SERIE C

Padova-Matelica 3-0
Vetta riconquistata

15/11/2020 22:40

Il Padova ricomincia da tre. La migliore risposta alla sconfitta a Perugia, nel turno infrasettimanale, arriva subito, in casa, all'Euganeo, contro il Matelica. Finisce 3-0 per la squadra di Mandorlini, abile a incanalare la gara sul giusto binario già nei primi venti minuti. Nicastro in gol al 9', Bifulco al 20'. Gara poi controllata e chiusa nel finale da una rete di Buglio.


LA CRONACA

Il Padova ritrova il suo modulo - il 4-3-3 - e allo stesso tempo la verve che aveva contraddistinto le sue ultime uscite. Senza Ronaldo, Saber e Paponi, mister Mandorlini opera cambi chirurgici nell'undici iniziale. Sì al tridente (Jelenic-Nicastro-Bifulco), sì alla maglia per il figlio Matteo. Che lo ripaga, dopo 9' minuti quando dalla destra pennella per Nicastro un cross che la punta di testa trasforma in rete. 1-0: bello, e immediato. Il Matelica, rivelazione di questa prima parte di torneo, si vede per la prima volta al 16': piatto destro a botta sicura di Balestrero, palla fuori di poco. E' un sussulto, perché è il Padova a tenere le redini del gioco. Il raddoppio arriva al 20': altro cross dalla destra, palla sul secondo palo per Bifulco che controlla con eleganza, evita un avversario e la mette nell'angolino dove Martorel non può arrivare. E' un uno-due che la squadra marchigiana patisce: il Padova, che domina, sfiora il tris con Jelenic (due volte) e Nicastro. Solo Volpicelli al 37' la spedisce a lato da buona posizione.

Nella ripresa il Padova parte con la stessa intensità: al 3' Bifulco con una girata sfiora la doppietta personale. Vannucchi, dietro, è attento: su Leonetti al 5' e su Franchi pochi minuti dopo. Attorno al quarto d'ora Mandorlini fa tre cambi in un colpo: escono Kresic (infortunato), Jelenic e Hallfredsson ed entrano Valentini, Pelagatti e Buglio. Il Padova si copre con tre centrali di difesa e inizia ad agire con le ripartenze. Su una, al 25' De Santis è provvidenziale con un recupero su Bifulco, su un altra al 40', i biancoscudati chiudono la gara. Dalla difesa all'attacco, in sei tocchi: l'assist finale è di Germano che spalanca la porta a Buglio che finalizza di piattone. 3-0 e gara finita. Il Padova supera lo scivolone di Perugia annichilendo la mina vagante Matelica con lo stesso risultato.


 

Guarda anche:

Nessun commento per questo articolo.