ATLETICA

Faniel vince e sfiora
il primato italiano

06/09/2020 20:21

Bel ritorno in gara per Eyob Faniel. A Lens, nel nord della Francia, l’azzurro vince nettamente in una corsa su strada di 10 chilometri con il tempo di 28:12, sfiorando il record italiano sulla distanza. Il 27enne delle Fiamme Oro arriva ad appena quattro secondi dal limite di 28:08 ottenuto in questa stagione da Daniele Meucci, a Valencia il 12 gennaio. Per Faniel era il rientro agonistico a più di sei mesi dall’ultima competizione, il 23 febbraio a Siviglia, dove ha stabilito il primato nazionale di maratona con 2h07:19 togliendolo all’olimpionico Stefano Baldini.

Una prova quasi tutta in solitaria per il vicentino allenato da Ruggero Pertile, con il cronometro come unico vero riferimento sui 10 km all’interno dell’evento La Route du Louvre. Davanti per dettare il ritmo fin dall’inizio, in una corsa senza pacemaker designati e con partenze scaglionate, a piccoli gruppi, indossando la mascherina in fase di avvio. Si trova già in testa al terzo chilometro, staccando il gruppo degli avversari, e il tempo ufficioso al quinto è di 14:20 prima di una seconda parte meno impegnativa, ma con l’arrivo in leggera salita. Al traguardo c’è comunque il record personale, migliorando di nove secondi il 28:21 con cui aveva vinto la BOclassic di Bolzano nel giorno di San Silvestro, alla fine dell’anno scorso. Oltre un minuto il vantaggio sul transalpino Yann Schrub (29:15), terzo il connazionale Mickael Gras (29:42).

“Sono comunque felice - racconta Faniel - di essere tornato in gara dopo tanto tempo. Bello ripartire, ancora più bello con un buon risultato come questo. Non vedevo l’ora e quasi mi ero dimenticato le sensazioni, così intense, che si provano solo quando si indossa il pettorale e cresce l’adrenalina. Ho cercato di partire subito forte, perché sapevo di star bene. Però il tracciato nella prima metà era piuttosto impegnativo, con diversi saliscendi, e quando ho visto il crono intermedio non pensavo al record, ma solo a correre tranquillo. Poi invece nel percorso c’erano tratti pianeggianti e altri in leggera discesa. Allora mi sono detto che potevo provarci e sono riuscito a spingere fino alla fine, anche se non è bastato. Ho mancato di poco il record, ma va bene lo stesso e ritenterò la prossima volta”. Tra pochi giorni, sabato 12 settembre, è atteso di nuovo al via sui 10 km a Monza, nell’ambito della Ganten Monza21, con l’obiettivo sui Mondiali di mezza maratona previsti il 17 ottobre a Gdynia, in Polonia.


 
Nessun commento per questo articolo.