciare a vivere lo spirito agonistico delle competizioni, ma dolce amaro per tutti gli appassionati che non potranno assistere alle partite in quanto obbligati a giocare “a porte chiuse”.

Email inviata con successo

Simone Salviato torna al Trento (serie D)

19/06/2020 13:27

L'ex difensore esterno del calcio Padova, Simone Salviato, tra i protagonisti due anni fa del ritorno in B dei biancoscudati con Bisoli, torna al Trento. Questo il comunicato della società:

"A.C. Trento S.c.s.d. comunica di aver acquisito i diritti alle prestazioni sportive del calciatore Simone Salviato, che ha sottoscritto un accordo con il club sino al 30 giugno 2021. A.C. Trento S.c.s.d. dà il benvenuto a Simone Salviato e gli augura le migliori fortune – personali e di squadra – in maglia gialloblù". Nella pagina facebook la società trentina ha aggiunto: "Con 221 presenze in serie B in più! UFFICIALE: Simone Salviato è un giocatore del Trento. La Freccia di Padova indossa ancora il gialloblù".

LA SCHEDA DI SIMONE SALVIATO

Nato a Padova il 12 luglio 1987, Salviato è un difensore di fascia di piede destro, dall’ottima struttura fisica (185 cm d’altezza x 75 kg di peso) e di grande duttilità visto che, nel corso della sua lunghissima carriera, ha ricoperto anche il ruolo d’esterno di centrocampo e di difensore centrale.

Cresciuto nei settori giovanili di Padova, Dolo e Venezia, vive la sua prima esperienza nel calcio dei “grandi” nella stagione 2005 – 2006 indossando la maglia gialloblù del Trento (allora Trentino Calcio) con cui, in serie D, totalizza 35 presenze e realizza 2 marcature (contro Sambonifacese e Mezzocorona). Il salto tra i “pro” è immediato e, per due stagioni, Salviato indossa la maglia del Rovigo in serie C2 (51 presenze e 1 rete), una delle quali – la prima – proprio agli ordini di mister Carmine Parlato.

Le ottime prestazioni con la casacca biancazzurra lo proiettano direttamente in serie B, categoria nella quale militerà per otto stagioni consecutive.

Prima indossa il biancorosso del Mantova per due anni (50 presenze e 3 reti), poi si trasferisce al Livorno, dove resterà per tre stagioni (97 presenze e 4 reti), vincendo i playoff nella stagione 2012 – 2013 e conquistando la promozione in serie A. Successivamente si divide per una stagione tra Novara (17 presenze) e Pescara (15 presenze), poi resta un anno e mezzo a Bari (20 presenze) con trasferimento a metà della stagione 2015 – 2016 al Lanciano (12 presenze e 1 rete).

Nel 2016 torna in C alla Cremonese (37 presenze e 1 rete), con cui conquista promozione nel torneo cadetto, che affronta per metà stagione (2 presenze), prima di trasferirsi al Padova in serie C a gennaio 2018: con la squadra della sua città scende in campo 12 volte, conquistando un’altra promozione – la seconda della carriera – in serie B.

Resta sino a gennaio in cadetteria con biancorossi (8 presenze) per poi accasarsi (gennaio 2019) al Vicenza in C (9 presenze).

Nell’ultima stagione, conclusa anzitempo per l’emergenza Covid-19, ha militato tra le fila della Luparense in serie D, con cui ha disputato 16 partite mettendo a segno 1 rete.

Il suo score complessivo conta 221 presenze e 8 reti in serie B, 58 presenze e 1 rete in serie C, 51 presenze e 1 rete in serie C2, 51 presenze e 3 reti in serie D.

Email inviata con successo

Le "Lupe" basket pronte a ripartire

06/06/2020 18:45

Manca ancora un po’ di tempo all'auspicata ripartenza dei campionati di pallacanestro, ma la voglia di tornare in campo è tanta, considerato che dalle ultime partite sono passati ormai diversi mesi. È un periodo di definizione di programmi, prima ancora che dei roster, e in tal senso la famiglia Lupebasket è pronta a gettare le basi per la stagione 2020/21. Un'annata nella quale, nonostante le inevitabili difficoltà che nel recente periodo hanno colpito non solo il mondo dello sport ma anche quello imprenditoriale, il basket giallonero è intenzionato a confermarsi a tutti i livelli, affermandosi ancora una volta come una realtà solida e ben strutturata dello sport femminile italiano.

