PARLA IL NUOVO ATTACCANTE DEL PADOVA

Biasci: "Contattato ieri
ho firmato subito!"

09/01/2021 13:48

"Quando il mio agente mi ha detto che c'era un interessamento del Padova gli ho detto immediatamente di farmi sapere prima possibile per chiudere. Mi ha chiamato ieri e sono venuto di corsa per firmare". Volli, fortemente volli, fortissimamente volli. Non ha avuto dubbi Tommaso Biasci quando il direttore sportivo del Padova Sogliano si è fatto avanti per averlo. C'era anche il Perugia sulle sue tracce, così come la scorsa estate c'era il Vicenza, ma le due piste non si sono concretizzate. "Io sono d'accordo con il mio agente che mi deve chiamare solo se una squadra mette sul piatto un'offerta concreta. Evidentemente le altre piste non lo erano se sono qui".

PERCHE' PADOVA?

"Padova è una piazza ambiziosa - commenta l'attaccante arrivato dal Carpi con due anni e mezzo di contratto - Siamo primi, vogliamo fare bene, insieme ad altre squadre, vogliamo fare qualcosa di importante. Ho parlato con altri ragazzi che conosco (Saber, Jelenic, Santini, Gasbarro, Valentini, ndr) e mi hanno detto che si sta creando un gran gruppo".

UN ATTACCANTE DUTTILE

"A Carpi ora stavo facendo una delle due punte ma lì davanti mi piace giocare in qualunque ruolo: a Carrara ho giocato esterno sinistro, esterno destro, prima e seconda punta. La posizione che prediligo? Diciamo quella dell'esterno sinistro perché poi rientro col destro e tiro in porta. Contro il Padova l'anno scorso ho realizzato uno dei più bei gol sì, anche se ce ne sono stati altri di altrettanto belli".

L'EMERGENZA COVID

"A Carpi l'abbiamo preso praticamente tutti, solo in due-tre si sono salvati - racconta Biasci - io per fortuna non ho avuto sintomi. Mi sono negativizzato lunedì e ho fatto un ulteriore tampone di controllo. E' tutto ok. Devo solo allenarmi un po' perché a Carpi eravamo fermi da metà dicembre".

L'IDOLO E' RONALDO, QUELLO DELL'INTER

"Essendo interista ho sempre amato Ronaldo il fenomeno. Che numero di maglia prenderò? Credo il 17 perché è il numero dei gol che ho fatto l'anno scorso nonostante sia stato un anno molto tribolato per via dell'emergenza sanitaria".

E' UN UNIVERSITARIO

Biasci studia scienze motorie. "Quando ho voglia e tempo mi metto a studiare. Spero di prendere quanto prima la laurea che magari mi sarà utile in futuro. Mi mancano 3 esami ma sono i più difficili".



 
Nessun commento per questo articolo.