AUTOMOBILISMO

Patrese Jr. al Mugello:
debutto nel nome di papà

03/10/2020 09:29

Lorenzo è pronto a seguire le orme di papà Riccardo. la dinastia Patrese è pronta a salutare il debutto assoluto in monoposto del 15enne figlio del campione che dal 1977 al 1993 ha disputato 256 Gran Premi di Formula 1.


AL MUGELLO

Un nome importante si presenterà al via del quarto appuntamento del Mugello dell’Italian F4: Lorenzo Patrese, 15 anni, debutterà con il team AKM Motorsport by Antonelli. "Un'incredibile emozione: da genitore però è tutta un'altra cosa" ha dichiarato a Quattroruote papà Riccardo, campione padovano che he corso per Shadow, Arrows, Brabham, Alfa Romeo, Williams e Benetton, conquistando in totale sei vittorie e finendo secondo in campionato nel ’92 (con la Williams) dietro al compagno di squadra Nigel Mansell.


UN NUOVO PATRESE IN PISTA

Lorenzo Patrese ha già preso parte ad un paio di test con la Tatuus e negli ultimi tempi si è messo in luce nel karting, correndo recentemente con i colori di Kart Republic, il team che fa capo a Dino Chiesa, colui che ha scoperto diversi talenti, inclusi i due campioni del mondo Lewis Hamilton e Nico Rosberg. Sicuramente aiuta, ma nel mio caso non c’è un nesso diretto. "Io non ho fatto nulla per avvicinarlo alle corse - ha detto ancora Riccardo Patrese a Quattroruote - Lo seguivo in equitazione fin quando ha voluto. Poi un giorno, magari incuriosito da cosa faceva suo papà alla sua età, ha deciso di provare anche lui. Indubbiamente la conoscenza dell’ambiente, la mia carriera, hanno aperto delle possibilità".


CON IL RACING TEAM NEDERLAND

Lorenzo Patrese così debutterà in F.4 con la monoposto gialla della Racing Team Nederland. Sulla livrea, spiega ancora papà Riccardo, ci saranno "le scritte di una catena di supermercati olandese (Jumbo) perché il suo titolare, Frits van Eerd, è un grande appassionato, pilota di F.1 storiche e collezionista anche di Williams con le quali ho corso. Anche la federazione ACI Sport sta facendo molto per i giovani italiani ed è molto più presente rispetto ai miei anni". Sulle aspettative il campione degli anni 80 rimane cauto: "Non ho aspettative particolari, sono esperienze che devono essere fatte soprattutto per crescere - si legge nell'intervista a Quattroruote - Le aspettative non devono essere grandi: Lorenzo entra in un campionato dove gli altri partecipanti hanno già tante gare alle spalle. Questo debutto serve per rompere il ghiaccio. Faremo Mugello e poi Monza proprio per questo".





 
Nessun commento per questo articolo.