CAMPIONATO 2020-2021

La rosa del Padova: chi
resta, chi andrà

13/07/2020 17:48

La sconfitta contro la Juventus Under 23 brucia ancora e chissà quanti giorni ci vorranno per cancellarla dal cuore dei tifosi. Ora che però l’uscita di scena dalla corsa alla serie B è un dato di fatto, la società deve assolutamente cominciare a guardare oltre la delusione e lo scoramento. La volontà è quella di riprovare a raggiungere l’obiettivo, ogni minuto è dunque prezioso per costruire la squadra giusta ed evitare così di commettere gli stessi errori della scorsa estate.

La prima mossa del direttore sportivo Sean Sogliano sarà quella di capire se l’allenatore da cui ripartire sarà Andrea Mandorlini. Una volta capito se resterà lui alla guida del Padova si potrà procedere a mettergli a disposizione la rosa con le caratteristiche adatte ad interpretare il suo 4-3-3.

Sono diversi i giocatori il cui contratto è scaduto: in primis il portiere Stefano Minelli, arrivato quando il Biancoscudo era in B a gennaio dell’anno scorso e poi rimasto anche in terza serie. Il rinnovo sarebbe dovuto arrivare a stagione in corso ma, complice anche il difficile periodo del lockdown, non c’è mai stato. L’estremo difensore tornerà con ogni probabilità a giocare in B e non ci sarà nemmeno bisogno di spostarsi di molto, visto che il Vicenza gli sta facendo una corte spietata. Insieme a lui non rimarrà l’altro portiere, Galli. Tornerà invece a casa Davide Merelli, dopo il prestito al Rieti. Tra i difensori cambieranno aria senz’altro Cherubin e Capelli, capitano il primo e senatore il secondo, che nonostante gli alti gradi non hanno quasi mai trovato spazio, nonché Frascatore e Baraye. Del reparto arretrato hanno il contratto Andelkovic, che ha spalmato l’ingaggio di un anno ed è dunque legato al club di viale Nereo Rocco fino al 2021, così come Fazzi e Rondanini, sempre fino al 2021. Pelagatti è biancoscudato addirittura fino al 2022 e, nonostante sia in prestito dall’Atalanta e il suo riscatto in favore del Padova sia elevato, potrebbe rimanere all’ombra del Santo anche Kresic, in virtù di un rinnovo della soluzione a titolo temporaneo.

A centrocampo il capitano, Ronaldo, che tra campionato e playoff ha messo insieme 5 gol, ha l’accordo fino al 2021, Buglio e Germano fino al 2022, Castiglia, potrebbe rimanere se verrà rinnovato il prestito con la Salernitana, mentre Marcandella, Serena e Cherif torneranno all’ovile dal Rieti, dalla Virtus Verona e dall’Adriese. Sempre in mezzo al campo gli occhi sono puntati su due giocatori in particolare, per il legame che hanno con allenatore e direttore sportivo: si tratta dell’islandese Hallfredsson, fortemente voluto da Sogliano, e di Matteo Mandorlini, figlio dell’allenatore. Proprio per questa particolare situazione potrebbero dunque ritrovare posto in rosa. Anche Nunes, peraltro, diventato giocatore del Padova pochi giorni prima dell’inizio della pandemia, potrebbe essere riconfermato in virtù dell’attaccamento che ha dimostrato e della prestazione sfoderata nei pochi minuti disputati nei playoff. Passando all’attacco, vera nota dolente del campionato, seppur con tutte le attenuanti dell’emergenza sanitaria e dell’interruzione del torneo da febbraio a fine giugno, Soleri e Nicastro hanno il contratto fino al 2022, Santini, Pesenti e Piovanello fino al 2021. Mokulu farà rientro dal prestito a Ravenna. Gabionetta lascerà Padova, mentre per Litteri, Zecca e Culina si dovrà valutare se esercitare o meno il diritto di riscatto ma è difficile che li si riveda un altro anno.


 

Guarda anche:

Nessun commento per questo articolo.