"Andremo avanti come l'anno scorso – conferma senza giri di parole il presidente Vittorio Giuriati – Con le squadre del gruppo Lupebasket siamo determinati a confermare non solo il campionato di A1, che costituisce l'apice del nostro movimento, ma anche quello di A2, in cui diamo spazio a quella che in questi anni è diventata una vera e propria 'cantera' non solo per la nostra prima squadra, ma anche un riferimento per tutto il movimento femminile italiano. È un doppio impegno gravoso sotto tutti i punti di vista, ma noi pensiamo che le giovani debbano giocare, anzi abbiano l'obbligo di giocare. Questa è la nostra filosofia, come confermano pure le altre due formazioni che nella stagione scorsa hanno disputato dei campionati senior: la serie C giocata dalle ragazze dell'under 16, e la Promozione. Allo stesso modo continueremo a portare avanti il progetto anche per tutta l'attività giovanile, che nell'ultima stagione ha visto al via ben sette squadre con ottimi risultati, e per il minibasket, linfa della nostra realtà».

Dunque ci sarà ancora spazio per tante giovani tra i vari campionati senior, oltre che in quelli giovanili di appartenenza: «È una priorità. Abbiamo tante ragazze da far giocare, sono progetti a cui crediamo e in cui vogliamo continuare a investire. Dirò di più: da un punto di vista sociale, lo considero quasi un obbligo morale. Permettere a tante giovani di fare sport, nel nostro caso la pallacanestro, è una "mission" che solo chi conosce profondamente i valori dello sport può comprendere fino in fondo. C'è poco da dire, chi fa sport diventa una persona migliore. La fatica, il senso di squadra, i sacrifici, le frustrazioni e anche le soddisfazioni alla lunga formano uomini e donne che hanno qualcosa in più. E noi vogliamo a tutti i costi dare questa opportunità a tutta la nostra gioventù».

In uno scenario generale che, ancora più degli anni scorsi, comporterà l'obbligo di tenere un occhio di riguardo al bilancio, San Martino di Lupari è pronta a gestire al meglio le risorse economiche che avrà a disposizione: «Certezze matematiche definite al cento percento ancora non ce le abbiamo – continua il numero uno giallonero – Però bisogna avere la forza di rompere gli indugi e dare un segnale: il nostro è un movimento grande, con tanti ingranaggi che contribuiscono a farlo muovere, e non lo si può fermare. Abbiamo già parlato con molti dei nostri sponsor e so che, compatibilmente con le loro possibilità, ci staranno al fianco anche in questo momento di difficoltà. È ovviamente una fase di incertezza anche per loro, in cui non si può programmare tutto fino all'ultimo centesimo, ma come detto noi siamo pronti ad assumerci prima di tutto l'impegno di andare avanti con gli stessi campionati dell'anno scorso. Siamo consapevoli che saremo chiamati probabilmente a fare ulteriori sforzi e sacrifici per far quadrare i conti, e in questo senso ci tengo veramente a ringraziare le giocatrici, lo staff degli allenatori e dei collaboratori per aver compreso il momento, ed esserci venuti incontro accettando una decurtazione di parte dello stipendio».

Sul fronte del mercato di A1 e A2 ancora non ci sono stati annunci ufficiali, ma questo non significa che in questi mesi non si sia lavorato in tal senso: «Intanto, dal punto di vista dello staff tecnico, voglio ribadire che Larry Abignente, Francesca Di Chiara ed Enrico Valentini sono i tre allenatori professionisti su cui la nostra realtà si basa, e vogliamo averli tutti e tre con noi anche l'anno prossimo. Saranno i pilastri da cui ripartire. Siamo poi al lavoro per definire i roster delle squadre, che potranno contare su tante importanti riconferme. Ancora più degli altri anni, dovremo essere bravi a puntare su alcune scommesse e a valorizzare le ragazze più giovani. Ma i risultati di queste stagioni di serie A, affrontate sempre con un budget ben lontano da quello dei top club, devono indurci a guardare al futuro con il consueto ottimismo. L'obiettivo sarà allestire squadre valide e competitive, capaci ancora una volta di emozionare i tifosi e dare tutto sul campo, come vere Lupe".

Email inviata con successo

Obiettivo Tricolore, la staffetta paralimpica

04/06/2020 16:18

Un messaggio di rinascita attraverso lo sport.

E' la finalità della staffetta di Obiettivo3*, un viaggio che, dal 12 al 28 giugno, vedrà oltre 50 atleti paralimpici, tra i quali Alex Zanardi, passarsi il testimone, da nord a sud. In un momento difficile, Obiettivo Tricolore vuol rappresentare l'Italia che riparte, dimostrando che si può resistere e lottare insieme.

