PARLA IL SUO EX ALLENATORE

Sabatini su Lovato:
"Ha molta qualità"

20/07/2020 12:29

Il responsabile del settore giovanile del calcio Padova, Carlo Sabatini, commenta l'esordio in serie A con la maglia dell'Hellas Verona del talento biancoscudato Matteo Lovato, classe 2000. "C'è molta soddisfazione per questo suo esordio, felicità che voglio condividere con chi ha creduto in Lovato prima del mio ritorno a Padova - spiega Sabatini - Per quanto mi riguarda ho avuto l'opportunità di allenarlo alla Primavera del Genoa. Per un breve periodo perché poi lui ha fatto la scelta di tornare a casa a Padova. Scelta che si è rivelata vincente visto che poi ha continuato il suo percorso qui. La scorsa estate, quando si parlava del suo inserimento in prima squadra, ho subito espresso un giudizio positivo perché riconoscevo nel ragazzo qualità fisico-atletiche e tecniche importanti. Dal punto di vista mentale poi ha avuto una grande maturazione, aiutato dalla fiducia che gli è stata accordata da mister Sullo, da Sogliano e dalla società. Il vero salto di qualità l'ha fatto poi lui partendo benissimo e disputando tante partite da titolare. Ha così avuto la possibilità di mettersi in mostra e sono stati diversi i club di serie A che si sono fatti avanti per accaparrarselo. Noi non potevamo non concedere al ragazzo la possibilità di esprimersi ad alti livelli e così è andato al Verona".

LE QUALITA' DI LOVATO

"Matteo ha una grande esuberanza fisica - racconta Sabatini - è bello da vedere dal punto di vista del modo di stare in campo, ha sempre la testa alta ed è bravo con i piedi. Sa interpretare alla perfezione quelle che sono le aspettative di un difensore moderno: sa giocare la palla, sa uscire palla al piede, è molto attento in fase difensiva e bravo nel gioco aereo".

IL PADOVA LO ACCOMPAGNA NELLA CRESCITA

"Al momento il Padova è in serie C, categoria onorevole ma non è la A o la B, anche se ovviamente mi auguro che in B ci torniamo quanto prima - racconta Sabatini - Se ci sono profili che vanno oltre quelle che sono le aspettative di un club di serie C è giusto dare loro l'opportunità di esprimersi a livelli più alti. Noi, come settore giovanile, dobbiamo continuare a lavorare come stiamo facendo. La società ci mette a disposizione i mezzi per cercare di far crescere questi ragazzi nel migliore dei modi sia sotto il profilo tecnico sia per quanto riguarda la mentalità e i valori sportivi. Perché per arrivare in alto non basta avere i piedi buoni, ci vogliono altre qualità. E poi io cerco di trasmettere l'attaccamento alla maglia, che io per primo sento come un valore fondamentale dentro di me. Questo ci ha dato soddisfazioni in passato e sono convinto che ce ne darà anche in futuro".

FUTURA VALORIZZAZIONE

"Sogliano, che è preparatissimo, di sicuro nella cessione di Lovato ha previsto un tornaconto per il calcio Padova. Come è giusto che sia - conclude Sabatini - Nella futura valorizzazione di Lovato il Padova avrà un ritorno".

(Martina Moscato)


 

Guarda anche:

Nessun commento per questo articolo.