RECUPERO SUPERLEGA

Kioene lotta ma
vince Trento 3-0

13/01/2021 21:16
Non riesce a raccogliere punti la Kioene Padova, che in quel di Trento si arrende all’Itas per 3-0 nel recupero della prima di ritorno di Superlega. Dopo un primo set decisamente sottotono (e con il capitano Volpato relegato per tutto il match in panchina a scopo precauzionale a causa di una contrattura), i bianconeri rialzano la testa giocando punto a punto, facendo sudare i trentini soprattutto nell’ultimo parziale. Nonostante un Bottolo in ottima serata, a fare la differenza nei momenti chiave sono stati i colpi di Nimir, ben servito da Giannelli, così come un attentissimo Lisinac, eletto MVP del match. Domenica i veneti ospiteranno Piacenza alla Kioene Arena, alla ricerca di punti utili per muovere la propria classifica.
LA CRONACA. Primo break per la squadra di casa, con Michieletto e Podrascanin a staccare 7-4. Sull’ace del 9-4 a firma di Nimir, coach Cuttini chiama il primo time out discrezionale. L’opposto dell’Itas è preciso anche in attacco, così sul 14-7 è di nuovo Padova a chiedere pausa. Momentaneo cambio palleggiatore-opposto con l’ingresso di Ferrato e Casaro, ma il muro di Trento è attento: 19-10. In campo anche Milan per Wlodarczyk, con il primo set ball per Trento che arriva sul 24-12. A chiudere il parziale è Lucarelli con l’attacco del 25-13.
Anche nel secondo set Trento parte forte e – sul 6-1 a firma di Michieletto – Padova è costretta a rifugiarsi in time out. La Kioene si affida soprattutto a Bottolo e Stern, ma è costretta a rincorrere (11-7). Con Shoji insidiosa al servizio, Padova torna sotto costringendo coach Lorenzetti all’interruzione del gioco sul 13-11. Stern agguanta la parità grazie all’ace del 16-16, dando vita a un parziale decisamente più combattuto del precedente. Innervositi anche da un paio di decisioni arbitrali contestate, Vitelli spedisce il servizio del 24-21 sulla rete. E’ la diagonale di Lucarelli a chiudere 25-22.
Intenso punto a punto nelle prime battute del terzo set (8-8), ma qualche imprecisione dei veneti e il muro di Nimir consentono ai padroni di casa di andare al time out sull’11-8. Wlodarczyk e Stern riagguantano il 13 pari ed è l’ace dell’opposto sloveno a trovare il vantaggio (14-15). Shoji partecipa con l’ace del 17-19 e sul 19-21 coach Lorenzetti chiama i suoi ragazzi in panchina. Al rientro in campo, l’Itas ribalta la situazione il neo entrato Argenta mura Bottolo (22-21). Trento agguanta il match ball col punto del 24-22 ma la Kioene manda tutto ai vantaggi, con Bottolo protagonista nel finale. L’infinito parziale si chiude 35-33 con l’ace conclusivo di Lucarelli.
DOMENICA ARRIVA PIACENZA. Prossimo appuntamento alla Kioene Arena alle ore 16.00 di domenica 17 gennaio con la Gas Sales Bluenergy Piacenza, sfida valida per l’8° giornata di ritorno di SuperLega. La partita sarà trasmessa in diretta streaming su Eleven Sports.
I COMMENTI POST GARA
Jacopo Cuttini (coach Kioene Padova): “Nel primo set non ci siamo espressi come speravo. Ho dato però spazio ai tanti ragazzi giovani che comunque ci hanno dato una mano e che durante la settimana si impegnano sempre con molta tenacia. Poi siamo ripartiti in maniera aggressiva. Temevamo il servizio di Trento, ma a parte il primo parziale la squadra mi è piaciuta molto”.
Marco Vitelli (Kioene Padova): “Nel primo set eravamo partiti concentrati, poi Trento ha registrato un break importante al servizio e questo ci ha tolto concentrazione, ma merito va dato alla loro linea di muro molto attenta. Nel secondo e terzo parziale abbiamo giocato come sappiamo. Peccato per l’ultimo set che ci avrebbe permesso di riaprire il match. Non ci abbattiamo, perché ancora una volta abbiamo dimostrato di saper reagire e di saper esprimere un buon gioco”.
IL TABELLINO

Itas Trentino – Kioene Padova 3-0
(25-13, 25-22, 35-33)

Itas Trentino: Michieletto 8, Lucarelli 13, Giannelli 2, Nimir 23, Podrascanin 8, Lisinac 10, Rossini (L); Argenta 1, Sosa Sierra. Non entrati: Cortesia, Sperotto, Bonatesta, De Angelis (L). Coach: Angelo Lorenzetti.
Kioene Padova: Stern 14, Vitelli 7, Shoji 3, Bottolo 17, Wlodarczyk 9, Fusaro 1, Danani (L); Ferrato, Merlo, Milan, Casaro 1. Non entrati: Volpato, Canella, Gottardo (L). Coach: Jacopo Cuttini.
Arbitri: Papadopol-Curto.
Durata: 23’, 29’, 41’. Tot. 1h 33’
MVP: Srecko Lisinac
NOTE. Servizio: Trento errori 10, ace 6; Padova errori 12, ace 4. Muro: Trento 7, Padova 7. Ricezione: Trento 42% (26% prf), Padova 47% (16% prf). Attacco: Trento 66%, Padova 52%.
 
Nessun commento per questo articolo.