Gli atleti percorreranno il tragitto in handbike, bici o carrozzina olimpica. La staffetta di Obiettivo Tricolore avrà tre partenze differenti: la prima venerdì 12 giugno da Luino, sul Lago Maggiore. Da qui la carovana percorrerà la Lombardia, sconfinerà in Emilia e arriverà a Firenze, in piazza della Signoria. La seconda, sabato 13, scatterà da Levico Terme, passerà da Friuli e Veneto, dalla Romagna sempre per arrivare a Firenze. La terza, partendo dalla provincia di Cuneo il 16 giugno, passerà per Genova e il Ponte Morandi, fino a sbarcare in Toscana. Il 19 giugno, riuniti i testimoni e i tre colori della bandiera, la staffetta riprenderà il viaggio verso il Lazio fino ad arrivare a Santa Maria di Leuca, dove domenica 28 giugno l'ultimo atleta isserà al cielo la bandiera della manifestazione.

In totale 52 atleti paralimpici percorreranno 3 mila km, suddivisi in 43 tappe, toccando 14 regioni d'Italia, compresa la Sardegna, dove un atleta imbarcherà il proprio testimone per Civitavecchia. "Obiettivo3 è nato con diverse ambizioni, tra le quali quella di provare a portare tre atleti ai Giochi paralimpici - spiega Zanardi -. Ma, fin dai primi passi, abbiamo unito le ambizioni di carattere agonistico a una vocazione più ampia che anima gli atleti. I ragazzi hanno una voglia enorme di sfruttare le opportunità che si trovano davanti per superare le difficoltà della vita. L'occasione è di compiere una piccola impresa".

Email inviata con successo

Coni: servono aiuti o si richiano chiusure

04/06/2020 12:47

Il Coni Regionale continua nell'opera di dialogo e proposte alla pubblica amministrazione e dopo aver incontrato recentemente il presidente di Anci Veneto Mario Conte l'attenzione si è spostata di nuovo verso la Regione Veneto.

Presso la sede Grandi Stazioni di Venezia il presidente del Coni Veneto Gianfranco Bardelle, e il presidente del Cip Veneto Ruggero Vilnai si sono confrontati con l'assessore allo sport Cristiano Corazzari, l'assessore all'istruzione Elena Donazzan e l'assessore al turismo Federico Caner. Il Coni ha voluto mettere in evidenza come lo sport non possa essere considerato un'attività secondaria per il ruolo che assume. "Lo sport - afferma Gianfranco Bardelle - nel quadro economico veneto ha una parte rilevante con oltre 3.000 aziende impegnate, soprattutto appartenenti al settore turismo-sportivo. Ha effetti diretti anche nel settore sanitario, per il contributo forte al benessere complessivo, educativo, in quanto maggiore agenzia, insieme alla scuola, per la crescita delle nuove generazioni.".

Per Vilnai, "è necessario che le istituzioni diano un aiuto concreto anche per non assistere alla chiusura di molte società".

Email inviata con successo

Aduna volley: definito lo staff 2020-2021

03/06/2020 11:46

Puzzle completato. Aduna Volley Padova ha definito lo staff tecnico del settore femminile per la stagione 2020/2021. Per quanto concerne il gruppo Serie B2/Serie C/Under 19, la neoarrivata Annalisa De Felip sarà affiancata dai confermati Sebastiano Ferri (che mantiene anche la guida dell’Under 17/Serie D) e Marco Schiavo.

Cambio di timoniere, invece, per l’Under 19/Prima Divisione allestita in collaborazione con Legnaro PGS: Tommaso Lazzarin, ex tecnico di Beng Rovigo, Dynamica Volley, Olympia e Rio, succede a Massimo Trevisan nel ruolo di primo allenatore, a fargli da vice il confermato Mauro Scremin.

Il gruppo Under 17/Serie D, oltre al già citato Ferri, vedrà ancora seduto in panchina come “secondo” Federico Trevisan. All’insegna della continuità anche l’Under 15, sempre affidata alla mano sapiente di Maurizio Gandolfo.

Confermato in blocco lo staff che seguirà la parte medico-fisica: Maria Silvestri sarà la preparatrice atletica di tutte le squadre, Gianluca Ruzza il fisioterapista.

Infine, da segnalare la neonata collaborazione con il Volley Colombo che darà vita ad una formazione di Prima Divisione. Ad allenarla un altro volto noto del clan Aduna, Gianni Candeo.

Email inviata con successo