SERIE B

Venturato: "Empoli
sfida impegnativa"

20/11/2020 12:35
Il Cittadella di Roberto Venturato torna in campo domani, sabato 21 novembre, alle 14 contro l'Empoli allo stadio Tombolato, dopo la sosta dovuta agli impegni della Nazionale. Non ci saranno Grillo e Plechero, non sono inoltre stati convocati Bassano e Camigliano per scelta tecnica. Gli altri sono tutti a disposizione. Prima di parlare dell'Empoli l'allenatore del Citta torna alla sfida persa a Pescara e alle critiche rivolte soprattutto al portiere Maniero. "Le critiche e gli errori fanno parte del gioco - le parole di Venturato - Bisogna saperle accettare e affrontare. A Pescara abbiamo sbagliato tutti un tempo, Maniero ha fatto degli errori e lo sa ma non è certo colpa solo sua se abbiamo perso. E' un ragazzo che deve guardare in faccia gli errori e le critiche per acquisire quella personalità e quella continuità che negli ultimi anni gli sono mancate. Io comunque ho la massima fiducia in entrambi i miei portieri".
EMPOLI CAPOLISTA
"E' una grande squadra di qualità e capacità. Rispetto all'anno scorso ha inserito qualcosa ma ha tenuto una buona intelaiatura. Ha cambiato allenatore e sistema di gioco ma sicuramente ha giocatori bravi e un modo di interpretare il calcio assolutamente positivo". Questo il Venturato pensiero che giudica la sfida molto impegnativa. "Sarà una partita importante, dobbiamo mantenere la nostra identità: non abbiamo l'obbligo di vincere ma dobbiamo avere la voglia di provarci. I nostri obiettivi sono diversi rispetto all'Empoli: già dall'anno scorso loro hanno cercato di puntare a tornare in serie A. Ora sono primi in classifica e stanno andando molto bene, lotteranno per vincere".
DICEMBRE: 8 PARTITE IN 30 GIORNI
"Non credo che dobbiamo dare per scontato nulla - prosegue il tecnico - dobbiamo capire che questo è un campionato difficile, particolare, ci troveremo a dicembre a giocare 8 partite in 30 giorni. Cercheremo di recuperare le forze ma non puoi prevedere infortuni e cali di condizioni che sono cose che si vivono di momento in momento. Oggi diventa determinante avere i giocatori a disposizione e avere un po' di fattore C, cioè che il Covid ti lasci stare. Riuscire a fare prestazione importante e riprendere il filo è un obiettivo della partita di domani".
SALERNITANA-REGGIANA
Il giudice sportivo ha assegnato la vittoria a tavolino alla Salernitana ma non ha penalizzato di un punto la Reggiana che già aveva chiesto e ottenuto il rinvio contro il Cittadella. "Il mio pensiero è che di fronte a una situazione in cui la Reggiana non può giocare evidentemente perché non ha i giocatori a disposizione a causa del Covid, dunque di una situazione straordinaria, il buon senso debba andare oltre la regola", commenta Venturato che aggiunge: "Vi ricordo che due anni fa siamo andati in finale playoff contro il Verona e abbiamo perso e il Verona non sarebbe nemmeno entrato nei playoff se non gli avessero dato i 3 punti a tavolino per la partita non giocata a Cosenza per le pessime condizioni del campo. Qui siamo di fronte ad una pandemia, situazione ben più grave, bisogna assolutamente usare il buonsenso per mettere le squadre nella condizione di giocare".

 

Guarda anche:

Nessun commento per questo articolo.